RACCONTI

     
 

In questa sezione potete consultare tutti i racconti pubblicati nell'ultimo mese in ordine cronologico dall'ultimo in poi. In ogni caso se preferite è possibile visualizzare la lista dei racconti anche secondo scelte diverse, come per ordine di mese, per argomento , per autore o per gradimento.

Buona lettura

 
     



Lista Generale

     
 



Sfuggente amore onirico

Le pareti della stanza erano di un giallo pallido, color crema e sulla parete di fronte a me la luce sbatteva contro le finestre opache e rigate senza riuscire ad entrare, arrivando soltanto ad illuminare l’ambiente quanto bastava per vederci chiaro.
Non ero solo in quella cupa atmosfera.. C’erano dei ragazzi e delle ragazze, adagiati su sedie di legno malandate sparse qua e là.. ognuno impegnato in qualcosa che lo ammaliava tanto da non degnarmi nemmeno di uno sguardo. Non erano pochissimi, ma apparivano a me soltanto come delle presenze, come delle figure, delle ombre che si facevano compagnia a vicenda ma che non facevano compagnia a me. L’unica cosa nitida ai miei occhi era lei, abbandonata su una sedia appoggiata alla finestra. Un barlume le illuminava parte del volto, mettendole in risalto gli incantevoli lineamenti. Accanto a se aveva uno zaino di pelle color cuoio e nero; stringeva forte contro il suo petto un peluche.. un orsetto marrone e grigio che quasi sembrava abbraccia... (continua)

Andrea Zampella 15/06/2016 - 15:46
commenti 0 - Numero letture:224

Voto:
su 0 votanti




Tutto tempo perso

Tanti i mendicanti della notte prigionieri dell’illusione che non sia tutto tempo perso affannarsi a cercare tra i diversi volti riflessi, quell’unica intensità che possa racchiudere due respiri e a scrutare con gli occhi della mente ogni espressione, ogni piega, ogni ombra che possa rilasciare percezioni inaspettate.
Una chimera pensare che ogni azione segua il filo della ragione, anche quando attorno c’è una tempesta di sabbia.
Sotto un cielo diverso, quando l’alba illumina gli specchi e dirada la nebbia, tutto il tempo perso rivive senza emozioni, divenendo muto.
Non ci sono domande da fare, né risposte da dare, perché all’improvviso ritorna quel passato che è già futuro.
In poche ore si trovano mischiati tra la folla con la mente che scivola silenziosa dove più nulla c’è da scoprire, dove tutte le porte sono chiuse e dove le rose sono sfiorite da tempo.
Ma ritornando la notte, ecco che gli stessi mendicanti si affacciano sulla scena a seguire il fruscio di pensieri unici e mis... (continua)

Emma Tanzi 15/06/2016 - 05:18
commenti 0 - Numero letture:260

Voto:
su 0 votanti


La mia amica

Guardai Silvia,aveva gli occhi arrossati e gonfi,non aveva dormito e aveva pianto in silenzio tutta la notte.
Quel tale Paolo,che era la causa della sofferenza di Silvia,era uscito presto,l'avevo sentito mugugnare in cucina,era poi uscito sbattendo forte la porta.
Capivo perfettamente che tra loro due le cose non andavano come la mia amica si aspettava, quando, qualche mese prima aveva invitato Paolo a vivere nella nostra casa.
La prima volta che lo vidi capii subito che in lui c'era qualcosa che non andava,non mi rivolse nemmeno uno sguardo e quando Silvia si allontanò un attimo, venne verso di me facendomi smorfie e gesti incomprensibili.Naturalmente io mi dileguai in un istante e tornai solo quando lui se ne andò.

Silvia ora è qui sul divano ,mi parla e mi chiede: "Cosa devo fare?"
Intanto le sue lacrime mi cadono addosso,(che fastidio!) ma resto qui con lei,perché la mia amica ha bisogno di me.
Io saprei cosa fare,ricordo quando quel pazzo psicotico col pelo ro... (continua)


patrizia brogi 14/06/2016 - 17:57
commenti 7 - Numero letture:385

Voto:
su 5 votanti




L'uomo che non c'era

Era inutile cercarlo. Lui non c'era. Aveva deciso così è nessuno gli avrebbe fatto cambiare idea. Sarebbe stato una nuvola del cielo, un'onda del mare, un gabbiano senza veliero, un arbusto oltre i tremila metri sempreverde.
Era sciocco pensare che avrebbe potuto portare qualcuno con se, anche se una lei dicono in molti che c'è l'avesse. In fondo una lei non sarebbe stata affar suo. Lui era sempre stato scelto, e non aveva mai pianto quando era stato lasciato. Si era sentito più leggero.
Lui voleva stare solo. Non aveva tempo per pensare alle lacrime e alla tristezza di una donna innamorata e insicura, non poteva perdere più nemmeno un minuto della sua vita in affari che non lo riguardassero. Non aveva voglia di condividere il mare e le sue ondate, i fondali e gli scogli, voleva diventarne parte, essere il mare e lo scoglio stesso. Lui non c'era. Aveva un miraggio da materializzare, un'alchimia da inventare, un disegno antico da realizzare.
Era impossibile trovarlo, aveva costruit... (continua)

MARIA MADDALENA MERISI 14/06/2016 - 12:52
commenti 4 - Numero letture:296

Voto:
su 4 votanti


Grazie Prof !

Entravi in classe sempre affannata,incavolata con le ferrovie,la pioggia e i maleducati.
Di te ricordo occhi magnetici,maglioni troppo grandi e mani piene di graffi.
Eri la professoressa strana,quella che noi prendevamo un po' in giro.
Insegnare italiano a 25 sedicenni di un istituto tecnico non doveva essere impresa facile e poi, sono certa che insegnare non era la tua massima aspirazione...

"Vi ho riportato i compiti e come sempre,salvo rare eccezioni, sono disastrosi,quando vi chiamo venite a ritirarli...Allora,Mariotti 4... Sabatini 4,5 ...Vanni 5...
Gigli pessimo!...3...Brogi 7"
"Professoressa!"
"Dimmi Mariotti..."
"Ma perchè la Brogi prende sempre 7,ci legga cosa scrive...così impariamo..."
Lei decide,dopo il mio stentato consenso, di accontentare il Mariotti:
"Non mi piaceva andare a scuola dalle suore e ancor meno in chiesa, luoghi bui e tetri, che mi infondevano timore .....
Quello che mi piaceva era invece la cucina d... (continua)


patrizia brogi 13/06/2016 - 16:33
commenti 10 - Numero letture:251

Voto:
su 6 votanti



[ Pag.1 ][ Pag.2 ][ Pag.3 ][ Pag.4 ][ Pag.5 ][ Pag.6 ][ Pag.7 ][ Pag.8 ][ Pag.9 ][ Pag.10 ][ Pag.11 ][ Pag.12 ][ Pag.13 ][ Pag.14 ][ Pag.15 ][ Pag.16 ][ Pag.17 ][ Pag.18 ][ Pag.19 ][ Pag.20 ][ Pag.21 ][ Pag.22 ][ Pag.23 ][ Pag.24 ][ Pag.25 ][ Pag.26 ][ Pag.27 ][ Pag.28 ][ Pag.29 ][ Pag.30 ][ Pag.31 ][ Pag.32 ][ Pag.33 ][ Pag.34 ][ Pag.35 ][ Pag.36 ][ Pag.37 ][ Pag.38 ][ Pag.39 ][ Pag.40 ][ Pag.41 ][ Pag.42 ][ Pag.43 ][ Pag.44 ][ Pag.45 ][ Pag.46 ][ Pag.47 ][ Pag.48 ][ Pag.49 ][ Pag.50 ][ Pag.51 ][ Pag.52 ][ Pag.53 ][ Pag.54 ][ Pag.55 ][ Pag.56 ][ Pag.57 ][ Pag.58 ][ Pag.59 ][ Pag.60 ][ Pag.61 ][ Pag.62 ][ Pag.63 ][ Pag.64 ][ Pag.65 ][ Pag.66 ][ Pag.67 ][ Pag.68 ][ Pag.69 ][ Pag.70 ][ Pag.71 ][ Pag.72 ][ Pag.73 ][ Pag.74 ][ Pag.75 ][ Pag.76 ][ Pag.77 ][ Pag.78 ][ Pag.79 ][ Pag.80 ][ Pag.81 ][ Pag.82 ][ Pag.83 ][ Pag.84 ][ Pag.85 ][ Pag.86 ][ Pag.87 ][ Pag.88 ][ Pag.89 ][ Pag.90 ][ Pag.91 ][ Pag.92 ][ Pag.93 ][ Pag.94 ][ Pag.95 ][ Pag.96 ][ Pag.97 ][ Pag.98 ][ Pag.99 ][ Pag.100 ][ Pag.101 ][ Pag.102 ][ Pag.103 ][ Pag.104 ][ Pag.105 ][ Pag.106 ][ Pag.107 ][ Pag.108 ][ Pag.109 ][ Pag.110 ][ Pag.111 ][ Pag.112 ][ Pag.113 ][ Pag.114 ][ Pag.115 ][ Pag.116 ][ Pag.117 ][ Pag.118 ][ Pag.119 ][ Pag.120 ][ Pag.121 ][ Pag.122 ][ Pag.123 ][ Pag.124 ][ Pag.125 ][ Pag.126 ][ Pag.127 ][ Pag.128 ][ Pag.129 ][ Pag.130 ][ Pag.131 ][ Pag.132 ][ Pag.133 ][ Pag.134 ][ Pag.135 ][ Pag.136 ][ Pag.137 ][ Pag.138 ][ Pag.139 ][ Pag.140 ][ Pag.141 ][ Pag.142 ][ Pag.143 ][ Pag.144 ][ Pag.145 ][ Pag.146 ][ Pag.147 ][ Pag.148 ][ Pag.149 ][ Pag.150 ][ Pag.151 ][ Pag.152 ][ Pag.153 ][ Pag.154 ][ Pag.155 ][ Pag.156 ][ Pag.157 ][ Pag.158 ][ Pag.159 ][ Pag.160 ][ Pag.161 ][ Pag.162 ][ Pag.163 ][ Pag.164 ][ Pag.165 ][ Pag.166 ][ Pag.167 ][ Pag.168 ][ Pag.169 ][ Pag.170 ][ Pag.171 ][ Pag.172 ][ Pag.173 ][ Pag.174 ][ Pag.175 ][ Pag.176 ][ Pag.177 ][ Pag.178 ][ Pag.179 ][ Pag.180 ][ Pag.181 ][ Pag.182 ][ Pag.183 ][ Pag.184 ][ Pag.185 ][ Pag.186 ][ Pag.187 ][ Pag.188 ][ Pag.189 ][ Pag.190 ][ Pag.191 ][ Pag.192 ][ Pag.193 ][ Pag.194 ][ Pag.195 ][ Pag.196 ][ Pag.197 ][ Pag.198 ][ Pag.199 ][ Pag.200 ][ Pag.201 ][ Pag.202 ][ Pag.203 ][ Pag.204 ][ Pag.205 ][ Pag.206 ][ Pag.207 ][ Pag.208 ][ Pag.209 ][ Pag.210 ][ Pag.211 ][ Pag.212 ][ Pag.213 ][ Pag.214 ][ Pag.215 ][ Pag.216 ][ Pag.217 ][ Pag.218 ][ Pag.219 ][ Pag.220 ][ Pag.221 ][ Pag.222 ][ Pag.223 ][ Pag.224 ][ Pag.225 ][ Pag.226 ][ Pag.227 ][ Pag.228 ][ Pag.229 ][ Pag.230 ][ Pag.231 ][ Pag.232 ][ Pag.233 ][ Pag.234 ][ Pag.235 ][ Pag.236 ][ Pag.237 ][ Pag.238 ][ Pag.239 ][ Pag.240 ][ Pag.241 ][ Pag.242 ][ Pag.243 ][ Pag.244 ][ Pag.245 ][ Pag.246 ][ Pag.247 ][ Pag.248 ][ Pag.249 ][ Pag.250 ][ Pag.251 ][ Pag.252 ][ Pag.253 ][ Pag.254 ][ Pag.255 ][ Pag.256 ][ Pag.257 ][ Pag.258 ][ Pag.259 ][ Pag.260 ][ Pag.261 ][ Pag.262 ][ Pag.263 ][ Pag.264 ][ Pag.265 ][ Pag.266 ][ Pag.267 ][ Pag.268 ][ Pag.269 ][ Pag.270 ][ Pag.271 ][ Pag.272 ][ Pag.273 ][ Pag.274 ][ Pag.275 ][ Pag.276 ][ Pag.277 ][ Pag.278 ][ Pag.279 ][ Pag.280 ][ Pag.281 ][ Pag.282 ][ Pag.283 ][ Pag.284 ][ Pag.285][ Pag.286 ][ Pag.287 ][ Pag.288 ][ Pag.289 ][ Pag.290 ][ Pag.291 ][ Pag.292 ][ Pag.293 ][ Pag.294 ][ Pag.295 ][ Pag.296 ][ Pag.297 ][ Pag.298 ][ Pag.299 ][ Pag.300 ][ Pag.301 ][ Pag.302 ][ Pag.303 ][ Pag.304 ][ Pag.305 ][ Pag.306 ][ Pag.307 ][ Pag.308 ][ Pag.309 ][ Pag.310 ][ Pag.311 ][ Pag.312 ][ Pag.313 ][ Pag.314 ][ Pag.315 ][ Pag.316 ][ Pag.317 ][ Pag.318 ][ Pag.319 ][ Pag.320 ][ Pag.321 ][ Pag.322 ][ Pag.323 ][ Pag.324 ][ Pag.325 ][ Pag.326 ][ Pag.327 ][ Pag.328 ][ Pag.329 ][ Pag.330 ][ Pag.331 ][ Pag.332 ][ Pag.333 ][ Pag.334 ][ Pag.335 ][ Pag.336 ][ Pag.337 ][ Pag.338 ][ Pag.339 ][ Pag.340 ][ Pag.341 ][ Pag.342 ][ Pag.343 ][ Pag.344 ][ Pag.345 ][ Pag.346 ][ Pag.347 ][ Pag.348 ][ Pag.349 ][ Pag.350 ][ Pag.351 ][ Pag.352 ][ Pag.353 ][ Pag.354 ][ Pag.355 ][ Pag.356 ][ Pag.357 ][ Pag.358 ][ Pag.359 ][ Pag.360 ][ Pag.361 ][ Pag.362 ][ Pag.363 ][ Pag.364 ][ Pag.365 ][ Pag.366 ][ Pag.367 ][ Pag.368 ][ Pag.369 ][ Pag.370 ][ Pag.371 ][ Pag.372 ][ Pag.373 ][ Pag.374 ][ Pag.375 ][ Pag.376 ][ Pag.377 ][ Pag.378 ][ Pag.379 ][ Pag.380 ][ Pag.381 ][ Pag.382 ][ Pag.383 ][ Pag.384 ][ Pag.385 ][ Pag.386 ][ Pag.387 ][ Pag.388 ][ Pag.389 ][ Pag.390 ][ Pag.391 ][ Pag.392 ][ Pag.393 ][ Pag.394 ][ Pag.395 ][ Pag.396 ][ Pag.397 ][ Pag.398 ][ Pag.399 ][ Pag.400 ][ Pag.401 ][ Pag.402 ][ Pag.403 ][ Pag.404 ][ Pag.405 ][ Pag.406 ][ Pag.407 ][ Pag.408 ][ Pag.409 ][ Pag.410 ][ Pag.411 ][ Pag.412 ][ Pag.413 ][ Pag.414 ][ Pag.415 ][ Pag.416 ][ Pag.417 ][ Pag.418 ][ Pag.419 ][ Pag.420 ][ Pag.421 ][ Pag.422 ][ Pag.423 ][ Pag.424 ][ Pag.425 ][ Pag.426 ][ Pag.427 ][ Pag.428 ][ Pag.429 ][ Pag.430 ][ Pag.431 ][ Pag.432 ][ Pag.433 ][ Pag.434 ][ Pag.435 ][ Pag.436 ][ Pag.437 ][ Pag.438 ][ Pag.439 ][ Pag.440 ][ Pag.441 ][ Pag.442 ][ Pag.443 ][ Pag.444 ][ Pag.445 ][ Pag.446 ][ Pag.447 ][ Pag.448 ][ Pag.449 ][ Pag.450 ][ Pag.451 ][ Pag.452 ][ Pag.453 ][ Pag.454 ][ Pag.455 ][ Pag.456 ][ Pag.457 ][ Pag.458 ][ Pag.459 ][ Pag.460 ][ Pag.461 ][ Pag.462 ][ Pag.463 ][ Pag.464 ][ Pag.465 ][ Pag.466 ][ Pag.467 ][ Pag.468 ][ Pag.469 ][ Pag.470 ][ Pag.471 ][ Pag.472 ][ Pag.473 ][ Pag.474 ][ Pag.475 ][ Pag.476 ][ Pag.477 ][ Pag.478 ][ Pag.479 ][ Pag.480 ][ Pag.481 ][ Pag.482 ][ Pag.483 ][ Pag.484 ][ Pag.485 ][ Pag.486 ][ Pag.487 ][ Pag.488 ][ Pag.489 ][ Pag.490 ][ Pag.491 ][ Pag.492 ][ Pag.493 ][ Pag.494 ][ Pag.495 ][ Pag.496 ][ Pag.497 ][ Pag.498 ][ Pag.499 ][ Pag.500 ][ Pag.501 ][ Pag.502 ][ Pag.503 ][ Pag.504 ][ Pag.505 ][ Pag.506 ][ Pag.507 ][ Pag.508 ][ Pag.509 ][ Pag.510 ][ Pag.511 ][ Pag.512 ][ Pag.513 ][ Pag.514 ][ Pag.515 ][ Pag.516 ][ Pag.517 ][ Pag.518 ][ Pag.519 ][ Pag.520 ][ Pag.521 ][ Pag.522 ][ Pag.523 ][ Pag.524 ][ Pag.525 ][ Pag.526 ][ Pag.527 ][ Pag.528 ][ Pag.529 ][ Pag.530 ][ Pag.531 ][ Pag.532 ][ Pag.533 ][ Pag.534 ][ Pag.535 ][ Pag.536 ][ Pag.537 ][ Pag.538 ][ Pag.539 ][ Pag.540 ][ Pag.541 ][ Pag.542 ][ Pag.543 ][ Pag.544 ][ Pag.545 ][ Pag.546 ][ Pag.547 ][ Pag.548 ][ Pag.549 ][ Pag.550 ][ Pag.551 ][ Pag.552 ][ Pag.553 ][ Pag.554 ][ Pag.555 ][ Pag.556 ][ Pag.557 ][ Pag.558 ][ Pag.559 ][ Pag.560 ]

 
     


- oggiscrivo.it - Copyright 2009 - 2018 - Tutti i diritti sono riservati - Webmaster Mauro -