Scrittura Creativa

     
 

La scrittura creativa è una palestra di allenamento per chi ama scrivere e vuole sviluppare il "muscolo" della fantasia.
Per dare uno stimolo abbiamo ideato una simpatica competizione. Mensilmente proporremo un tema diverso fornendo le opportune istruzioni.
Questo mese l''argomento è:

IL FINALE

Le istruzioni sono:

Scrivi un racconto che termini così:
Mi è venuta vicino e mi ha sussurrato in un orecchio.
- E tu scemo mi prometti che ci rivedremo?
- Te lo prometto
Quando mi sono svegliato lei era andata via. Mi aveva lasciato un biglietto


~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~

Per partecipare basta registrarsi gratuitamente ed accedere alla propria area privata dove si trova la pagina per la pubblicazione della scrittura creativa.
Il miglior racconto sarà premiato con la pubblicazione nella prima pagina del sito per un mese con l'indicazione del vincitore.


 
     



Lista Generale

     
 

Le bugie han le gambe corte

Irene (dalla sala da pranzo, sentendo la serratura della porta d’ingresso scattare): «Amore, sei tu?».
Mattia (sorpreso): «Sì, sono io».
Irene (dopo avergli dato un bacio e preso un sacchetto stracolmo di cibo): «Ci hai messo tanto a fare la spesa…» (dirigendosi in cucina) «Iniziavo a preoccuparmi».
Mattia: «Non essere così apprensiva, lo sai benissimo anche tu che il sabato mattina i supermercati sono presi d’assalto! Pensa che sono stato più di quaranta minuti in coda alla cassa!».
Irene (togliendo la merce dai sacchetti e disponendola sul tavolo, per metterla a posto): «Hai trovato tutto?».
Mattia (aiutandola): «Certo, tutto quello che mi avevi scritto nella lista».
Irene (tenendo in una mano una confezione di gamberetti e nell’altra un barattolo di salsa rosa): «E questi? Perché li hai comprati? Non te lo avevo mica detto».
Mattia: «Siccome stasera tu non ci sarai, e quindi cenerò tutto solo, mi consolerò con un bel cocktail di gamberi».
Irene: «Più che la cena di un uomo s... (continua)

Chiara B. 09/02/2015 - 11:22
commenti 19 - Numero letture:710

Argomento: IL DIALOGO

Voto:
su 13 votanti





DA UN GIORNO STORTO... L'AMICIZIA

Nel nostro singolare scorrere del tempo, imbattersi con una persona brusca, scorretta, volgare o in una inaspettata lite è più facile che raro.
Qualche annetto ormai fuggito…
Franco, un ragazzo sui 16 anni, di ritorno dalla Scuola, intoppa casualmente Bruno, un essere spregevole dall’apparente età d’un uomo più che quarantacinquenne.
A questo, era appena caduto il mazzo delle chiavi. Il frastuono delle automobili aveva coperto il rumore che non potè sentire.
Franco, nel vedere il tutto, come è solito dei ragazzi, senza più rispetto verso chi è un po’ più avanti negli anni, grida:
- Ehi, tu con la camicia viola…
Bruno, dal bel caratterino e con la massima ragione, stavolta, voltandosi di scatto, con lo sguardo truce, lo fredda urlando:
- Chi chiami il babbeo di tuo padre?
Franco, senza proferir parola, mostra il mazzo delle sue chiavi.
L’altro, con tutta rabbia, lo sottrae, senza un minimo cenno di ringraziamento. Una giornata proprio storta per Bruno. Gli era appena stata sot... (continua)

Rocco Michele LETTINI 29/01/2015 - 10:25
commenti 10 - Numero letture:788

Argomento: PERSONAGGI CATTIVI (con qualche buona qualità)

Voto:
su 11 votanti



Il vedovo

Il vedovo.
Non succede spesso che mia moglie ed io si vada a teatro. L’occasione ci è stata data da una sua collega che adora Cristicchi e saputo che al Teatro Carcano si rappresentava una sua opera, “Magazzino 18”, di cui era unico protagonista, ha tanto insistito che alla fine ci siamo lasciati convincere.
Abbiamo preso la metro verso le 20; il traffico dei pendolari era quasi del tutto scemato, ci siamo infilati nell’ultima carrozza che di solito è anche la meno affollata. Con noi infatti solo altre due persone: una giovane ragazzina, nera, con due occhi… che vi lascio immaginare, una cuffia di lana che lasciava spuntare un ciuffo nero spruzzato di azzurro, con tanto di cuffie, che stava beatamente ascoltando qualche pezzo dei suoi preferiti accompagnandolo con l’andamento del capo, poi, un po’ scostato, c’era “lui”. Si “lui” “il vedovo” questo era infatti il suo nome, o meglio, il suo nomignolo che le era stato affibbiato dalle sue dipendenti e tra queste mia moglie e l’a... (continua)

Roberto Colombo 18/01/2015 - 13:00
commenti 17 - Numero letture:605

Argomento: PERSONAGGI CATTIVI (con qualche buona qualità)

Voto:
su 7 votanti



C'era ma non si vedeva.

Si chiama Earlier, ha trent’anni e nessuno l’ aveva mai amata.
Che si può dire a proposito di una persona che ha perso ogni cosa dopo averla trovata?
Quali considerazioni si possono fare su una persona delusa da se stessa? E quali altrettanti aggettivi si possono usare per definire una ragazza costantemente abbandonata?
Che bello sarebbe stato vivere diversamente e in preda alle follie più folli della vita.
Ancora le sembra di rivederle … sì, loro. Tutte quelle persone perse durante il suo cammino.
È stata un carillon funzionante per tanto tempo, con una bella musica e venduto ad un prezzo molto alto ma ora era stanca. È ferma dalla metà dei suoi attuali anni e ci sono stati momenti in cui ha creduto che la speranza di tornare a girare, come una volta, avesse deciso di non farle più visita.
Ci sono così tante cose che avrebbe voluto godersi di più e solo Dio sa quanto vorrebbe tornare indietro nel tempo per cancellare tutto e rifare da capo ogni singola azione. Con la stessa ... (continua)

FraAaron 759 08/01/2015 - 22:56
commenti 2 - Numero letture:616

Argomento: PERSONAGGI CATTIVI (con qualche buona qualità)

Voto:
su 0 votanti




[ Pag.1 ][ Pag.2 ][ Pag.3 ][ Pag.4 ][ Pag.5 ][ Pag.6 ][ Pag.7 ][ Pag.8 ][ Pag.9 ][ Pag.10 ][ Pag.11 ][ Pag.12 ][ Pag.13 ][ Pag.14 ][ Pag.15 ][ Pag.16 ][ Pag.17 ][ Pag.18 ][ Pag.19 ][ Pag.20 ][ Pag.21 ][ Pag.22 ][ Pag.23 ][ Pag.24 ][ Pag.25 ][ Pag.26 ][ Pag.27 ][ Pag.28 ][ Pag.29 ][ Pag.30 ][ Pag.31 ][ Pag.32 ][ Pag.33 ][ Pag.34 ][ Pag.35 ][ Pag.36 ][ Pag.37 ][ Pag.38 ][ Pag.39 ][ Pag.40 ][ Pag.41 ][ Pag.42 ][ Pag.43 ][ Pag.44 ][ Pag.45 ][ Pag.46 ][ Pag.47 ][ Pag.48 ][ Pag.49 ][ Pag.50 ][ Pag.51 ][ Pag.52 ][ Pag.53 ][ Pag.54 ][ Pag.55 ][ Pag.56 ][ Pag.57 ][ Pag.58 ][ Pag.59 ][ Pag.60 ][ Pag.61 ][ Pag.62 ][ Pag.63 ][ Pag.64 ][ Pag.65 ][ Pag.66 ][ Pag.67 ][ Pag.68 ][ Pag.69 ][ Pag.70 ][ Pag.71 ][ Pag.72 ][ Pag.73 ][ Pag.74 ][ Pag.75 ][ Pag.76 ][ Pag.77 ][ Pag.78 ][ Pag.79 ][ Pag.80 ][ Pag.81 ][ Pag.82 ][ Pag.83 ][ Pag.84 ][ Pag.85 ][ Pag.86 ][ Pag.87 ][ Pag.88 ][ Pag.89 ][ Pag.90 ][ Pag.91 ][ Pag.92 ][ Pag.93 ][ Pag.94 ][ Pag.95 ][ Pag.96 ][ Pag.97 ][ Pag.98 ][ Pag.99 ][ Pag.100 ][ Pag.101 ][ Pag.102 ][ Pag.103 ][ Pag.104 ][ Pag.105 ][ Pag.106 ][ Pag.107 ][ Pag.108 ][ Pag.109 ][ Pag.110 ][ Pag.111 ][ Pag.112 ][ Pag.113 ][ Pag.114 ][ Pag.115 ][ Pag.116 ][ Pag.117 ][ Pag.118 ][ Pag.119 ][ Pag.120 ][ Pag.121 ][ Pag.122 ][ Pag.123 ][ Pag.124 ][ Pag.125 ][ Pag.126 ][ Pag.127 ][ Pag.128 ][ Pag.129 ][ Pag.130 ][ Pag.131 ][ Pag.132 ][ Pag.133 ][ Pag.134 ][ Pag.135][ Pag.136 ][ Pag.137 ][ Pag.138 ][ Pag.139 ][ Pag.140 ][ Pag.141 ][ Pag.142 ][ Pag.143 ][ Pag.144 ][ Pag.145 ][ Pag.146 ][ Pag.147 ][ Pag.148 ][ Pag.149 ][ Pag.150 ][ Pag.151 ][ Pag.152 ][ Pag.153 ][ Pag.154 ][ Pag.155 ][ Pag.156 ][ Pag.157 ][ Pag.158 ][ Pag.159 ][ Pag.160 ][ Pag.161 ][ Pag.162 ][ Pag.163 ][ Pag.164 ][ Pag.165 ][ Pag.166 ][ Pag.167 ][ Pag.168 ][ Pag.169 ][ Pag.170 ][ Pag.171 ][ Pag.172 ][ Pag.173 ][ Pag.174 ][ Pag.175 ][ Pag.176 ][ Pag.177 ][ Pag.178 ][ Pag.179 ]

 
     


- oggiscrivo.it - Copyright 2009 - 2018 - Tutti i diritti sono riservati - Webmaster Mauro -