RACCONTI

     
 

In questa sezione potete consultare tutti i racconti pubblicati nell'ultimo mese in ordine cronologico dall'ultimo in poi. In ogni caso se preferite è possibile visualizzare la lista dei racconti anche secondo scelte diverse, come per ordine di mese, per argomento , per autore o per gradimento.

Buona lettura

 
     



Lista Generale

     
 



Buia la notte

Erano uscite così come agganciate ad un tappo di spumante che le trascinava verso l'uscita, spinte dalle bollicine di ossigeno che si accalcavano nell'alcool desiderose di sgorgare fuori dalla bottiglia, arrivate all'altezza delle corde vocali intravedendo la luce si erano forse intimidite, preoccupate per un attimo dell'impatto con l'aria esterna, forse c'era stato un tentativo di frenata o forse erano scivolate fuori come sabbia tra le dita, fluenti inarrestabili ...“ Vai via. “
Non c'era rabbia, quella era evaporata nel momento dello stappo, il dolore al contrario abbondava, debordava usando come mezzo quelle parole che facevano da sponda ad un bisogno di liberazione, lacerante ma necessario, adesso un filo di aria passava nei polmoni con un sibilo lieve.
Via... Tutto è rimasto sospeso, come lievitazione, le tue scarpe color nocciola con le stringhe slacciate si muovevano a caso portandosi dietro i tuoi jeans invecchiati, la tua camicia di lino nera per metà uscita dalla stretta ... (continua)

Grazia Giuliani 06/10/2017 - 14:53
commenti 10 - Numero letture:176

Voto:
su 4 votanti


Quella chiesetta

Ai margini d'un ruscello, fra ruderi e un cipresso, sorge una vecchia chiesetta, e poi l'aperta campagna.

Nelle ore pomeridiane cammino con il mio passo da lumaca e con un bastone da pastore verso la chiesetta.

Mi appoggio fra i vecchi ruderi, aspettando l'ora del vespro, quando si addormenta l'ultimo raggio di sole e poi quel tocco di campana e l’Ave Maria, come quando ero bambino.

Nei mesi d’inverno la mamma veniva a prendermi e con il suo scialle mi asciugava il viso, bagnato da qualche fiocco di neve.

Oggi quella chiesetta è tutto quello che resta ancora in me, solo ricordi, che come l'ombra, seguono i miei passi ovunque.... (continua)


Salvatore Rastelli 05/10/2017 - 18:36
commenti 5 - Numero letture:127

Voto:
su 3 votanti


Il profumo

Ho detto che di te non so nulla, o poco come altrettanto ne seppe il buon Dante di Beatrice.
Di te conosco l' aroma.
Tu possiedi una tua persona e lo puoi capire se la pensi come la radice di un fiore.Tu ne hai una ed un altro fiore ne avrà una propria.Nessuno potrà mai muoversi dalla sua per entrare nell'altra, ma ciascuno può sentire l'odore di quello a cui è più vicino. Io mai comprenderò la tua base ne le fondamenta della tua anima , ma ho potuto ascoltare il profumo che emani, senza che tu te ne possa esser resa conto.E se un giorno dovessi chiederti nuovamente cosa conosco di te ,trova due boccioli, scegline uno e prova ad annusarlo , e se in quel momento dovesse piacerti la cosa, non sarà perchè tu conosci le caratteristiche del fiore, ma sarà perchè lui possiede quel profumo.... (continua)

chiara borrelli 05/10/2017 - 08:36
commenti 0 - Numero letture:73

Voto:
su 0 votanti


Egregio Dottor Mefistofele

Alla cortese attenzione del

Dottor Mefistofele

Inferno


Egregio Dottor Mefistofele,

non so se si ricorda di me, ma credo proprio di sì, anche se la sua attività la porta ad avere contatti con innumerevoli persone. Ci siamo incontrati ormai un bel po’ di tempo fa, ed abbiamo sottoscritto un impegno, peraltro solo verbale, nel quale lei si faceva parte diligente nel garantirmi l’eterna giovinezza, ed io, in cambio, le avrei ceduto l’anima al momento opportuno.

Adesso sono qui a chiederle di voler annullare il nostro accordo. Veda, mi trovo casualmente a vivere in Italia, e le assicuro che questo non è Paese adatto ai giovani. I nostro governanti ci definiscono, nella migliore delle ipotesi, dei “bamboccioni”, e alle nostre rimostranze, motivate con la difficoltà, innegabile, di poter riuscire a trovare una casa, un lavoro, per realizzare ciò che dovrebbe essere normale, e cioè vivere, ci dicono che siamo “schizzinosi”.

A questo punto preferisco invecchiare come tut... (continua)


andrea guidi 04/10/2017 - 19:39
commenti 8 - Numero letture:216

Voto:
su 3 votanti


Perchè gli angeli hanno le ali

Un giorno in un giardino una donna era seduta a sferruzzare vide dei bimbi in armonia giocare, tra loro c'era un bimbo d'una bellezza tale che pensò" è bello come un angelo!"
Il bimbo si accorse che la donna sovente l'osservava lasciò il gioco si avvicinò poi disse; signora perché mi guardi sempre? Lei sorpresa rispose, perché sei bello come un angelo, lui ci pensò poi domandò...tu li hai visti gli angeli?E lei"non sempre, ci sono angeli che si possono vedere ed altri nò.
Il bimbo volle ancora sapere la donna paziente spiegò.
Gli angeli che si possono vedere sono le persone buone
perché aiutano le persone malate, proteggono i bimbi, soccorrono chi ha bisogno e fanno tante cose buone!
La donna parlava in modo semplice per far capire al bimbo tutto facilmente e aggiunse; queste persone si chiamano angeli però non hanno le ali quando crescerai lo capirai,
poi ci sono angeli che hanno grandi e bellissime ali ma solo una volta li possiamo vedere.
Il bimbo curioso le... (continua)

giuliana marinetti 04/10/2017 - 16:21
commenti 4 - Numero letture:108

Voto:
su 2 votanti



[ Pag.1 ][ Pag.2 ][ Pag.3 ][ Pag.4 ][ Pag.5 ][ Pag.6 ][ Pag.7 ][ Pag.8 ][ Pag.9 ][ Pag.10 ][ Pag.11 ][ Pag.12 ][ Pag.13 ][ Pag.14 ][ Pag.15 ][ Pag.16 ][ Pag.17 ][ Pag.18 ][ Pag.19 ][ Pag.20 ][ Pag.21 ][ Pag.22 ][ Pag.23 ][ Pag.24 ][ Pag.25][ Pag.26 ][ Pag.27 ][ Pag.28 ][ Pag.29 ][ Pag.30 ][ Pag.31 ][ Pag.32 ][ Pag.33 ][ Pag.34 ][ Pag.35 ][ Pag.36 ][ Pag.37 ][ Pag.38 ][ Pag.39 ][ Pag.40 ][ Pag.41 ][ Pag.42 ][ Pag.43 ][ Pag.44 ][ Pag.45 ][ Pag.46 ][ Pag.47 ][ Pag.48 ][ Pag.49 ][ Pag.50 ][ Pag.51 ][ Pag.52 ][ Pag.53 ][ Pag.54 ][ Pag.55 ][ Pag.56 ][ Pag.57 ][ Pag.58 ][ Pag.59 ][ Pag.60 ][ Pag.61 ][ Pag.62 ][ Pag.63 ][ Pag.64 ][ Pag.65 ][ Pag.66 ][ Pag.67 ][ Pag.68 ][ Pag.69 ][ Pag.70 ][ Pag.71 ][ Pag.72 ][ Pag.73 ][ Pag.74 ][ Pag.75 ][ Pag.76 ][ Pag.77 ][ Pag.78 ][ Pag.79 ][ Pag.80 ][ Pag.81 ][ Pag.82 ][ Pag.83 ][ Pag.84 ][ Pag.85 ][ Pag.86 ][ Pag.87 ][ Pag.88 ][ Pag.89 ][ Pag.90 ][ Pag.91 ][ Pag.92 ][ Pag.93 ][ Pag.94 ][ Pag.95 ][ Pag.96 ][ Pag.97 ][ Pag.98 ][ Pag.99 ][ Pag.100 ][ Pag.101 ][ Pag.102 ][ Pag.103 ][ Pag.104 ][ Pag.105 ][ Pag.106 ][ Pag.107 ][ Pag.108 ][ Pag.109 ][ Pag.110 ][ Pag.111 ][ Pag.112 ][ Pag.113 ][ Pag.114 ][ Pag.115 ][ Pag.116 ][ Pag.117 ][ Pag.118 ][ Pag.119 ][ Pag.120 ][ Pag.121 ][ Pag.122 ][ Pag.123 ][ Pag.124 ][ Pag.125 ][ Pag.126 ][ Pag.127 ][ Pag.128 ][ Pag.129 ][ Pag.130 ][ Pag.131 ][ Pag.132 ][ Pag.133 ][ Pag.134 ][ Pag.135 ][ Pag.136 ][ Pag.137 ][ Pag.138 ][ Pag.139 ][ Pag.140 ][ Pag.141 ][ Pag.142 ][ Pag.143 ][ Pag.144 ][ Pag.145 ][ Pag.146 ][ Pag.147 ][ Pag.148 ][ Pag.149 ][ Pag.150 ][ Pag.151 ][ Pag.152 ][ Pag.153 ][ Pag.154 ][ Pag.155 ][ Pag.156 ][ Pag.157 ][ Pag.158 ][ Pag.159 ][ Pag.160 ][ Pag.161 ][ Pag.162 ][ Pag.163 ][ Pag.164 ][ Pag.165 ][ Pag.166 ][ Pag.167 ][ Pag.168 ][ Pag.169 ][ Pag.170 ][ Pag.171 ][ Pag.172 ][ Pag.173 ][ Pag.174 ][ Pag.175 ][ Pag.176 ][ Pag.177 ][ Pag.178 ][ Pag.179 ][ Pag.180 ][ Pag.181 ][ Pag.182 ][ Pag.183 ][ Pag.184 ][ Pag.185 ][ Pag.186 ][ Pag.187 ][ Pag.188 ][ Pag.189 ][ Pag.190 ][ Pag.191 ][ Pag.192 ][ Pag.193 ][ Pag.194 ][ Pag.195 ][ Pag.196 ][ Pag.197 ][ Pag.198 ][ Pag.199 ][ Pag.200 ][ Pag.201 ][ Pag.202 ][ Pag.203 ][ Pag.204 ][ Pag.205 ][ Pag.206 ][ Pag.207 ][ Pag.208 ][ Pag.209 ][ Pag.210 ][ Pag.211 ][ Pag.212 ][ Pag.213 ][ Pag.214 ][ Pag.215 ][ Pag.216 ][ Pag.217 ][ Pag.218 ][ Pag.219 ][ Pag.220 ][ Pag.221 ][ Pag.222 ][ Pag.223 ][ Pag.224 ][ Pag.225 ][ Pag.226 ][ Pag.227 ][ Pag.228 ][ Pag.229 ][ Pag.230 ][ Pag.231 ][ Pag.232 ][ Pag.233 ][ Pag.234 ][ Pag.235 ][ Pag.236 ][ Pag.237 ][ Pag.238 ][ Pag.239 ][ Pag.240 ][ Pag.241 ][ Pag.242 ][ Pag.243 ][ Pag.244 ][ Pag.245 ][ Pag.246 ][ Pag.247 ][ Pag.248 ][ Pag.249 ][ Pag.250 ][ Pag.251 ][ Pag.252 ][ Pag.253 ][ Pag.254 ][ Pag.255 ][ Pag.256 ][ Pag.257 ][ Pag.258 ][ Pag.259 ][ Pag.260 ][ Pag.261 ][ Pag.262 ][ Pag.263 ][ Pag.264 ][ Pag.265 ][ Pag.266 ][ Pag.267 ][ Pag.268 ][ Pag.269 ][ Pag.270 ][ Pag.271 ][ Pag.272 ][ Pag.273 ][ Pag.274 ][ Pag.275 ][ Pag.276 ][ Pag.277 ][ Pag.278 ][ Pag.279 ][ Pag.280 ][ Pag.281 ][ Pag.282 ][ Pag.283 ][ Pag.284 ][ Pag.285 ][ Pag.286 ][ Pag.287 ][ Pag.288 ][ Pag.289 ][ Pag.290 ][ Pag.291 ][ Pag.292 ][ Pag.293 ][ Pag.294 ][ Pag.295 ][ Pag.296 ][ Pag.297 ][ Pag.298 ][ Pag.299 ][ Pag.300 ][ Pag.301 ][ Pag.302 ][ Pag.303 ][ Pag.304 ][ Pag.305 ][ Pag.306 ][ Pag.307 ][ Pag.308 ][ Pag.309 ][ Pag.310 ][ Pag.311 ][ Pag.312 ][ Pag.313 ][ Pag.314 ][ Pag.315 ][ Pag.316 ][ Pag.317 ][ Pag.318 ][ Pag.319 ][ Pag.320 ][ Pag.321 ][ Pag.322 ][ Pag.323 ][ Pag.324 ][ Pag.325 ][ Pag.326 ][ Pag.327 ][ Pag.328 ][ Pag.329 ][ Pag.330 ][ Pag.331 ][ Pag.332 ][ Pag.333 ][ Pag.334 ][ Pag.335 ][ Pag.336 ][ Pag.337 ][ Pag.338 ][ Pag.339 ][ Pag.340 ][ Pag.341 ][ Pag.342 ][ Pag.343 ][ Pag.344 ][ Pag.345 ][ Pag.346 ][ Pag.347 ][ Pag.348 ][ Pag.349 ][ Pag.350 ][ Pag.351 ][ Pag.352 ][ Pag.353 ][ Pag.354 ][ Pag.355 ][ Pag.356 ][ Pag.357 ][ Pag.358 ][ Pag.359 ][ Pag.360 ][ Pag.361 ][ Pag.362 ][ Pag.363 ][ Pag.364 ][ Pag.365 ][ Pag.366 ][ Pag.367 ][ Pag.368 ][ Pag.369 ][ Pag.370 ][ Pag.371 ][ Pag.372 ][ Pag.373 ][ Pag.374 ][ Pag.375 ][ Pag.376 ][ Pag.377 ][ Pag.378 ][ Pag.379 ][ Pag.380 ][ Pag.381 ][ Pag.382 ][ Pag.383 ][ Pag.384 ][ Pag.385 ][ Pag.386 ][ Pag.387 ][ Pag.388 ][ Pag.389 ][ Pag.390 ][ Pag.391 ][ Pag.392 ][ Pag.393 ][ Pag.394 ][ Pag.395 ][ Pag.396 ][ Pag.397 ][ Pag.398 ][ Pag.399 ][ Pag.400 ][ Pag.401 ][ Pag.402 ][ Pag.403 ][ Pag.404 ][ Pag.405 ][ Pag.406 ][ Pag.407 ][ Pag.408 ][ Pag.409 ][ Pag.410 ][ Pag.411 ][ Pag.412 ][ Pag.413 ][ Pag.414 ][ Pag.415 ][ Pag.416 ][ Pag.417 ][ Pag.418 ][ Pag.419 ][ Pag.420 ][ Pag.421 ][ Pag.422 ][ Pag.423 ][ Pag.424 ][ Pag.425 ][ Pag.426 ][ Pag.427 ][ Pag.428 ][ Pag.429 ][ Pag.430 ][ Pag.431 ][ Pag.432 ][ Pag.433 ][ Pag.434 ][ Pag.435 ][ Pag.436 ][ Pag.437 ][ Pag.438 ][ Pag.439 ][ Pag.440 ][ Pag.441 ][ Pag.442 ][ Pag.443 ][ Pag.444 ][ Pag.445 ][ Pag.446 ][ Pag.447 ][ Pag.448 ][ Pag.449 ][ Pag.450 ][ Pag.451 ][ Pag.452 ][ Pag.453 ][ Pag.454 ][ Pag.455 ][ Pag.456 ][ Pag.457 ][ Pag.458 ][ Pag.459 ][ Pag.460 ][ Pag.461 ][ Pag.462 ][ Pag.463 ][ Pag.464 ][ Pag.465 ][ Pag.466 ][ Pag.467 ][ Pag.468 ][ Pag.469 ][ Pag.470 ][ Pag.471 ][ Pag.472 ][ Pag.473 ][ Pag.474 ][ Pag.475 ][ Pag.476 ][ Pag.477 ][ Pag.478 ][ Pag.479 ][ Pag.480 ][ Pag.481 ][ Pag.482 ][ Pag.483 ][ Pag.484 ][ Pag.485 ][ Pag.486 ][ Pag.487 ][ Pag.488 ][ Pag.489 ][ Pag.490 ][ Pag.491 ][ Pag.492 ][ Pag.493 ][ Pag.494 ][ Pag.495 ][ Pag.496 ][ Pag.497 ][ Pag.498 ][ Pag.499 ][ Pag.500 ][ Pag.501 ][ Pag.502 ][ Pag.503 ][ Pag.504 ][ Pag.505 ][ Pag.506 ][ Pag.507 ][ Pag.508 ][ Pag.509 ][ Pag.510 ][ Pag.511 ][ Pag.512 ][ Pag.513 ][ Pag.514 ][ Pag.515 ][ Pag.516 ][ Pag.517 ][ Pag.518 ][ Pag.519 ][ Pag.520 ]

 
     


- oggiscrivo.it - Copyright 2009 - 2016 - Tutti i diritti sono riservati - Webmaster Mauro -