Scrittura Creativa

     
 

La scrittura creativa è una palestra di allenamento per chi ama scrivere e vuole sviluppare il "muscolo" della fantasia.
Per dare uno stimolo abbiamo ideato una simpatica competizione. Mensilmente proporremo un tema diverso fornendo le opportune istruzioni.
Questo mese l''argomento è:

UN AMORE SUL WEB

Le istruzioni sono:

UN AMORE SUL WEB (social network, siti…ecc.. ) - scrivi una storia d’amore che nasce sul virtuale …. e poi ….fai tu.


~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~

Per partecipare basta registrarsi gratuitamente ed accedere alla propria area privata dove si trova la pagina per la pubblicazione della scrittura creativa.
Il miglior racconto sarà premiato con la pubblicazione nella prima pagina del sito per un mese con l'indicazione del vincitore.


 
     



Lista Generale

     
 



I miei ricordi per te!

Ti ricordi mamma, quando aspettavi me?

Oggi il mio pensiero va a te, al tuo oblio che vorrei cancellare dai tuoi occhi, ma, mi sento impotente e non mi resta che ricordare per te i nostri momenti più belli e anche quelli che ci hanno unito profondamente nel dolore.

Ricordi quando tu ridevi delle mie marachelle e mi sgridavi? Volevi apparire seria, ma ridevi!

"Ti guardavo di soppianto per scorgere quel sorriso che brillava nei tuoi occhi...e quanto ti amavo in quel momento!

Ricordi quella corsa sfrenata nei campi dietro casa, per farmi ritornare?
Perché io mi attardavo fino a sera per giocare e tu volevi riportarmi a casa?
Correvo più del vento perché mi piaceva farti arrabbiare, come una guerriera comparivi dietro me e mi abbracciavi.
Poi per mano fino a casa, era un momento di speciale intimità!
"Fuori tutti, solo io e te nel tramonto a scorgere quegli ultimi raggi che dipingevano il cielo di rosso tra l'arancio e il giallo, colori che ho sempre amato tanto!... (continua)


Margherita Pisano 25/02/2017 - 12:32
commenti 12 - Numero letture:537

Argomento: MINIRICORDI

Voto:
su 9 votanti



Rammentando

Quando il sentiero si fa impervio e svaniscono alcune certezze, mi accade di rifugiarmi nei ricordi. Li prelevo dall'archivio della memoria nel quale li ho riposti e comincio a rovistare con cura fra essi. Tutti noi abbiamo un luogo segreto: un piccolo forziere ove conserviamo i nostri ricordi. Spesso sono talmente piccoli, che si fatica a vederli: ma questo non li rende affatto meno importanti. Io amo i miei mini ricordi. Quando mi capita di sentirmi attratta da uno di essi e mi ritrovo a fantasticare: mi vengono in mente luoghi che vagavano smarriti nella mia mente. Rivedo volti che parevano dimenticati e rivivo storie che sembravano sepolte. D'un tratto mi rivedo prima donna: circondata da un'immensità di lustrini e stole di piume. Indosso paillette colorate e intanto che mi trucco, mentalmente ripasso la mia piccola parte: "cosa sai tu di me e come osi guardarmi con tanto disprezzo. Non ricordi i nostri baci e nemmeno i progetti che avevamo fatto insieme? Se non rammenti, come... (continua)

Giovanna Balsamo 24/02/2017 - 15:24
commenti 2 - Numero letture:351

Argomento: MINIRICORDI

Voto:
su 2 votanti



Ora e' tutto diverso

Ora e' tutto diverso

Ricordi?
La mano freme. I brividi passano sulla pelle delle gambe, nel muscolo del braccio, dentro i polmoni.
Ricordi?
Mentre lanci uno sguardo di sfuggita verso di me pensando che hai bisogno di sdraiarti.
Ricordi davvero?
Le ore interminabili in cui sembrava uscirti acido dalla bocca al posto del respiro. Ascoltavi musica. A volte non riuscivi nemmeno a sentirla, perdevi interi pezzi di canzoni.
Ricordi che non bevevi?
Perché bere significava vomitare.
Durava solo poche ore. Minimizzi.
Non ricordi.
La mano che tremava incontrollata, oscillando di almeno un centimetro. Il dolore.
Non era dolore.
Lo era.
Non quello. Non quello delle gambe e delle mani a cui mancava il sangue, quello era fastidio.
Però non smettevi di muoverle, per quanto fossi stanca, perché facevano meno male se le muovevi.
E l'asciugamano bagnato sulle tue ginocchia?
L'asciugamano doveva sempre essere a portata di mano, nel caso non riuscissi ad arrivare in bagn... (continua)


Clementina Ribaldi 21/02/2017 - 18:32
commenti 1 - Numero letture:456

Argomento: MINIRICORDI

Voto:
su 0 votanti





I miei occhi fissano oltre quel vetro

Ti ricordi dolce amore mio?
Quanto tempo è trascorso da allora!

Dove sei?

Ci sono notti che mi costano giorni interi di solitudine e malinconia pensando al tempo che mi è scivolato tra le dita, solo lo scricchiolio dei miei passi sul parquet di legno antico mi tiene compagnia.
Ci sono giorni in cui intrappolata dai perché è dai vorrei resto immobile in questa stanza color seppia con le tende abbassate, seduta sulla mia amata poltrona damascata accanto alla finestra e penso a te che hai scelto di non voler far parte di me.

Capelli bianchi e occhiali sul naso mi abbandono disarmata e spaventata nel tenero ricordo di sentirti ancora abbracciato a me e teneramente rivivo i miei segreti d’amore.
I miei occhi umidi e ormai stanchi fissano oltre quei vetri e cercano di catturare ogni ricordo da trasformare in musica sullo spartito del mio cuore.
Conosco ogni parte di te, respiro il tuo odore, sento le tue mani che prendono le mie e fai girare il mio anello su sé stesso tra le mie... (continua)


Martina D. 21/02/2017 - 00:51
commenti 4 - Numero letture:534

Argomento: MINIRICORDI

Voto:
su 3 votanti




[ Pag.1 ][ Pag.2 ][ Pag.3 ][ Pag.4 ][ Pag.5 ][ Pag.6 ][ Pag.7 ][ Pag.8 ][ Pag.9 ][ Pag.10 ][ Pag.11 ][ Pag.12 ][ Pag.13 ][ Pag.14 ][ Pag.15 ][ Pag.16 ][ Pag.17 ][ Pag.18 ][ Pag.19 ][ Pag.20 ][ Pag.21 ][ Pag.22 ][ Pag.23 ][ Pag.24 ][ Pag.25 ][ Pag.26 ][ Pag.27 ][ Pag.28 ][ Pag.29 ][ Pag.30 ][ Pag.31 ][ Pag.32 ][ Pag.33 ][ Pag.34 ][ Pag.35 ][ Pag.36 ][ Pag.37 ][ Pag.38 ][ Pag.39 ][ Pag.40 ][ Pag.41 ][ Pag.42 ][ Pag.43 ][ Pag.44 ][ Pag.45][ Pag.46 ][ Pag.47 ][ Pag.48 ][ Pag.49 ][ Pag.50 ][ Pag.51 ][ Pag.52 ][ Pag.53 ][ Pag.54 ][ Pag.55 ][ Pag.56 ][ Pag.57 ][ Pag.58 ][ Pag.59 ][ Pag.60 ][ Pag.61 ][ Pag.62 ][ Pag.63 ][ Pag.64 ][ Pag.65 ][ Pag.66 ][ Pag.67 ][ Pag.68 ][ Pag.69 ][ Pag.70 ][ Pag.71 ][ Pag.72 ][ Pag.73 ][ Pag.74 ][ Pag.75 ][ Pag.76 ][ Pag.77 ][ Pag.78 ][ Pag.79 ][ Pag.80 ][ Pag.81 ][ Pag.82 ][ Pag.83 ][ Pag.84 ][ Pag.85 ][ Pag.86 ][ Pag.87 ][ Pag.88 ][ Pag.89 ][ Pag.90 ][ Pag.91 ][ Pag.92 ][ Pag.93 ][ Pag.94 ][ Pag.95 ][ Pag.96 ][ Pag.97 ][ Pag.98 ][ Pag.99 ][ Pag.100 ][ Pag.101 ][ Pag.102 ][ Pag.103 ][ Pag.104 ][ Pag.105 ][ Pag.106 ][ Pag.107 ][ Pag.108 ][ Pag.109 ][ Pag.110 ][ Pag.111 ][ Pag.112 ][ Pag.113 ][ Pag.114 ][ Pag.115 ][ Pag.116 ][ Pag.117 ][ Pag.118 ][ Pag.119 ][ Pag.120 ][ Pag.121 ][ Pag.122 ][ Pag.123 ][ Pag.124 ][ Pag.125 ][ Pag.126 ][ Pag.127 ][ Pag.128 ][ Pag.129 ][ Pag.130 ][ Pag.131 ][ Pag.132 ][ Pag.133 ][ Pag.134 ][ Pag.135 ][ Pag.136 ][ Pag.137 ][ Pag.138 ][ Pag.139 ][ Pag.140 ][ Pag.141 ][ Pag.142 ][ Pag.143 ][ Pag.144 ][ Pag.145 ][ Pag.146 ][ Pag.147 ][ Pag.148 ][ Pag.149 ][ Pag.150 ][ Pag.151 ][ Pag.152 ][ Pag.153 ][ Pag.154 ][ Pag.155 ][ Pag.156 ][ Pag.157 ][ Pag.158 ][ Pag.159 ][ Pag.160 ][ Pag.161 ][ Pag.162 ][ Pag.163 ][ Pag.164 ][ Pag.165 ][ Pag.166 ][ Pag.167 ][ Pag.168 ][ Pag.169 ][ Pag.170 ][ Pag.171 ][ Pag.172 ][ Pag.173 ][ Pag.174 ]

 
     


- oggiscrivo.it - Copyright 2009 - 2018 - Tutti i diritti sono riservati - Webmaster Mauro -