Scrittura Creativa

     
 

La scrittura creativa è una palestra di allenamento per chi ama scrivere e vuole sviluppare il "muscolo" della fantasia.
Per dare uno stimolo abbiamo ideato una simpatica competizione. Mensilmente proporremo un tema diverso fornendo le opportune istruzioni.
Questo mese l''argomento è:

IL TEMPO DI UNA STORIA

Le istruzioni sono:

scrivi un racconto che si svolga in un arco di tempo limitato..UN MINUTO, UN'ORA, UN GIORNO indicando tra parentesi (storia in un minuto, ecc...).


~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~

Per partecipare basta registrarsi gratuitamente ed accedere alla propria area privata dove si trova la pagina per la pubblicazione della scrittura creativa.
Il miglior racconto sarà premiato con la pubblicazione nella prima pagina del sito per un mese con l'indicazione del vincitore.


 
     



Lista Generale

     
 



Pane tostato, per colazione

Caro Diabolik,
sono libera.
Stamattina mi sono svegliata e questo ho sentito. Da due mesi già, lo ero di fatto. Fuori dalla prigione perché si è stabilito, che da te, ero stata soggiogata, resa schiava.
Tu, in effetti, sempre vestito di nero, un po' di timore lo facevi, diciamolo pure, senza contare la collezione di coltelli che tenevi tra i calzini, nel cassetto.
Dalla libertà fisica sono passata a quella mentale, ed eccomi qui, a scriverti.
Ma dico, quando ti hanno arrestato, avresti potuto far scivolare nella pianta vicino alla porta d'ingresso, almeno un diamante, il più piccolo dai...Oppure lasciarne uno nella scatola dei biscotti, tra le scarpe invernali?! Mi sarebbe bastato ed ora non sarei costretta a lavorare in un'impresa di pulizie gestita da una cooperativa, con un contratto di lavoro che...lasciamo perdere!
Ma tu, chissà dove hai nascosto i nostri diamanti? E pensare che avremmo potuto mollare tutto dopo la prima rapina, ma c'era l'antagonismo tra te e l'ispettore G... (continua)

Grazia Giuliani 05/05/2019 - 17:00
commenti 42 - Numero letture:598

Argomento: UNA LETTERA

Voto:
su 5 votanti





LETTERA AD UN BAMBINO MAI NATO

A te che vaghi in un sospeso limbo. A te che non è stato concesso un attimo di vita. A te che solitario rincorri un fatale destino. A te sconosciuto che hai lasciato solo rimpianti. Crudele ingiusto non so più…hai pagato col tuo silenzio, con la tua indifesa realtà. Perdono ti chiedo come a colui che sarebbe stato. Perdono per quella felicità che non giungerà più. Perdono per quella luce che ti è stata negata. Perdono per l’amore non conosciuto. A te che non sai, arrivi ogni nostro attimo di vita, le nostre gioie, le nostre ansie. A te che è bastato un niente per far parte di noi, giunga la preghiera unico riscatto che ti avvicina a noi. Unisciti ai nostri cuori quando verremo a cercarti in quella immensità che solo tu conoscerai!
Un pensiero d’ amore...da una mamma infelice.

Mirella Narducci... (continua)


mirella narducci 05/05/2019 - 10:01
commenti 9 - Numero letture:194

Argomento: UNA LETTERA

Voto:
su 5 votanti



Egregio Dottor Mefistofele

Alla cortese attenzione del

Dottor Mefistofele

Inferno


Egregio Dottor Mefistofele,

non so se si ricorda di me, ma credo proprio di sì, anche se la sua attività la porta ad avere contatti con innumerevoli persone. Ci siamo incontrati ormai un bel po’ di tempo fa, ed abbiamo sottoscritto un impegno, peraltro solo verbale, nel quale lei si faceva parte diligente nel garantirmi l’eterna giovinezza, ed io, in cambio, le avrei ceduto l’anima al momento opportuno.

Adesso sono qui a chiederle di voler annullare il nostro accordo. Veda, mi trovo casualmente a vivere in Italia, e le assicuro che questo non è Paese adatto ai giovani. I nostro governanti ci definiscono, nella migliore delle ipotesi, dei “bamboccioni”, e alle nostre rimostranze, motivate con la difficoltà, innegabile, di poter riuscire a trovare una casa, un lavoro, per realizzare ciò che dovrebbe essere normale, e cioè vivere, ci dicono che siamo “schizzinosi”.

A questo punto preferisco invecchiare come tut... (continua)


andrea guidi 04/05/2019 - 12:32
commenti 7 - Numero letture:160

Argomento: UNA LETTERA

Voto:
su 4 votanti





Affiora dai vetri di una vecchia Volvo

In questo pomeriggio festivo senza ansia, una sigaretta
a metà, col tempo che non mette bene… penso a lei che non è che un ricordo.
Anche allora il sole come me non era al suo posto. Ho memoria delle nuvole, finestre a solatio, che nonostante credo fosse gennaio, per quanto possibile lasciavano che quello assicurasse ricordanza del suo calore.
E ho impronta che in quei giorni di cambiamenti il sole fosse tra quelli a favore delle trentacinque ore. Così come l’azienda dei telefoni, alla quale chiesi un numero di cellulare. Mi risposero che serviva almeno un indirizzo. Inaudito, la luna dove volete possa abitare!?!
Da allora non riesco più a credere agli occhi di una donna e alle parole che siedono sulle sue labbra. Quando si fa notte e ci guardiamo, se potessimo parlare la luna forse mi laverebbe un po’ di rabbia.
Gran parte del paese era dentro le proprie case, e a trovare parcheggio si faceva fatica.
In quella strada capii che era domenica dalla radio che trasmetteva la partit... (continua)

Mirko (MastroPoeta) 27/04/2019 - 21:19
commenti 8 - Numero letture:182

Argomento: AFFIORA UN PENSIERO D'AMORE (incipit)

Voto:
su 4 votanti




[ Pag.1 ][ Pag.2 ][ Pag.3 ][ Pag.4 ][ Pag.5 ][ Pag.6 ][ Pag.7][ Pag.8 ][ Pag.9 ][ Pag.10 ][ Pag.11 ][ Pag.12 ][ Pag.13 ][ Pag.14 ][ Pag.15 ][ Pag.16 ][ Pag.17 ][ Pag.18 ][ Pag.19 ][ Pag.20 ][ Pag.21 ][ Pag.22 ][ Pag.23 ][ Pag.24 ][ Pag.25 ][ Pag.26 ][ Pag.27 ][ Pag.28 ][ Pag.29 ][ Pag.30 ][ Pag.31 ][ Pag.32 ][ Pag.33 ][ Pag.34 ][ Pag.35 ][ Pag.36 ][ Pag.37 ][ Pag.38 ][ Pag.39 ][ Pag.40 ][ Pag.41 ][ Pag.42 ][ Pag.43 ][ Pag.44 ][ Pag.45 ][ Pag.46 ][ Pag.47 ][ Pag.48 ][ Pag.49 ][ Pag.50 ][ Pag.51 ][ Pag.52 ][ Pag.53 ][ Pag.54 ][ Pag.55 ][ Pag.56 ][ Pag.57 ][ Pag.58 ][ Pag.59 ][ Pag.60 ][ Pag.61 ][ Pag.62 ][ Pag.63 ][ Pag.64 ][ Pag.65 ][ Pag.66 ][ Pag.67 ][ Pag.68 ][ Pag.69 ][ Pag.70 ][ Pag.71 ][ Pag.72 ][ Pag.73 ][ Pag.74 ][ Pag.75 ][ Pag.76 ][ Pag.77 ][ Pag.78 ][ Pag.79 ][ Pag.80 ][ Pag.81 ][ Pag.82 ][ Pag.83 ][ Pag.84 ][ Pag.85 ][ Pag.86 ][ Pag.87 ][ Pag.88 ][ Pag.89 ][ Pag.90 ][ Pag.91 ][ Pag.92 ][ Pag.93 ][ Pag.94 ][ Pag.95 ][ Pag.96 ][ Pag.97 ][ Pag.98 ][ Pag.99 ][ Pag.100 ][ Pag.101 ][ Pag.102 ][ Pag.103 ][ Pag.104 ][ Pag.105 ][ Pag.106 ][ Pag.107 ][ Pag.108 ][ Pag.109 ][ Pag.110 ][ Pag.111 ][ Pag.112 ][ Pag.113 ][ Pag.114 ][ Pag.115 ][ Pag.116 ][ Pag.117 ][ Pag.118 ][ Pag.119 ][ Pag.120 ][ Pag.121 ][ Pag.122 ][ Pag.123 ][ Pag.124 ][ Pag.125 ][ Pag.126 ][ Pag.127 ][ Pag.128 ][ Pag.129 ][ Pag.130 ][ Pag.131 ][ Pag.132 ][ Pag.133 ][ Pag.134 ][ Pag.135 ][ Pag.136 ][ Pag.137 ][ Pag.138 ][ Pag.139 ][ Pag.140 ][ Pag.141 ][ Pag.142 ][ Pag.143 ][ Pag.144 ][ Pag.145 ][ Pag.146 ][ Pag.147 ][ Pag.148 ][ Pag.149 ][ Pag.150 ][ Pag.151 ][ Pag.152 ][ Pag.153 ][ Pag.154 ][ Pag.155 ][ Pag.156 ][ Pag.157 ][ Pag.158 ][ Pag.159 ][ Pag.160 ][ Pag.161 ][ Pag.162 ][ Pag.163 ][ Pag.164 ][ Pag.165 ][ Pag.166 ][ Pag.167 ][ Pag.168 ][ Pag.169 ][ Pag.170 ][ Pag.171 ][ Pag.172 ][ Pag.173 ][ Pag.174 ][ Pag.175 ][ Pag.176 ][ Pag.177 ][ Pag.178 ][ Pag.179 ][ Pag.180 ][ Pag.181 ][ Pag.182 ][ Pag.183 ][ Pag.184 ][ Pag.185 ][ Pag.186 ][ Pag.187 ][ Pag.188 ][ Pag.189 ][ Pag.190 ][ Pag.191 ]

 
     


- oggiscrivo.it - Copyright 2009 - 2018 - Tutti i diritti sono riservati - Webmaster Mauro -