Scrittura Creativa

     
 

La scrittura creativa è una palestra di allenamento per chi ama scrivere e vuole sviluppare il "muscolo" della fantasia.
Per dare uno stimolo abbiamo ideato una simpatica competizione. Mensilmente proporremo un tema diverso fornendo le opportune istruzioni.
Questo mese l''argomento è:

IL TEMPO DI UNA STORIA

Le istruzioni sono:

scrivi un racconto che si svolga in un arco di tempo limitato..UN MINUTO, UN'ORA, UN GIORNO indicando tra parentesi (storia in un minuto, ecc...).


~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~

Per partecipare basta registrarsi gratuitamente ed accedere alla propria area privata dove si trova la pagina per la pubblicazione della scrittura creativa.
Il miglior racconto sarà premiato con la pubblicazione nella prima pagina del sito per un mese con l'indicazione del vincitore.


 
     



Lista Generale

     
 



A te che non sei più qui

Tesoro mio, oggi sento il bisogno di scriverti, sono poche righe che spero ti raggiungano così come mi auguro ti giunga il mio pensiero là, ove tu sei, oltre quell’orizzonte che inaspettatamente hai varcato e dal quale non si torna indietro.
Mi manchi tanto sai? Da quando non sei qui ogni cosa mi appare senza colore e tutto quel che faccio a te mi riconduce. Il nostro destino è stato crudele, ci ha uniti e poi divisi proprio nel momento in cui la vita ci sorrideva e ci stavamo accorgendo di essere importantissimi l’uno per l’altra.
A volte, quando torno nei luoghi che abbiamo abitato insieme, sento un tuffo al cuore e mi pare di sentire la tua mano che stringe la mia, forte come allora, sento il tuo calore, avverto il tuo profumo. Per un attimo mi illudo di vederti, mi spunta un sorriso, ma so che non ci sei. Trattengo a stento il pianto finchè, calde, le lacrime scendono a rigare il mio volto e immagino tu le possa asciugare con i baci, così come facevi.
Poi mi arriva il tuo pensie... (continua)

lidia filippi 07/05/2019 - 18:31
commenti 12 - Numero letture:155

Argomento: UNA LETTERA

Voto:
su 3 votanti





Lettera a mio figlio

Ciao Daniele,
voglio scriverti questa lettera pensando che un giorno tu la possa prendere in mano e rileggerla nei momenti difficili che ti capiteranno nell’arco della tua vita. L’arrivo di un figlio per i genitori dovrebbe essere sempre un momento di grande felicità e così è stato anche per me e tua madre. Sei nato il 16 settembre dello scorso anno, una domenica in cui tutti eravamo riuniti a pranzo dai nonni materni. All’improvviso, verso le 15, la mamma ha iniziato ad avere dei dolorini al basso ventre e s’è distesa nel letto della zia Carmen. Negli ultimi giorni c’erano state già delle avvisaglie e, anche se non eravamo eccessivamente preoccupati, sono andato a casa nostra a recuperare il borsone con tutto l’occorrente per l’ospedale. Una volta giunto a casa invece mi arriva la telefonata dello zio Mario che mi annunciava che si erano rotte le acque. Ho cercato di non farmi prendere dal panico ed una volta recuperato il borsone ho fatto la strada di ritorno. Sono arrivato alle 15:... (continua)

Seby Flavio Gulisano 07/05/2019 - 12:01
commenti 17 - Numero letture:255

Argomento: UNA LETTERA

Voto:
su 7 votanti



L'ultima lettera

Ciao Franco,ti stupirai davanti ai tuoi occhi di quanto segue, queste "misere" quattro righe giunte dal profondo di un oblio, che ora, solo ora Franco prende coraggio, e viene a bussare delicatamente alla tua porta, anzi al tuo portone, anzi alla fortezza del tuo castello, ormai assonnato di tramonti passati, lontano dagli audaci orizzonti, miraggi di un'essenza che solo essa, e ti dico solo essa, oggi mi da la vivida speranza di reagire a tanto tempo di tacita insofferenza. Di impeti, si, burrascosi anche e spesso e volentieri appena all'indecenza violenta, e solo loro portavoce di quel fermento, per noi devi ammettere "vocazione", una vocazione, la nostra vocazione, tutto ne comprendeva della nostra vita, le lotte intimamente sanguinarie che sognavamo, sogni nelle nostre mani, le stesse mani che hanno saputo privarsene. Come te Franco, hai saputo regalare il testimone, autore di uno dei più grandi ideali ai quali solo il cielo può esserne testimone, a chi sbaragli... (continua)

Luca Di Paolo 06/05/2019 - 18:50
commenti 3 - Numero letture:129

Argomento: UNA LETTERA

Voto:
su 3 votanti



Le parole che non leggerai

UNA LETTERA

Le istruzioni sono:

Scrivi una lettera a qualcuno o a qualcosa
di vero o immaginario.


LE PAROLE CHE NON LEGGERAI

E come sempre, mi siedo e provo a scrivere i miei pensieri.
È un giorno particolare, vorrei dire e dirti tante cose, ma non mi è facile trovare le parole, quelle giuste.
Parole che non leggerai e che non ti arriveranno mai.
Perché tu non vedi i miei pianti. Non senti quando ti chiamo.
Non puoi! Anche se ci illudiamo del contrario.
Sei partito oggi, tanti anni fa, per un lungo viaggio. Tu, che non hai viaggiato mai! Provo, ogni tanto a immaginarti in un posto, che non conosco. Ma la fantasia non basta. Non basta neanche stavolta! E mi rendo conto che non so cosa dirti.
È strano per me che uso le parole scritte, meglio di quelle parlate. Ma c'è differenza. Ed è che non sei qui... davanti.
E alla fine, a cosa servirebbe? A sentirmi meglio?
Dovrei, poi, trovare il modo di nascondere la mia ipocrisia.
Preferisco smettere e lasciare andare i p... (continua)


Loris Marcato 06/05/2019 - 06:33
commenti 6 - Numero letture:267

Argomento: UNA LETTERA

Voto:
su 4 votanti




[ Pag.1 ][ Pag.2 ][ Pag.3 ][ Pag.4 ][ Pag.5 ][ Pag.6][ Pag.7 ][ Pag.8 ][ Pag.9 ][ Pag.10 ][ Pag.11 ][ Pag.12 ][ Pag.13 ][ Pag.14 ][ Pag.15 ][ Pag.16 ][ Pag.17 ][ Pag.18 ][ Pag.19 ][ Pag.20 ][ Pag.21 ][ Pag.22 ][ Pag.23 ][ Pag.24 ][ Pag.25 ][ Pag.26 ][ Pag.27 ][ Pag.28 ][ Pag.29 ][ Pag.30 ][ Pag.31 ][ Pag.32 ][ Pag.33 ][ Pag.34 ][ Pag.35 ][ Pag.36 ][ Pag.37 ][ Pag.38 ][ Pag.39 ][ Pag.40 ][ Pag.41 ][ Pag.42 ][ Pag.43 ][ Pag.44 ][ Pag.45 ][ Pag.46 ][ Pag.47 ][ Pag.48 ][ Pag.49 ][ Pag.50 ][ Pag.51 ][ Pag.52 ][ Pag.53 ][ Pag.54 ][ Pag.55 ][ Pag.56 ][ Pag.57 ][ Pag.58 ][ Pag.59 ][ Pag.60 ][ Pag.61 ][ Pag.62 ][ Pag.63 ][ Pag.64 ][ Pag.65 ][ Pag.66 ][ Pag.67 ][ Pag.68 ][ Pag.69 ][ Pag.70 ][ Pag.71 ][ Pag.72 ][ Pag.73 ][ Pag.74 ][ Pag.75 ][ Pag.76 ][ Pag.77 ][ Pag.78 ][ Pag.79 ][ Pag.80 ][ Pag.81 ][ Pag.82 ][ Pag.83 ][ Pag.84 ][ Pag.85 ][ Pag.86 ][ Pag.87 ][ Pag.88 ][ Pag.89 ][ Pag.90 ][ Pag.91 ][ Pag.92 ][ Pag.93 ][ Pag.94 ][ Pag.95 ][ Pag.96 ][ Pag.97 ][ Pag.98 ][ Pag.99 ][ Pag.100 ][ Pag.101 ][ Pag.102 ][ Pag.103 ][ Pag.104 ][ Pag.105 ][ Pag.106 ][ Pag.107 ][ Pag.108 ][ Pag.109 ][ Pag.110 ][ Pag.111 ][ Pag.112 ][ Pag.113 ][ Pag.114 ][ Pag.115 ][ Pag.116 ][ Pag.117 ][ Pag.118 ][ Pag.119 ][ Pag.120 ][ Pag.121 ][ Pag.122 ][ Pag.123 ][ Pag.124 ][ Pag.125 ][ Pag.126 ][ Pag.127 ][ Pag.128 ][ Pag.129 ][ Pag.130 ][ Pag.131 ][ Pag.132 ][ Pag.133 ][ Pag.134 ][ Pag.135 ][ Pag.136 ][ Pag.137 ][ Pag.138 ][ Pag.139 ][ Pag.140 ][ Pag.141 ][ Pag.142 ][ Pag.143 ][ Pag.144 ][ Pag.145 ][ Pag.146 ][ Pag.147 ][ Pag.148 ][ Pag.149 ][ Pag.150 ][ Pag.151 ][ Pag.152 ][ Pag.153 ][ Pag.154 ][ Pag.155 ][ Pag.156 ][ Pag.157 ][ Pag.158 ][ Pag.159 ][ Pag.160 ][ Pag.161 ][ Pag.162 ][ Pag.163 ][ Pag.164 ][ Pag.165 ][ Pag.166 ][ Pag.167 ][ Pag.168 ][ Pag.169 ][ Pag.170 ][ Pag.171 ][ Pag.172 ][ Pag.173 ][ Pag.174 ][ Pag.175 ][ Pag.176 ][ Pag.177 ][ Pag.178 ][ Pag.179 ][ Pag.180 ][ Pag.181 ][ Pag.182 ][ Pag.183 ][ Pag.184 ][ Pag.185 ][ Pag.186 ][ Pag.187 ][ Pag.188 ][ Pag.189 ][ Pag.190 ][ Pag.191 ]

 
     


- oggiscrivo.it - Copyright 2009 - 2018 - Tutti i diritti sono riservati - Webmaster Mauro -