Scrittura Creativa

     
 

La scrittura creativa è una palestra di allenamento per chi ama scrivere e vuole sviluppare il "muscolo" della fantasia.
Per dare uno stimolo abbiamo ideato una simpatica competizione. Mensilmente proporremo un tema diverso fornendo le opportune istruzioni.
Questo mese l''argomento è:

IL TEMPO DI UNA STORIA

Le istruzioni sono:

scrivi un racconto che si svolga in un arco di tempo limitato..UN MINUTO, UN'ORA, UN GIORNO indicando tra parentesi (storia in un minuto, ecc...).


~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~

Per partecipare basta registrarsi gratuitamente ed accedere alla propria area privata dove si trova la pagina per la pubblicazione della scrittura creativa.
Il miglior racconto sarà premiato con la pubblicazione nella prima pagina del sito per un mese con l'indicazione del vincitore.


 
     



Lista Generale

     
 

VISITA ALLA GROTTA

Dopo una serata allegra, io e due amici, avevamo deciso di andare a visitare insieme una grotta.
Il primo più scaltro, Luca, era davanti a noi e parlava, parlava un pò tanto, sorridendo malizioso.
Guardate qui che bellezza, che spettacolo, peccato che siamo quasi al buio se non fosse per queste torce e un terzo incomodo!
Roberto raggiungendolo, fece spallucce come a dire: hai proposto tu sta cosa, se volevi Mary e basta, potevi invitare solo lei.
(lei mi piace e se tu la porti a cena fuori, io dopo la porto al cinema).
Risi e dissi: adesso basta però litigare per una donna, (poi noi siamo tremende), lo faremo dopo questa esplorazione!
Per darvi prova comunque che non ho paura, state pure davanti a me!
Camminavo inseguendo gli altri due, pezzo per pezzo, quasi in modo gaffoso come un anatra!
Di tanto in tanto osservavo le pareti, aggrappandomi come mister bean, con le sue stesse facce, pensando: ma chi me l' ha fatto fare di venire qui, in questa umidità! io che sono così cal... (continua)

Mary L 10/10/2017 - 19:18
commenti 8 - Numero letture:336

Argomento: AL BUIO IN UNA CAVERNA

Voto:
su 5 votanti



Marco e Giulia

Giulia ha insistito così tanto, Marco non era affatto d'accordo, gli sembrava stupido e inutilmente pericoloso, ma un escursione sorvegliata da addetti ai lavori alla fine non poteva riservare spiacevoli sorprese, così almeno sperava.
Lasciarono i loro rispettivi compagni in hotel, e si imbarcarono in questa strana avventura, nonostante si conoscessero da soli 3 giorni, Giulia era bella, di una bellezza così normale che spiazzava, non si scorgeva nessun particolare punto di forza, ma l'assieme lasciava comunque l'osservatore incapace di staccargli gli occhi di dosso.
L'entrata della grotta era spettacolare, un enorme buco sul fianco della montagna, che dopo pochi passi sprofondava nelle sue viscere come ad ingoiarti, entrambi restarono spaventati ed affascinati, lei gli pizzicò il braccio mentre saltellava eccitata come una ragazzina, non se ne accorse nemmeno, Marco incassò sorpreso, ma non disse una parola, pagò i due ingressi e furono inghiottiti in un boccone.
Si accorsero subit... (continua)

FABIO QUERO 10/10/2017 - 12:18
commenti 2 - Numero letture:366

Argomento: AL BUIO IN UNA CAVERNA

Voto:
su 0 votanti





IL MISTERO DELLA GROTTA ETRUSCA

La storia degli Etruschi mi ha sempre affascinato, quale occasione più propizia di una visita alla più grande necropoli etrusca organizzata da due docenti dell'università. Dopo un appello minuzioso e le solite raccomandazioni ci divisero in gruppi. Come guida di cinque giovani scelsero me perché conoscevo quei posti. Così munita di piantina, con l'entusiasmo di sempre portai il mio sparuto gruppetto all'entrata di quella che doveva essere una casa etrusca ma somigliava ad una caverna, si doveva scendere nell'incavo di una grotta. La luce illuminò le pareti affrescate, colori stupendi disegnavano le pareti. Affascinati i giovani erano entusiasti, passavano da una stanza all'altra scoprendo dalle pitture la vita di questo popolo, anch'io ero presa da questa cultura antica. Ad un tratto mi fermai di colpo, la piantina che avevo non mi dava più le indicazioni giuste, era avvenuta qualche modifica il percorso non era più quello, si apriva davanti ai miei occhi un corridoio che andava in una... (continua)

mirella narducci 10/10/2017 - 09:36
commenti 9 - Numero letture:386

Argomento: AL BUIO IN UNA CAVERNA

Voto:
su 6 votanti



Una bambola in dono

Questa non è la mia storia, ma è una storia realmente accaduta.

Ero molto provato, non avevo più fiducia in me stesso, pensavo che nulla più potesse scuotermi e che niente avrebbe potuto cambiare il mio destino.
Avevo solo 22 anni , ma, cattive compagnie, mi avevano fatto accumulare esperienze negative e, quello che più comnta, avevo deluso in pieno le aspettative dei miei genitori.
Eppure sentivo che solo in loro potevo riporre la mia fiducia , ma , soprattutto, la speranza di vivere una vita lontano da tutti i vizi, che avevo accumulato in quel piccolo periodo di vita.
Avevo scontato una pena per spaccio di droga, che si era conclusa con gli arresti domiciliari, durati più di un anno.
Ma io non avevo mai spacciato, avevo invece fatto uso di sostanze stupefacenti, ed ero stato scoperto mentre mi approvviggionavo da uno di quegli uccidi/ragazzi.
I miei genitori non erano ricchi, ma mi permisero, dopo la detenzione forzata, di rinchiudermi in una comunità , vicino a... (continua)


Teresa Peluso 20/09/2017 - 19:24
commenti 5 - Numero letture:494

Argomento: INCIPIT

Voto:
su 3 votanti




[ Pag.1 ][ Pag.2 ][ Pag.3 ][ Pag.4 ][ Pag.5 ][ Pag.6 ][ Pag.7 ][ Pag.8 ][ Pag.9 ][ Pag.10 ][ Pag.11 ][ Pag.12 ][ Pag.13 ][ Pag.14 ][ Pag.15 ][ Pag.16 ][ Pag.17 ][ Pag.18 ][ Pag.19 ][ Pag.20 ][ Pag.21 ][ Pag.22 ][ Pag.23 ][ Pag.24 ][ Pag.25 ][ Pag.26 ][ Pag.27 ][ Pag.28 ][ Pag.29 ][ Pag.30 ][ Pag.31 ][ Pag.32 ][ Pag.33 ][ Pag.34 ][ Pag.35 ][ Pag.36 ][ Pag.37 ][ Pag.38 ][ Pag.39 ][ Pag.40 ][ Pag.41 ][ Pag.42 ][ Pag.43 ][ Pag.44 ][ Pag.45 ][ Pag.46][ Pag.47 ][ Pag.48 ][ Pag.49 ][ Pag.50 ][ Pag.51 ][ Pag.52 ][ Pag.53 ][ Pag.54 ][ Pag.55 ][ Pag.56 ][ Pag.57 ][ Pag.58 ][ Pag.59 ][ Pag.60 ][ Pag.61 ][ Pag.62 ][ Pag.63 ][ Pag.64 ][ Pag.65 ][ Pag.66 ][ Pag.67 ][ Pag.68 ][ Pag.69 ][ Pag.70 ][ Pag.71 ][ Pag.72 ][ Pag.73 ][ Pag.74 ][ Pag.75 ][ Pag.76 ][ Pag.77 ][ Pag.78 ][ Pag.79 ][ Pag.80 ][ Pag.81 ][ Pag.82 ][ Pag.83 ][ Pag.84 ][ Pag.85 ][ Pag.86 ][ Pag.87 ][ Pag.88 ][ Pag.89 ][ Pag.90 ][ Pag.91 ][ Pag.92 ][ Pag.93 ][ Pag.94 ][ Pag.95 ][ Pag.96 ][ Pag.97 ][ Pag.98 ][ Pag.99 ][ Pag.100 ][ Pag.101 ][ Pag.102 ][ Pag.103 ][ Pag.104 ][ Pag.105 ][ Pag.106 ][ Pag.107 ][ Pag.108 ][ Pag.109 ][ Pag.110 ][ Pag.111 ][ Pag.112 ][ Pag.113 ][ Pag.114 ][ Pag.115 ][ Pag.116 ][ Pag.117 ][ Pag.118 ][ Pag.119 ][ Pag.120 ][ Pag.121 ][ Pag.122 ][ Pag.123 ][ Pag.124 ][ Pag.125 ][ Pag.126 ][ Pag.127 ][ Pag.128 ][ Pag.129 ][ Pag.130 ][ Pag.131 ][ Pag.132 ][ Pag.133 ][ Pag.134 ][ Pag.135 ][ Pag.136 ][ Pag.137 ][ Pag.138 ][ Pag.139 ][ Pag.140 ][ Pag.141 ][ Pag.142 ][ Pag.143 ][ Pag.144 ][ Pag.145 ][ Pag.146 ][ Pag.147 ][ Pag.148 ][ Pag.149 ][ Pag.150 ][ Pag.151 ][ Pag.152 ][ Pag.153 ][ Pag.154 ][ Pag.155 ][ Pag.156 ][ Pag.157 ][ Pag.158 ][ Pag.159 ][ Pag.160 ][ Pag.161 ][ Pag.162 ][ Pag.163 ][ Pag.164 ][ Pag.165 ][ Pag.166 ][ Pag.167 ][ Pag.168 ][ Pag.169 ][ Pag.170 ][ Pag.171 ][ Pag.172 ][ Pag.173 ][ Pag.174 ][ Pag.175 ][ Pag.176 ][ Pag.177 ][ Pag.178 ][ Pag.179 ][ Pag.180 ][ Pag.181 ][ Pag.182 ][ Pag.183 ][ Pag.184 ][ Pag.185 ][ Pag.186 ][ Pag.187 ][ Pag.188 ][ Pag.189 ][ Pag.190 ][ Pag.191 ]

 
     


- oggiscrivo.it - Copyright 2009 - 2018 - Tutti i diritti sono riservati - Webmaster Mauro -