Scrittura Creativa

     
 

La scrittura creativa è una palestra di allenamento per chi ama scrivere e vuole sviluppare il "muscolo" della fantasia.
Per dare uno stimolo abbiamo ideato una simpatica competizione. Mensilmente proporremo un tema diverso fornendo le opportune istruzioni.
Questo mese l''argomento è:

OSSERVARE, PENSARE, PARLARE, INTERVENIRE

Le istruzioni sono:

siete dal barbiere (o dal parrucchiere) e ...pensate, parlate, osservate, intervenite ... magari c'è una persona che non vedete da tempo, oppure parlate col parrucchiere, fuori piove, oppure fa caldo... fate voi...siate creativi


~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~

Per partecipare basta registrarsi gratuitamente ed accedere alla propria area privata dove si trova la pagina per la pubblicazione della scrittura creativa.
Il miglior racconto sarà premiato con la pubblicazione nella prima pagina del sito per un mese con l'indicazione del vincitore.


 
     



Lista Generale

     
 

Il copione

Interno di una catapecchia, incasinata ma dignitosa. Un uomo è sdraiato sul letto. Non sta dormendo.
È lì, tranquillo. Bussano alla porta.
L'uomo inclina la testa, guarda l’entrata e pensa: "Perché non posso spegnere il mondo. Possibile che abbiano tutti quest'ansia di vivere".
L'uomo: "Arrivo!".
Si alza, sbatte la coperta nell'altra metà del letto e scocciato va ad aprire.
Chi stava aspettando? A si..Sami, lo ha chiamato lui nella mattinata.
Si era svegliato alle cinque con una frenesia nelle ossa che andava placata e così ha chiamato Sami, lui ha la soluzione.
L’uomo: "Ciao bello, ti ho chiamato stamattina per un caffè. Entra".
Sami: "Moro, sai che sei un amico, appena riesco arrivo".
Moro: "Sono le sei di sera..mi sono organizzato da solo..ma cos'hai?".
Nel breve proforma, sono già entrati in casa e si sono seduti sul divano.
Moro: "Vuoi una birra?".
Sami: "No amico, devo andare subito, ho una tipa che mi ... (continua)

ellis lio 17/03/2016 - 21:06
commenti 2 - Numero letture:728

Argomento: INCIPIT

Voto:
su 2 votanti





L\\\'inganno...

“Interno di una catapecchia, incasinata ma dignitosa. Un uomo è sdraiato sul letto. Non sta dormendo. È lì, tranquillo. Bussano alla porta…… “chi è? “Chiede Angelo, dal letto dove stava meditando sul da farsi per il domani…” Agenti di Polizia! Apra la porta!”
-Li per lì non capisce, si alza piano dal letto, un po’ anchilosato, apre la porta, i due agenti della polizia locale, fanno scattare subito le manette sui polsi di Angelo, che attonito segue la scena come se non stesse accadendo a lui. I due Agenti lo guardano e iniziano a leggere i suoi diritti: “Signor Angelo Torres è accusato di molestie et…”
-Angelo che non aveva mai fatto male a una mosca, inorridisce e tenta di parlare, ma dalla bocca non esce nessun suono, spaventato a morte cerca di aggrapparsi spasmodicamente a qualcosa, le sue mani non possono afferrare niente. Terribile sentenza per un uomo buono e mite, che da bravo agricoltore curava le sue terre, coltivando grano e un piccolo orto dove faceva crescere ortaggi di... (continua)

Margherita Pisano 14/03/2016 - 23:23
commenti 11 - Numero letture:500

Argomento: INCIPIT

Voto:
su 4 votanti



L'INGEGNERE

E’ indeciso se alzarsi ed aprire perché si è addormentato tardi ed ha riposato male; resta in attesa ma non sente più niente e quindi considera risolto il problema. Durante la notte si è anche svegliato per il freddo e dopo aver messo un’altra coperta su letto, che occupava da solo, è scivolato in uno stato di dormiveglia e nella sua mente hanno vagato mille pensieri ed ansie che non è riuscito a controllare.
Si è trovato all’alba semi intontito a fissare, nella penombra, i vari dettagli della casa in cui si è rifugiato. Per la verità più che una casa sembra un magazzino dove, nel poco spazio a disposizione, ha dovuto sistemare ciò che è rimasto della sua vita precedente che era di tutt’altro tenore.
Ora abita nella periferia della città, in uno stabile vecchio e cadente il cui unico punto di riscaldamento è una stufa situata in cucina. Gli è stato messo a disposizione da un conoscente che lo ha affittato per un prezzo modesto, sia per non tenerlo vuoto che per le ridotte dime... (continua)

Gaetano Antonioli 14/03/2016 - 17:47
commenti 4 - Numero letture:674

Argomento: INCIPIT

Voto:
su 2 votanti



La vendetta va servita fredda

Interno di una catapecchia, incasinata ma dignitosa. Un uomo è sdraiato sul letto. Non sta dormendo. E' lì, tranquillo. Bussano alla porta: tre colpi decisi e, dopo una breve pausa, altrettanti.
Sorpreso per aver sentito il segnale stabilito con parecchi giorni di anticipo, l’uomo scatta giù dal letto ma, prima di avviarsi verso la porta, prende il suo revolver dal comodino. Senza far il minimo rumore, si avvicina alla porta e appoggia la schiena al muro, tenendo ben salda la pistola nella mano sinistra.
«Chi è?» domanda cauto.
«Il Russo».
A quel nome, gli arrugginiti catenacci e cardini della vecchia porta di legno iniziano a cigolare.
«Su, entra» ordina l’uomo all’interno della catapecchia. «Ti ha seguito qualcuno?» chiede e, prima di richiudersi la pesante porta alle spalle, si sporge leggermente, lanciando occhiate guardinghe verso la fitta vegetazione che circonda la baracca.
«No, non mi ha seguito nessuno» sbuffa il Russo, notando che l’uomo impugna una pistola. «Dì un po’ ... (continua)

Chiara B. 14/03/2016 - 07:55
commenti 16 - Numero letture:620

Argomento: INCIPIT

Voto:
su 5 votanti




[ Pag.1 ][ Pag.2 ][ Pag.3 ][ Pag.4 ][ Pag.5 ][ Pag.6 ][ Pag.7 ][ Pag.8 ][ Pag.9 ][ Pag.10 ][ Pag.11 ][ Pag.12 ][ Pag.13 ][ Pag.14 ][ Pag.15 ][ Pag.16 ][ Pag.17 ][ Pag.18 ][ Pag.19 ][ Pag.20 ][ Pag.21 ][ Pag.22 ][ Pag.23 ][ Pag.24 ][ Pag.25 ][ Pag.26 ][ Pag.27 ][ Pag.28 ][ Pag.29 ][ Pag.30 ][ Pag.31 ][ Pag.32 ][ Pag.33 ][ Pag.34 ][ Pag.35 ][ Pag.36 ][ Pag.37 ][ Pag.38 ][ Pag.39 ][ Pag.40 ][ Pag.41 ][ Pag.42 ][ Pag.43 ][ Pag.44 ][ Pag.45 ][ Pag.46 ][ Pag.47 ][ Pag.48 ][ Pag.49 ][ Pag.50 ][ Pag.51 ][ Pag.52 ][ Pag.53 ][ Pag.54 ][ Pag.55 ][ Pag.56 ][ Pag.57 ][ Pag.58 ][ Pag.59 ][ Pag.60 ][ Pag.61 ][ Pag.62 ][ Pag.63 ][ Pag.64 ][ Pag.65 ][ Pag.66 ][ Pag.67 ][ Pag.68 ][ Pag.69 ][ Pag.70 ][ Pag.71 ][ Pag.72 ][ Pag.73 ][ Pag.74 ][ Pag.75 ][ Pag.76 ][ Pag.77 ][ Pag.78 ][ Pag.79 ][ Pag.80 ][ Pag.81 ][ Pag.82 ][ Pag.83 ][ Pag.84 ][ Pag.85 ][ Pag.86 ][ Pag.87 ][ Pag.88 ][ Pag.89 ][ Pag.90 ][ Pag.91 ][ Pag.92 ][ Pag.93 ][ Pag.94 ][ Pag.95 ][ Pag.96 ][ Pag.97 ][ Pag.98 ][ Pag.99 ][ Pag.100 ][ Pag.101 ][ Pag.102 ][ Pag.103 ][ Pag.104][ Pag.105 ][ Pag.106 ][ Pag.107 ][ Pag.108 ][ Pag.109 ][ Pag.110 ][ Pag.111 ][ Pag.112 ][ Pag.113 ][ Pag.114 ][ Pag.115 ][ Pag.116 ][ Pag.117 ][ Pag.118 ][ Pag.119 ][ Pag.120 ][ Pag.121 ][ Pag.122 ][ Pag.123 ][ Pag.124 ][ Pag.125 ][ Pag.126 ][ Pag.127 ][ Pag.128 ][ Pag.129 ][ Pag.130 ][ Pag.131 ][ Pag.132 ][ Pag.133 ][ Pag.134 ][ Pag.135 ][ Pag.136 ][ Pag.137 ][ Pag.138 ][ Pag.139 ][ Pag.140 ][ Pag.141 ][ Pag.142 ][ Pag.143 ][ Pag.144 ][ Pag.145 ][ Pag.146 ][ Pag.147 ][ Pag.148 ][ Pag.149 ][ Pag.150 ][ Pag.151 ][ Pag.152 ][ Pag.153 ][ Pag.154 ][ Pag.155 ][ Pag.156 ][ Pag.157 ][ Pag.158 ][ Pag.159 ][ Pag.160 ][ Pag.161 ][ Pag.162 ][ Pag.163 ][ Pag.164 ][ Pag.165 ][ Pag.166 ][ Pag.167 ][ Pag.168 ][ Pag.169 ][ Pag.170 ][ Pag.171 ][ Pag.172 ][ Pag.173 ][ Pag.174 ][ Pag.175 ][ Pag.176 ][ Pag.177 ][ Pag.178 ][ Pag.179 ][ Pag.180 ][ Pag.181 ][ Pag.182 ][ Pag.183 ]

 
     


- oggiscrivo.it - Copyright 2009 - 2018 - Tutti i diritti sono riservati - Webmaster Mauro -