Scrittura Creativa

     
 

La scrittura creativa è una palestra di allenamento per chi ama scrivere e vuole sviluppare il "muscolo" della fantasia.
Per dare uno stimolo abbiamo ideato una simpatica competizione. Mensilmente proporremo un tema diverso fornendo le opportune istruzioni.
Questo mese l''argomento è:

IL TEMPO DI UNA STORIA

Le istruzioni sono:

scrivi un racconto che si svolga in un arco di tempo limitato..UN MINUTO, UN'ORA, UN GIORNO indicando tra parentesi (storia in un minuto, ecc...).


~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~

Per partecipare basta registrarsi gratuitamente ed accedere alla propria area privata dove si trova la pagina per la pubblicazione della scrittura creativa.
Il miglior racconto sarà premiato con la pubblicazione nella prima pagina del sito per un mese con l'indicazione del vincitore.


 
     



Lista Generale

     
 



LETTERA AD UNO SCRITTORE

LETTERA AD UNO SCRITTORE.

30 Maggio 2019
Caro Alessandro,
Sarà giusto cominciare così? Probabilmente lei ne inorridirebbe, o forse la prenderebbe con ironia. Io non posso fare a meno di chiamarla per nome, perché è come se la conoscessi. E poi questo è uno scritto strano, vede una lettera che non è destinata ad essere spedita, e che non può essere letta, per lo meno dal destinatario, è una lettera che non deve essere scritta, ma ci sono pensieri ed idee, che per quanto utopistici ed irrequieti, chiedono tuttavia di essere espressi, e per questo le scrivo. E mai avrei pensato di scriverle, ed invece mi ritrovo ad affidare all'aria questa lettera, indirizzandola ad un tempo passato, il suo tempo. E forse è una follia, indirizzare una lettera ad Alessandro Manzoni, ma francamente non potevo indirizzarla ad altri, e per svariati motivi, innanzitutto, perché una lettera, da non spedire, di un'aspirante scrittrice non poteva non essere indiriz... (continua)


Marirosa Tomaselli 31/05/2019 - 15:00
commenti 3 - Numero letture:75

Argomento: UNA LETTERA

Voto:
su 2 votanti





LETTERA DI RINGRAZIAMENTO

Caro Adriano,

“Minù, ti voglio bene”. Queste sono le ultime parole che mi hai detto ieri sera.
In questa frase è un po’ racchiusa la mia vita perché ho subito capito che sarebbero state le ultime tue parole per me. D’altra parte, mi aspettavo che tu mi dicessi qualcosa perché entrambi sapevamo che non ci saremmo rivisti più. Proprio così. La mia vita sta finendo ma tu ancora stenti a crederci.
Io non ho capito la frase che mi ha detto, perché noi cani avvertiamo solo il suono ed il suono è stato dolce, affettuoso ed immagino che tu mi abbia detto qualcosa di molto bello perché contemporaneamente mi hai sollevato il muso e mi hai carezzato nei punti in cui mi piace essere carezzata, dietro le orecchie, poi sotto il mento, perché sai che in quel posto non ci arrivo. Quindi mi hai posato la testa a terra e mi hai carezzato il dorso. Sono state le tue ultime carezze.
Oggi sarà una giornata particolare lo sento, come se tutte le cose dovessero cessare all’improvviso e dovessi perdere ... (continua)


Adriano Martini 24/05/2019 - 09:30
commenti 8 - Numero letture:144

Argomento: UNA LETTERA

Voto:
su 5 votanti





ti scrivo perchè....

Ti scrivo

perché non esisti

come quelle letterine indirizzate a Babbo Natale che ripetutamente imbucavo. Chissà sotto quanta altra carta, poi distrutta, saranno andate a dormire…
e come le bambole che chiedevo, descrivendole minuziosamente affinchè Babbo Natale non sbagliasse, non dimenticando mai d’includere la preghierina a Gesù perché non mi strappasse mai la mamma ed anche quel papà militare, un pò troppo severo, un pò troppo di tutto

Ti scrivo

perché non sei ancora nato o forse, già sparito

come quelle stelle cadenti che portavano sulla scia i desideri antichi, disperdendoli poi, come semi, nell’universo di pane e di sole, evaporati come acqua, dormienti, in un letargo destinato a non finire, come la sabbia di una clessidra che torna e poi ritorna…
e di quella gonnellina a pieghe che desideravo tanto e che la mamma non poteva comprarmi fino a convincermi io stessa che, poi, non era così bella
e di tutto quel cui ho rinunciato con rispetto, o semplicemente per d... (continua)


laisa azzurra 23/05/2019 - 19:03
commenti 10 - Numero letture:233

Argomento: UNA LETTERA

Voto:
su 7 votanti



Alla complice

Mi manchi più di quanto posso sopportare, pensandoti riesco ancora a percepire il tuo profumo, riesco a sentire ancora il tuo respiro, vedo ancora l'insicurezza dei miei occhi riflessi nella profondità dei tuoi. Vagando tra le strade in mezzo ad un infinità 0di gente, sento il suono della tua risata e mi fermo, e mi giro con la flebile speranza di vederti conscio dell'impossibilità che ciò accada. Questo dolore mi opprime, vorrei adagiarmi sulle tue ginocchia, sentire le tue mani che ad ogni carezza spazzano via i problemi e i cattivi pensieri, poi ricomincio a camminare accorgendomi che non sei piu mia complice in questo caos che è la nostra società, un sorriso amaro sorge sul mio viso, conseguenza inevitabile della tua assenza, non sei piu mia e questa è la realtà.... (continua)

IL CONTE M. 23/05/2019 - 01:20
commenti 4 - Numero letture:105

Argomento: UNA LETTERA

Voto:
su 3 votanti




[ Pag.1 ][ Pag.2 ][ Pag.3][ Pag.4 ][ Pag.5 ][ Pag.6 ][ Pag.7 ][ Pag.8 ][ Pag.9 ][ Pag.10 ][ Pag.11 ][ Pag.12 ][ Pag.13 ][ Pag.14 ][ Pag.15 ][ Pag.16 ][ Pag.17 ][ Pag.18 ][ Pag.19 ][ Pag.20 ][ Pag.21 ][ Pag.22 ][ Pag.23 ][ Pag.24 ][ Pag.25 ][ Pag.26 ][ Pag.27 ][ Pag.28 ][ Pag.29 ][ Pag.30 ][ Pag.31 ][ Pag.32 ][ Pag.33 ][ Pag.34 ][ Pag.35 ][ Pag.36 ][ Pag.37 ][ Pag.38 ][ Pag.39 ][ Pag.40 ][ Pag.41 ][ Pag.42 ][ Pag.43 ][ Pag.44 ][ Pag.45 ][ Pag.46 ][ Pag.47 ][ Pag.48 ][ Pag.49 ][ Pag.50 ][ Pag.51 ][ Pag.52 ][ Pag.53 ][ Pag.54 ][ Pag.55 ][ Pag.56 ][ Pag.57 ][ Pag.58 ][ Pag.59 ][ Pag.60 ][ Pag.61 ][ Pag.62 ][ Pag.63 ][ Pag.64 ][ Pag.65 ][ Pag.66 ][ Pag.67 ][ Pag.68 ][ Pag.69 ][ Pag.70 ][ Pag.71 ][ Pag.72 ][ Pag.73 ][ Pag.74 ][ Pag.75 ][ Pag.76 ][ Pag.77 ][ Pag.78 ][ Pag.79 ][ Pag.80 ][ Pag.81 ][ Pag.82 ][ Pag.83 ][ Pag.84 ][ Pag.85 ][ Pag.86 ][ Pag.87 ][ Pag.88 ][ Pag.89 ][ Pag.90 ][ Pag.91 ][ Pag.92 ][ Pag.93 ][ Pag.94 ][ Pag.95 ][ Pag.96 ][ Pag.97 ][ Pag.98 ][ Pag.99 ][ Pag.100 ][ Pag.101 ][ Pag.102 ][ Pag.103 ][ Pag.104 ][ Pag.105 ][ Pag.106 ][ Pag.107 ][ Pag.108 ][ Pag.109 ][ Pag.110 ][ Pag.111 ][ Pag.112 ][ Pag.113 ][ Pag.114 ][ Pag.115 ][ Pag.116 ][ Pag.117 ][ Pag.118 ][ Pag.119 ][ Pag.120 ][ Pag.121 ][ Pag.122 ][ Pag.123 ][ Pag.124 ][ Pag.125 ][ Pag.126 ][ Pag.127 ][ Pag.128 ][ Pag.129 ][ Pag.130 ][ Pag.131 ][ Pag.132 ][ Pag.133 ][ Pag.134 ][ Pag.135 ][ Pag.136 ][ Pag.137 ][ Pag.138 ][ Pag.139 ][ Pag.140 ][ Pag.141 ][ Pag.142 ][ Pag.143 ][ Pag.144 ][ Pag.145 ][ Pag.146 ][ Pag.147 ][ Pag.148 ][ Pag.149 ][ Pag.150 ][ Pag.151 ][ Pag.152 ][ Pag.153 ][ Pag.154 ][ Pag.155 ][ Pag.156 ][ Pag.157 ][ Pag.158 ][ Pag.159 ][ Pag.160 ][ Pag.161 ][ Pag.162 ][ Pag.163 ][ Pag.164 ][ Pag.165 ][ Pag.166 ][ Pag.167 ][ Pag.168 ][ Pag.169 ][ Pag.170 ][ Pag.171 ][ Pag.172 ][ Pag.173 ][ Pag.174 ][ Pag.175 ][ Pag.176 ][ Pag.177 ][ Pag.178 ][ Pag.179 ][ Pag.180 ][ Pag.181 ][ Pag.182 ][ Pag.183 ][ Pag.184 ][ Pag.185 ][ Pag.186 ][ Pag.187 ][ Pag.188 ][ Pag.189 ][ Pag.190 ][ Pag.191 ]

 
     


- oggiscrivo.it - Copyright 2009 - 2018 - Tutti i diritti sono riservati - Webmaster Mauro -