Scrittura Creativa

     
 

La scrittura creativa è una palestra di allenamento per chi ama scrivere e vuole sviluppare il "muscolo" della fantasia.
Per dare uno stimolo abbiamo ideato una simpatica competizione. Mensilmente proporremo un tema diverso fornendo le opportune istruzioni.
Questo mese l''argomento è:

IL TEMPO DI UNA STORIA

Le istruzioni sono:

scrivi un racconto che si svolga in un arco di tempo limitato..UN MINUTO, UN'ORA, UN GIORNO indicando tra parentesi (storia in un minuto, ecc...).


~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~

Per partecipare basta registrarsi gratuitamente ed accedere alla propria area privata dove si trova la pagina per la pubblicazione della scrittura creativa.
Il miglior racconto sarà premiato con la pubblicazione nella prima pagina del sito per un mese con l'indicazione del vincitore.


 
     



Lista Generale

     
 

Sguardi (s)conosciuti

Era lì, davanti a me, con l'aria di uno che volesse interrogarmi.
Non lo nego, era affascinata da quello sguardo un po' misterioso, da quegli occhi che mi scrutavano senza pudore.
All'improvviso i nostri sguardi si incrociarono, ed un brivido corse lungo la mia schiena.
"Che situazione imbarazzante" pensai, e mi scappò un sorriso.
Sorrise anche lui e fu in quel momento che le mie guance si colorarono di un rosso vermiglio.
Il resto sembrava non avere più senso: tutto ciò che ci circondava divenne invisibile.
Avrei voluto dirgli qualcosa, ma inaspettatamente fu lui il primo a rivolgermi la parola: "Scende alla prossima?" mi chiese.
Risposi un timido "no". Un velo di tristezza si posò su di me, poiché non conoscevo neanche il nome di quell'uomo che mi aveva intrappolato nel suo sguardo.
Mi spostai e lo feci passare; percepii una certa tristezza anche in lui.
L'autobus aveva quasi raggiunto la fermata, quando lui si rigirò verso di me e, un po' impa... (continua)

Veronica Gioia 28/11/2014 - 21:58
commenti 4 - Numero letture:543

Argomento: INCIPIT

Voto:
su 4 votanti



Tu ed io

Era lì davanti a me con l'aria di uno che volesse interrogarmi.
Eppure io quel tipo lo conoscevo, anche se con il passar degli anni il suo aspetto è andato ovviamente modificandosi, non c’era pericolo di sbagliare: ero proprio IO.
E’ proprio vero. Ci sono dei gesti che tu compi abitualmente tutti i giorni, semplicemente li consideri quasi come dovuti, li fai perché li devi fare; ti lavi la faccia, i denti e quante volte guardandoti poi allo specchio, chi per il trucco, chi per radersi, scopri qualcosa sul tuo viso che ieri non c’era…un brufoletto ? il cioccolato è buono ma quando è troppo…una rughina che si aggiunge, ? eh lo scorrere inesorabile del tempo….una borsa un po’ accentuata ? ieri sera abbiamo fatto un po’ tardi. Per ogni scoperta trovi quasi sempre una risposta. Poi però devi darti una mossa, il tempo è tiranno….cosa mi metto, correre, colazione, i figli da accompagnare, sciopero dei mezzi, un panino a pranzo, per fortuna sciopero sospeso, rientro, ah ritirare figli da... (continua)

Roberto Colombo 26/11/2014 - 12:58
commenti 6 - Numero letture:580

Argomento: INCIPIT

Voto:
su 6 votanti



DOVERI E Diritti

E' un giorno di lavoro a negozio, devo sistemare sotto il

portico i carrelli espositivi: scarpe da ginnastica, borse

sportive e zainetti da vendere scontati.

Sento qualcuno che mi dice "è lei la signora Gatti Luisa?"

Mi giro e davanti a me c'è un signore distinto, con l'aria

che volesse interrogarmi.

"Sono io, sì mi dica". Lo guardo meglio e riconosco

l'Ufficiale Giudiziario, marito di una signora che cono-

sco bene. Sono un po' preoccupata, non ricordo di aver mai

fatto cose da procurarmi guai.

Mi saluta educatamente e mi consegna un foglio:" questa,

signora, è una citazione del Tribunale di Brescia per

testimoniare in un processo per furto".

Lo guardo perplessa e dico di non aver mai fatto nessuna

denuncia di furto. "Risulta dalle carte, lei tempo fa ha s

subito il furto di una borsa sportiva, proprio esposta

su questi carrelli, da parte di una persona, tale Giulio

Prandi, che... (continua)


Lucia Ghitti 14/11/2014 - 16:35
commenti 2 - Numero letture:563

Argomento: INCIPIT

Voto:
su 1 votanti





La panchina arrugginita

Era lì, davanti a me, con l'aria di uno che volesse interrogarmi.
Ore 7:07 del mattino,me ne stavo seduta in una panchina della stazione, sola, infreddolita e anche un po' infastidita.
Una panchina color giallastra, ormai coperta quasi interamente di ruggine, la rendeva più particolare, più vissuta appunto scelsi proprio quella tra le tante altre.
Comoda, guardavo il via vai dei treni che lasciavano la scia della speranza, ascoltavo il mischiarsi dei rumori che creavano nuovi suoni, gente così disattenta che nemmeno si accorgeva della mia presenza; per fortuna, odio la gente che ti osserva svogliatamente.
Un mix di emozioni che quasi mi eccitavano.
Quel giorno, non era un giorno come tutti gli altri.
Un signore dinanzi a me mi guardava da circa 1 ora ininterrottamente quasi incuriosito.
Giacca, cravatta, scarpe lucide, capello luccicante e un grande Rolex al polso, un rappresentante, pensai.
Inizialmente un po' mi infastidiva ma per la prima volta qualcuno si era accorto di me... (continua)

E. M. 12/11/2014 - 13:15
commenti 5 - Numero letture:611

Argomento: INCIPIT

Voto:
su 2 votanti




[ Pag.1 ][ Pag.2 ][ Pag.3 ][ Pag.4 ][ Pag.5 ][ Pag.6 ][ Pag.7 ][ Pag.8 ][ Pag.9 ][ Pag.10 ][ Pag.11 ][ Pag.12 ][ Pag.13 ][ Pag.14 ][ Pag.15 ][ Pag.16 ][ Pag.17 ][ Pag.18 ][ Pag.19 ][ Pag.20 ][ Pag.21 ][ Pag.22 ][ Pag.23 ][ Pag.24 ][ Pag.25 ][ Pag.26 ][ Pag.27 ][ Pag.28 ][ Pag.29 ][ Pag.30 ][ Pag.31 ][ Pag.32 ][ Pag.33 ][ Pag.34 ][ Pag.35 ][ Pag.36 ][ Pag.37 ][ Pag.38 ][ Pag.39 ][ Pag.40 ][ Pag.41 ][ Pag.42 ][ Pag.43 ][ Pag.44 ][ Pag.45 ][ Pag.46 ][ Pag.47 ][ Pag.48 ][ Pag.49 ][ Pag.50 ][ Pag.51 ][ Pag.52 ][ Pag.53 ][ Pag.54 ][ Pag.55 ][ Pag.56 ][ Pag.57 ][ Pag.58 ][ Pag.59 ][ Pag.60 ][ Pag.61 ][ Pag.62 ][ Pag.63 ][ Pag.64 ][ Pag.65 ][ Pag.66 ][ Pag.67 ][ Pag.68 ][ Pag.69 ][ Pag.70 ][ Pag.71 ][ Pag.72 ][ Pag.73 ][ Pag.74 ][ Pag.75 ][ Pag.76 ][ Pag.77 ][ Pag.78 ][ Pag.79 ][ Pag.80 ][ Pag.81 ][ Pag.82 ][ Pag.83 ][ Pag.84 ][ Pag.85 ][ Pag.86 ][ Pag.87 ][ Pag.88 ][ Pag.89 ][ Pag.90 ][ Pag.91 ][ Pag.92 ][ Pag.93 ][ Pag.94 ][ Pag.95 ][ Pag.96 ][ Pag.97 ][ Pag.98 ][ Pag.99 ][ Pag.100 ][ Pag.101 ][ Pag.102 ][ Pag.103 ][ Pag.104 ][ Pag.105 ][ Pag.106 ][ Pag.107 ][ Pag.108 ][ Pag.109 ][ Pag.110 ][ Pag.111 ][ Pag.112 ][ Pag.113 ][ Pag.114 ][ Pag.115 ][ Pag.116 ][ Pag.117 ][ Pag.118 ][ Pag.119 ][ Pag.120 ][ Pag.121 ][ Pag.122 ][ Pag.123 ][ Pag.124 ][ Pag.125 ][ Pag.126 ][ Pag.127 ][ Pag.128 ][ Pag.129 ][ Pag.130 ][ Pag.131 ][ Pag.132 ][ Pag.133 ][ Pag.134 ][ Pag.135 ][ Pag.136 ][ Pag.137 ][ Pag.138 ][ Pag.139 ][ Pag.140 ][ Pag.141 ][ Pag.142 ][ Pag.143 ][ Pag.144 ][ Pag.145 ][ Pag.146 ][ Pag.147 ][ Pag.148 ][ Pag.149 ][ Pag.150][ Pag.151 ][ Pag.152 ][ Pag.153 ][ Pag.154 ][ Pag.155 ][ Pag.156 ][ Pag.157 ][ Pag.158 ][ Pag.159 ][ Pag.160 ][ Pag.161 ][ Pag.162 ][ Pag.163 ][ Pag.164 ][ Pag.165 ][ Pag.166 ][ Pag.167 ][ Pag.168 ][ Pag.169 ][ Pag.170 ][ Pag.171 ][ Pag.172 ][ Pag.173 ][ Pag.174 ][ Pag.175 ][ Pag.176 ][ Pag.177 ][ Pag.178 ][ Pag.179 ][ Pag.180 ][ Pag.181 ][ Pag.182 ][ Pag.183 ][ Pag.184 ][ Pag.185 ][ Pag.186 ][ Pag.187 ][ Pag.188 ][ Pag.189 ][ Pag.190 ][ Pag.191 ]

 
     


- oggiscrivo.it - Copyright 2009 - 2018 - Tutti i diritti sono riservati - Webmaster Mauro -