RACCONTI

     
 

In questa sezione potete consultare tutti i racconti pubblicati nell'ultimo mese in ordine cronologico dall'ultimo in poi. In ogni caso se preferite è possibile visualizzare la lista dei racconti anche secondo scelte diverse, come per ordine di mese, per argomento , per autore o per gradimento.

Buona lettura

 
     



Lista Generale

     
 

Vita nuova

Tutti i giorni iniziano dallo stesso posto : Il letto. Quella mattina, come tutte le mattine, al primo trillo della sveglia, spalancai gli occhi e mi posi a sedere poggiandomi al cuscino. Cominciai a pensare alle problematiche che il nuovo giorno mi avrebbe posto, come facevo sempre, del resto. Guardai verso mia moglie che ancora consumava gli ultimi scampoli di un sonno mai sufficiente e, sorridendo, approvai la mia scelta di tanti anni prima. Quando le cose si fanno per bene ! Avevo riflettuto tanto prima di compiere il gran passo con lei, ma ora era li, nel posto di sua competenza, di mia competenza. Mi alzai e mi diressi al bagno dove mi rasi e feci le mie abluzioni giornaliere. Ne uscii fresco e pimpante. Andai a fare colazione coi miei due figli, mentre mia moglie si aggirava tra noi per sopperire a qualche desiderio nuovo e improvviso. Quindi, borsa alla mano, mi preparai ad uscire non senza aver prima “stimolato i miei figli a fare altrettanto visto che toccava a me portarli a ... (continua)

Nino Curatola 11/02/2018 - 12:42
commenti 0 - Numero letture:130

Voto:
su 1 votanti


Quando le note erano otto

In quel mondo lontano c'erano solo caverne e fitte boscaglie, gli alberi liberi di andare e tornare. Le montagne-appena abbozzate-erano ancora in tenera età. Il mare aveva le sue onde, la luna il suo quarto.
La musica aveva qualche anno di più.Alta e solenne la sera vestiva di scuro, la chiave a portata di mano cantava di vite vissute in un solo respiro per due corpi e un'anima sola.Di giorno vestiva di bianco, aveva pizzi e merletti.Andava in giro con otto note. La preferita era il "si", l'ottava era il "no".Suonava minuetti e madrigali.
Il sole faceva finta di niente, di sera nelle calde serate di agosto, senza farsi vedere, scendeva e ballava anche lui. Qualcuno sostiene che in quelle sere anche la luna, un po' innamorata, brillasse di più.
Quando l'orchestra suonava c'erano tutti: il mago di Oz, la fata turchina, Biancaneve con qualche nano, una timida strega, cappuccetto rosso e la nonna, il lupo non c'era.
In quel tempo il mare di giorno era azzurro con st... (continua)

GIOVANNI PIGNALOSA 10/02/2018 - 11:20
commenti 3 - Numero letture:174

Voto:
su 3 votanti


UN NUOVO INCONTRO

Il tribunale era pieno. Persone che telefonavano altre che parlavano concitate. altre ancora in estenuante attesa. L'anticamera era faticosa. le porte delle aule erano tutte aperte o quasi. L'atmosfera era satura di parole. cosa doveva fare? Era stanca. stanca di tutto. anche di seguirlo. Non era il suo cagnolino, non era niente. Il tempo passava e la gente sfollava. Ogni tanto un gruppo di persone, usciva alcune felici, altre depresse, fino a lasciare l'ampio locale completamente vuoto, ad eccezione di due o tre persone, e simile ad un deserto. Ma lei era ancora lì furente di rabbia. Mise gli auricolari. Un po' di musica forse l'avrebbe aiutata ad ingannare il tempo. Forse, le note l'avrebbero aiutata a calmarsi. e se si fosse calmata, sarebbe riuscita a resistere. E se ci fosse riuscita, l'avrebbe aspettato con calma e salutato con un sorriso. Se. si alzò sicura, e si avviò alle scale. I tacchi riecheggiavano sui gradini. Il passo sicuro, mentre si allontanava veloce. Era l'uscita qu... (continua)

Marirosa Tomaselli 09/02/2018 - 16:27
commenti 2 - Numero letture:135

Voto:
su 1 votanti


La camera d'albergo

Sono arrivato a Trento dopo pranzo.
Domani devo partecipare allo scritto di un concorso.
Ho studiato tanto per questa occasione e ci tengo a fare bene.
Lo scorso anno ho partecipato ad un concorso analogo a Siena, un disastro, un vero disastro.
Bocciato senza tanti complimenti.
Arrivo verso le 14, cerco subito un luogo dove mangiare.
Il mio albergo è in una via del centro, non è lontanissimo dalla stazione dei treni.
Mi avvio, verso l'albergo, a piedi con il mio zainetto.
Ho portato poche cose, devo stare qui solo una notte, non ho bisogno di tanto.
Arrivo; l'albergo è stato ristrutturato da poco ma, leggevo in internet, è nato da un vecchio edifico del seicento.
Lascio i miei documenti alla reception.
Stanza 237, la stanza è piccola ma confortevole.
Mi riposo un po', guardo la tv poi mi lavo i denti ed esco.
Passo il resto del pomeriggio girando per il centro.
Vedo il castello del Buonconsiglio, il duomo e altri monumenti.
Verso le otto di sera torno in albergo.
Inizi... (continua)

Massimiliano Casula 08/02/2018 - 21:00
commenti 1 - Numero letture:117

Voto:
su 1 votanti


Le pillole della buonanotte

Le tenebre ispirano il desiderio di luce così come la noia induce l'uomo alla ricerca della felicità. Se la luce non arriva e la felicità si nasconde, allora il poeta offre una grande medicina: insegna a sognare.

Se non sei disposto a perdonare gli altri, come potrai perdonare te stesso? L'odio, in ultima analisi, nasce dalla non accettazione delle proprie debolezze.

L'accettazione di se stessi e dei propri difetti è il primo passo logico verso la comprensione delle diversità.

Il giovane non capisce il vecchio ed il vecchio non accetta l'evoluzione del giovane e della società che si sta formando intorno ad esso. Entrambi sbagliano; infatti si comportano come se il ramo vecchio non riconoscesse la gemma e questa non sapesse di essere attaccata al ramo.

Il nano fatica a scavalcare il fiume, così come il gigante trova difficile passare sotto un piccolo ponte.

Quelli che ti dicono in continuazione: “se cadi, rialzati, sempre “, hanno provato a cadere dal quinto piano e spez... (continua)


Corrado B. 08/02/2018 - 13:56
commenti 5 - Numero letture:212

Voto:
su 3 votanti



[ Pag.1 ][ Pag.2 ][ Pag.3 ][ Pag.4 ][ Pag.5 ][ Pag.6 ][ Pag.7 ][ Pag.8 ][ Pag.9 ][ Pag.10 ][ Pag.11 ][ Pag.12 ][ Pag.13 ][ Pag.14 ][ Pag.15 ][ Pag.16 ][ Pag.17 ][ Pag.18 ][ Pag.19 ][ Pag.20 ][ Pag.21 ][ Pag.22 ][ Pag.23 ][ Pag.24 ][ Pag.25][ Pag.26 ][ Pag.27 ][ Pag.28 ][ Pag.29 ][ Pag.30 ][ Pag.31 ][ Pag.32 ][ Pag.33 ][ Pag.34 ][ Pag.35 ][ Pag.36 ][ Pag.37 ][ Pag.38 ][ Pag.39 ][ Pag.40 ][ Pag.41 ][ Pag.42 ][ Pag.43 ][ Pag.44 ][ Pag.45 ][ Pag.46 ][ Pag.47 ][ Pag.48 ][ Pag.49 ][ Pag.50 ][ Pag.51 ][ Pag.52 ][ Pag.53 ][ Pag.54 ][ Pag.55 ][ Pag.56 ][ Pag.57 ][ Pag.58 ][ Pag.59 ][ Pag.60 ][ Pag.61 ][ Pag.62 ][ Pag.63 ][ Pag.64 ][ Pag.65 ][ Pag.66 ][ Pag.67 ][ Pag.68 ][ Pag.69 ][ Pag.70 ][ Pag.71 ][ Pag.72 ][ Pag.73 ][ Pag.74 ][ Pag.75 ][ Pag.76 ][ Pag.77 ][ Pag.78 ][ Pag.79 ][ Pag.80 ][ Pag.81 ][ Pag.82 ][ Pag.83 ][ Pag.84 ][ Pag.85 ][ Pag.86 ][ Pag.87 ][ Pag.88 ][ Pag.89 ][ Pag.90 ][ Pag.91 ][ Pag.92 ][ Pag.93 ][ Pag.94 ][ Pag.95 ][ Pag.96 ][ Pag.97 ][ Pag.98 ][ Pag.99 ][ Pag.100 ][ Pag.101 ][ Pag.102 ][ Pag.103 ][ Pag.104 ][ Pag.105 ][ Pag.106 ][ Pag.107 ][ Pag.108 ][ Pag.109 ][ Pag.110 ][ Pag.111 ][ Pag.112 ][ Pag.113 ][ Pag.114 ][ Pag.115 ][ Pag.116 ][ Pag.117 ][ Pag.118 ][ Pag.119 ][ Pag.120 ][ Pag.121 ][ Pag.122 ][ Pag.123 ][ Pag.124 ][ Pag.125 ][ Pag.126 ][ Pag.127 ][ Pag.128 ][ Pag.129 ][ Pag.130 ][ Pag.131 ][ Pag.132 ][ Pag.133 ][ Pag.134 ][ Pag.135 ][ Pag.136 ][ Pag.137 ][ Pag.138 ][ Pag.139 ][ Pag.140 ][ Pag.141 ][ Pag.142 ][ Pag.143 ][ Pag.144 ][ Pag.145 ][ Pag.146 ][ Pag.147 ][ Pag.148 ][ Pag.149 ][ Pag.150 ][ Pag.151 ][ Pag.152 ][ Pag.153 ][ Pag.154 ][ Pag.155 ][ Pag.156 ][ Pag.157 ][ Pag.158 ][ Pag.159 ][ Pag.160 ][ Pag.161 ][ Pag.162 ][ Pag.163 ][ Pag.164 ][ Pag.165 ][ Pag.166 ][ Pag.167 ][ Pag.168 ][ Pag.169 ][ Pag.170 ][ Pag.171 ][ Pag.172 ][ Pag.173 ][ Pag.174 ][ Pag.175 ][ Pag.176 ][ Pag.177 ][ Pag.178 ][ Pag.179 ][ Pag.180 ][ Pag.181 ][ Pag.182 ][ Pag.183 ][ Pag.184 ][ Pag.185 ][ Pag.186 ][ Pag.187 ][ Pag.188 ][ Pag.189 ][ Pag.190 ][ Pag.191 ][ Pag.192 ][ Pag.193 ][ Pag.194 ][ Pag.195 ][ Pag.196 ][ Pag.197 ][ Pag.198 ][ Pag.199 ][ Pag.200 ][ Pag.201 ][ Pag.202 ][ Pag.203 ][ Pag.204 ][ Pag.205 ][ Pag.206 ][ Pag.207 ][ Pag.208 ][ Pag.209 ][ Pag.210 ][ Pag.211 ][ Pag.212 ][ Pag.213 ][ Pag.214 ][ Pag.215 ][ Pag.216 ][ Pag.217 ][ Pag.218 ][ Pag.219 ][ Pag.220 ][ Pag.221 ][ Pag.222 ][ Pag.223 ][ Pag.224 ][ Pag.225 ][ Pag.226 ][ Pag.227 ][ Pag.228 ][ Pag.229 ][ Pag.230 ][ Pag.231 ][ Pag.232 ][ Pag.233 ][ Pag.234 ][ Pag.235 ][ Pag.236 ][ Pag.237 ][ Pag.238 ][ Pag.239 ][ Pag.240 ][ Pag.241 ][ Pag.242 ][ Pag.243 ][ Pag.244 ][ Pag.245 ][ Pag.246 ][ Pag.247 ][ Pag.248 ][ Pag.249 ][ Pag.250 ][ Pag.251 ][ Pag.252 ][ Pag.253 ][ Pag.254 ][ Pag.255 ][ Pag.256 ][ Pag.257 ][ Pag.258 ][ Pag.259 ][ Pag.260 ][ Pag.261 ][ Pag.262 ][ Pag.263 ][ Pag.264 ][ Pag.265 ][ Pag.266 ][ Pag.267 ][ Pag.268 ][ Pag.269 ][ Pag.270 ][ Pag.271 ][ Pag.272 ][ Pag.273 ][ Pag.274 ][ Pag.275 ][ Pag.276 ][ Pag.277 ][ Pag.278 ][ Pag.279 ][ Pag.280 ][ Pag.281 ][ Pag.282 ][ Pag.283 ][ Pag.284 ][ Pag.285 ][ Pag.286 ][ Pag.287 ][ Pag.288 ][ Pag.289 ][ Pag.290 ][ Pag.291 ][ Pag.292 ][ Pag.293 ][ Pag.294 ][ Pag.295 ][ Pag.296 ][ Pag.297 ][ Pag.298 ][ Pag.299 ][ Pag.300 ][ Pag.301 ][ Pag.302 ][ Pag.303 ][ Pag.304 ][ Pag.305 ][ Pag.306 ][ Pag.307 ][ Pag.308 ][ Pag.309 ][ Pag.310 ][ Pag.311 ][ Pag.312 ][ Pag.313 ][ Pag.314 ][ Pag.315 ][ Pag.316 ][ Pag.317 ][ Pag.318 ][ Pag.319 ][ Pag.320 ][ Pag.321 ][ Pag.322 ][ Pag.323 ][ Pag.324 ][ Pag.325 ][ Pag.326 ][ Pag.327 ][ Pag.328 ][ Pag.329 ][ Pag.330 ][ Pag.331 ][ Pag.332 ][ Pag.333 ][ Pag.334 ][ Pag.335 ][ Pag.336 ][ Pag.337 ][ Pag.338 ][ Pag.339 ][ Pag.340 ][ Pag.341 ][ Pag.342 ][ Pag.343 ][ Pag.344 ][ Pag.345 ][ Pag.346 ][ Pag.347 ][ Pag.348 ][ Pag.349 ][ Pag.350 ][ Pag.351 ][ Pag.352 ][ Pag.353 ][ Pag.354 ][ Pag.355 ][ Pag.356 ][ Pag.357 ][ Pag.358 ][ Pag.359 ][ Pag.360 ][ Pag.361 ][ Pag.362 ][ Pag.363 ][ Pag.364 ][ Pag.365 ][ Pag.366 ][ Pag.367 ][ Pag.368 ][ Pag.369 ][ Pag.370 ][ Pag.371 ][ Pag.372 ][ Pag.373 ][ Pag.374 ][ Pag.375 ][ Pag.376 ][ Pag.377 ][ Pag.378 ][ Pag.379 ][ Pag.380 ][ Pag.381 ][ Pag.382 ][ Pag.383 ][ Pag.384 ][ Pag.385 ][ Pag.386 ][ Pag.387 ][ Pag.388 ][ Pag.389 ][ Pag.390 ][ Pag.391 ][ Pag.392 ][ Pag.393 ][ Pag.394 ][ Pag.395 ][ Pag.396 ][ Pag.397 ][ Pag.398 ][ Pag.399 ][ Pag.400 ][ Pag.401 ][ Pag.402 ][ Pag.403 ][ Pag.404 ][ Pag.405 ][ Pag.406 ][ Pag.407 ][ Pag.408 ][ Pag.409 ][ Pag.410 ][ Pag.411 ][ Pag.412 ][ Pag.413 ][ Pag.414 ][ Pag.415 ][ Pag.416 ][ Pag.417 ][ Pag.418 ][ Pag.419 ][ Pag.420 ][ Pag.421 ][ Pag.422 ][ Pag.423 ][ Pag.424 ][ Pag.425 ][ Pag.426 ][ Pag.427 ][ Pag.428 ][ Pag.429 ][ Pag.430 ][ Pag.431 ][ Pag.432 ][ Pag.433 ][ Pag.434 ][ Pag.435 ][ Pag.436 ][ Pag.437 ][ Pag.438 ][ Pag.439 ][ Pag.440 ][ Pag.441 ][ Pag.442 ][ Pag.443 ][ Pag.444 ][ Pag.445 ][ Pag.446 ][ Pag.447 ][ Pag.448 ][ Pag.449 ][ Pag.450 ][ Pag.451 ][ Pag.452 ][ Pag.453 ][ Pag.454 ][ Pag.455 ][ Pag.456 ][ Pag.457 ][ Pag.458 ][ Pag.459 ][ Pag.460 ][ Pag.461 ][ Pag.462 ][ Pag.463 ][ Pag.464 ][ Pag.465 ][ Pag.466 ][ Pag.467 ][ Pag.468 ][ Pag.469 ][ Pag.470 ][ Pag.471 ][ Pag.472 ][ Pag.473 ][ Pag.474 ][ Pag.475 ][ Pag.476 ][ Pag.477 ][ Pag.478 ][ Pag.479 ][ Pag.480 ][ Pag.481 ][ Pag.482 ][ Pag.483 ][ Pag.484 ][ Pag.485 ][ Pag.486 ][ Pag.487 ][ Pag.488 ][ Pag.489 ][ Pag.490 ][ Pag.491 ][ Pag.492 ][ Pag.493 ][ Pag.494 ][ Pag.495 ][ Pag.496 ][ Pag.497 ][ Pag.498 ][ Pag.499 ][ Pag.500 ][ Pag.501 ][ Pag.502 ][ Pag.503 ][ Pag.504 ][ Pag.505 ][ Pag.506 ][ Pag.507 ][ Pag.508 ][ Pag.509 ][ Pag.510 ][ Pag.511 ][ Pag.512 ][ Pag.513 ][ Pag.514 ][ Pag.515 ][ Pag.516 ][ Pag.517 ][ Pag.518 ][ Pag.519 ][ Pag.520 ][ Pag.521 ][ Pag.522 ][ Pag.523 ][ Pag.524 ][ Pag.525 ][ Pag.526 ][ Pag.527 ][ Pag.528 ][ Pag.529 ][ Pag.530 ][ Pag.531 ][ Pag.532 ][ Pag.533 ][ Pag.534 ][ Pag.535 ][ Pag.536 ][ Pag.537 ][ Pag.538 ][ Pag.539 ][ Pag.540 ][ Pag.541 ][ Pag.542 ][ Pag.543 ][ Pag.544 ][ Pag.545 ][ Pag.546 ][ Pag.547 ][ Pag.548 ][ Pag.549 ][ Pag.550 ][ Pag.551 ][ Pag.552 ][ Pag.553 ][ Pag.554 ][ Pag.555 ][ Pag.556 ][ Pag.557 ][ Pag.558 ][ Pag.559 ][ Pag.560 ][ Pag.561 ][ Pag.562 ][ Pag.563 ][ Pag.564 ][ Pag.565 ]

 
     


- oggiscrivo.it - Copyright 2009 - 2018 - Tutti i diritti sono riservati - Webmaster Mauro -