Scrittura Creativa

     
 

La scrittura creativa è una palestra di allenamento per chi ama scrivere e vuole sviluppare il "muscolo" della fantasia.
Per dare uno stimolo abbiamo ideato una simpatica competizione. Mensilmente proporremo un tema diverso fornendo le opportune istruzioni.
Questo mese l''argomento è:

INCIPT

Le istruzioni sono:

Scrivi un racconto che abbia il seguente inizio: Per la terza volta la incrociò davanti al portone del dottore, sempre di lunedì e sempre alla stessa ora. Era certo di averla già vista, prima di quegli incontri, ma non avrebbe saputo dire dove né quando. Forse era anche lei una paziente e aveva l'appuntamento alle quattro, si disse salendo le scale verso lo studio.


~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~

Per partecipare basta registrarsi gratuitamente ed accedere alla propria area privata dove si trova la pagina per la pubblicazione della scrittura creativa.
Il miglior racconto sarà premiato con la pubblicazione nella prima pagina del sito per un mese con l'indicazione del vincitore.


 
     



Lista Generale

     
 

Uomo-bambino.

Uomo bambino,nella tua mente complessa,giocasti con
castelli di arida sabbia su di una riva di un'insipido
mare.
Sotto il cielo,nubi scure scatenate dall'insicurezza,
dall'ingenuità,dalla perdizione totale,della ragione,
preannunciarono grande tempesta - scompiglio e distruzione
dei sensi...
Cosicchè,di me privasti di amarti,prima che potessi
raggiungerti nel reale ed imponente castello da contenere
tutta la ricchezza dell'amore nostro.
Proprio mentre,stavo per giungere dentro di questo regno,
il sogno di un'intera vita,svanì come fumo - nell'aria
già empia di questo stesso.
Capriccioso bambino,dal cuore tenero oggi - dal cuore
duro domani,più,non oserò sollevarti dalla tua
inconsolabile ed accecante ira - ove,ha permesso di
inoltrarmi adesso...nel più profondo abisso.... (continua)

Clarissa Luce 04/04/2011 - 12:47
commenti 0 - Numero letture:721

Argomento: IL VIAGGIO

Voto:
su 9 votanti



INGHILTERRA , FOREVER

Viaggiare, una parola che significa volare,la mente ti porta dove non sempre puoi essere presente.
Il mio periodo delle scuole Medie è da considerarsi bello e creativo anche se i brufoli e la mia concezione di abbigliamento voleva dire essere più Casual possibile, capelli sulla fronte fino a coprire parte degli occhi e brufoli da nascondere sotto le creme e il fondotinta x essere più bella (altrimenti gli amici e compagni di scuola ti potevano prendere in giro).
Ricordo i professori ma in particolare la mia Proff.di INGLESE.
Mi sono innamorata dell'Inghilterra appena ha cominciato a parlare del luogo degli abitanti
e delle loro abitidini a suon di idiomi e regole grammaticali conoscevo sempre più profondamente senza esserci ancora stata.
Questo luogo, che idealizzavo come mia meta, più passavano le settimane di scuola e le lezioni 3 volte alla settimana era diventato un appuntamento intrigante con il mio futuro.

Pensavo all'entusiasmante viaggio in aereo,
volare sopr... (continua)

Alice clarence 27/03/2011 - 23:27
commenti 1 - Numero letture:866

Argomento: IL VIAGGIO

Voto:
su 0 votanti



Il viaggio di Mary

Mary era a letto, triste, sola nella sua stanzetta. Non aveva sonno perché pensava ai mostri, quei mostri che sempre popolavano i suoi sogni. Aveva detto a mamma che non voleva dormire di nuovo da sola in quella stanza, ma mamma non le volle dare retta e le ordinò di coricarsi nel suo letto e di chiudere gli occhietti perché i mostri non c'erano. Mary non ci credeva. I mostri c'erano ed erano tutti intorno a lei a fissarla. Però stavolta erano diversi.Mary capì che non volevano spaventarla, anzi, la pregavano di alzarsi e di seguirli. "Ma perché?" si chiese la bambina. Mary si fece coraggiosa, come le diceva sempre mamma, e seguì i mostri dentro il baule che conteneva i giocattoli rotti. Si perse in un mondo strano, dove i buchi di un formaggio formavano la terra e dove bibite di coca-cola erano piantate come alberi ai fianchi della strada di gorgonzola. Un'enorme casa a forma d'anguria l'aspettava. Mary entrò e vide altri mostri, le indicavano una scala fatta di buccia d'ar... (continua)

Flory Funny 24/03/2011 - 01:09
commenti 0 - Numero letture:700

Argomento: IL VIAGGIO

Voto:
su 0 votanti



Il viaggio del cuore

Il viaggio tanto atteso si avvicinava, poche ore mancavano
alla partenza.Le valigie le feci di fretta senza pensare,e il mio amore era lì davanti alla porta di casa mia;
il mio cuore batteva così forte...il primo viaggio insieme a lui!!!!!ma con 16 ore di viaggio per lo più in treno...che stress.poche ore dopo mi ritrovavo a fare mezza Italia.Non riuscivo a chiudere occhio non volevo perdere niente di quel viaggio.Piccoli e grandi paesi con quell'odor salmastro che l'aria ne profumava...Io seduta sul treno aspettavo con ansia la destinazione:Calabria!!!!Quelle stressanti ore passarono e mi ritrovai in pasticceria con pasticcini così grandi,che credevo non potessero esistere!!!!Nei giorni a seguire cominciavo ad abituarmi a quell'aria salmastra e il sole che quasi mi accecava.Mentre nel mio piccolo paesino gelo e pioggia!Fu una settimana tra caprette e cavalli;quasi come la vecchia fattoria;sembrava un altro mondo ,la gente era sempre cordiale,sempre con il sorriso e con un modo lor... (continua)

Angela Ferrari 24/03/2011 - 00:31
commenti 1 - Numero letture:899

Argomento: IL VIAGGIO

Voto:
su 0 votanti




[ Pag.1 ][ Pag.2 ][ Pag.3 ][ Pag.4 ][ Pag.5 ][ Pag.6 ][ Pag.7 ][ Pag.8 ][ Pag.9 ][ Pag.10 ][ Pag.11 ][ Pag.12 ][ Pag.13 ][ Pag.14 ][ Pag.15 ][ Pag.16 ][ Pag.17 ][ Pag.18 ][ Pag.19 ][ Pag.20 ][ Pag.21 ][ Pag.22 ][ Pag.23 ][ Pag.24 ][ Pag.25 ][ Pag.26 ][ Pag.27 ][ Pag.28 ][ Pag.29 ][ Pag.30 ][ Pag.31 ][ Pag.32 ][ Pag.33 ][ Pag.34 ][ Pag.35 ][ Pag.36 ][ Pag.37 ][ Pag.38 ][ Pag.39 ][ Pag.40 ][ Pag.41 ][ Pag.42 ][ Pag.43 ][ Pag.44 ][ Pag.45 ][ Pag.46 ][ Pag.47 ][ Pag.48 ][ Pag.49 ][ Pag.50 ][ Pag.51 ][ Pag.52 ][ Pag.53 ][ Pag.54 ][ Pag.55 ][ Pag.56 ][ Pag.57 ][ Pag.58 ][ Pag.59 ][ Pag.60 ][ Pag.61 ][ Pag.62 ][ Pag.63 ][ Pag.64 ][ Pag.65 ][ Pag.66 ][ Pag.67 ][ Pag.68 ][ Pag.69 ][ Pag.70 ][ Pag.71 ][ Pag.72 ][ Pag.73 ][ Pag.74 ][ Pag.75 ][ Pag.76 ][ Pag.77 ][ Pag.78 ][ Pag.79 ][ Pag.80 ][ Pag.81 ][ Pag.82 ][ Pag.83 ][ Pag.84 ][ Pag.85 ][ Pag.86 ][ Pag.87 ][ Pag.88 ][ Pag.89 ][ Pag.90 ][ Pag.91 ][ Pag.92 ][ Pag.93 ][ Pag.94 ][ Pag.95 ][ Pag.96 ][ Pag.97 ][ Pag.98 ][ Pag.99 ][ Pag.100 ][ Pag.101 ][ Pag.102 ][ Pag.103 ][ Pag.104 ][ Pag.105 ][ Pag.106 ][ Pag.107 ][ Pag.108 ][ Pag.109 ][ Pag.110 ][ Pag.111 ][ Pag.112 ][ Pag.113 ][ Pag.114 ][ Pag.115 ][ Pag.116 ][ Pag.117 ][ Pag.118 ][ Pag.119 ][ Pag.120 ][ Pag.121 ][ Pag.122 ][ Pag.123 ][ Pag.124 ][ Pag.125 ][ Pag.126 ][ Pag.127 ][ Pag.128 ][ Pag.129 ][ Pag.130 ][ Pag.131 ][ Pag.132 ][ Pag.133 ][ Pag.134 ][ Pag.135 ][ Pag.136 ][ Pag.137 ][ Pag.138 ][ Pag.139 ][ Pag.140 ][ Pag.141 ][ Pag.142 ][ Pag.143 ][ Pag.144 ][ Pag.145 ][ Pag.146 ][ Pag.147 ][ Pag.148 ][ Pag.149 ][ Pag.150 ][ Pag.151 ][ Pag.152 ][ Pag.153 ][ Pag.154 ][ Pag.155 ][ Pag.156 ][ Pag.157 ][ Pag.158 ][ Pag.159 ][ Pag.160 ][ Pag.161 ][ Pag.162 ][ Pag.163 ][ Pag.164 ][ Pag.165 ][ Pag.166 ][ Pag.167 ][ Pag.168 ][ Pag.169 ][ Pag.170 ][ Pag.171 ][ Pag.172 ][ Pag.173 ][ Pag.174 ][ Pag.175 ][ Pag.176 ][ Pag.177 ][ Pag.178 ][ Pag.179 ][ Pag.180 ][ Pag.181][ Pag.182 ]

 
     


- oggiscrivo.it - Copyright 2009 - 2018 - Tutti i diritti sono riservati - Webmaster Mauro -