RACCONTI

     
 

In questa sezione potete consultare tutti i racconti pubblicati nell'ultimo mese in ordine cronologico dall'ultimo in poi. In ogni caso se preferite è possibile visualizzare la lista dei racconti anche secondo scelte diverse, come per ordine di mese, per argomento , per autore o per gradimento.

Buona lettura

 
     



Lista Generale

     
 

RENDI LA TUA REALTA' PERFETTA.

L' energia interiore è una Divinità che coesiste
in ogni essere, è una parte del Tutto, è un' identica
luce coperta da diversi livelli di evoluzione della Coscienza.
Come elevare la vibrazione della propria energia
e trasformare tutto ciò che avete attorno in
pura perfezione ad elevata frequenza vibratoria?
Come trasformare la propria realtà in
qualcosa di Splendido e Luminoso paradiso concreto?
Amate.
Portate sulla terra la vostra energia originaria
d'amore, di luce divina.
Sentite crescere in voi l' energia della vostra
vera natura di divinità... sentite in voi la Forza
prendere il controllo della vostra vita, lasciate andare
i limiti mentali, lasciate cadere la maschera della
"normalità umana", ascoltate quell' intuizione che spesso
dentro
di voi urla "Io Sono, Io Posso fare TUTTO", portate
alla luce del mondo la vostra vera energia
di pace, compassione per il male,
amore incondizionato, non giudizio.
Amate, inviate energia di amore ad ogni c... (continua)

Federica Colarossi 18/03/2011 - 02:49
commenti 0 - Numero letture:451

Voto:
su 0 votanti


Io li controllo

Nessuno mi avrebbe mai riconosciuto. Nascosto dal mio mistero e paralizzato da ciò che mi attendeva, stavo per solcare con diffidenza la soglia del caos. L’ira e la disperazione sono sempre l’una il risultato dell’altra e la sensazione di onnipotenza che si prova nel provocarle, non permette ad alcuni individui di comportarsi rispettando la società e la vita stessa.
Pensai molte volte a come avrei passato la mia vita; generalmente mi vedevo solo, in una misera topaia, leso dalla mia incostanza, turbato dall’affitto e dalla coca-cola light.
A volte però, riuscivo persino ad immaginarmi unito ad una persona, rilassato nella quiete domestica e stuzzicato dalla prole. Li per li, vidi solo il mio obiettivo, senza nulla al seguito.
“Erman lascia stare il signore”! Urlò la madre ad un piccolo moccioso rossiccio che stava stropicciando la manica del mio cappotto; non mi accorsi nemmeno di quello che stava facendo. Assopito cercai di cogliere nel suo sguardo qualcosa che mi avrebbe fatto ri... (continua)

Matt Sum 18/03/2011 - 01:51
commenti 0 - Numero letture:437

Voto:
su 0 votanti


Rimmarrai sempre in me...

Josh, fidanzato con Annie da 5 anni, aveva avuto la sgradevole notizia del trasferimento della famiglia in un'altra nazione...
Annie e Josh, con molta malinconia nel cuore, si diedero il loro ultimo appuntamento nel parco in cui si eraano conosciuti; di fronte all'albero su cui si erano baciati e su cui avevano inciso i loro nomi all'interno di un cuore.
Alle 5.00 si incontrarono, non fu una notte di fuoco ma bensì una notte da vivere insieme come fosse l'ultima, un viaggio fra i ricordi della loro stupenda storia d'amore.
Quella sera trovarono tutte le loro foto, ricordarono tutti i momenti passati insieme e si resero conto che insieme erano cresciuti, maturati, impando dai loro errori, tra disavventure e momenti da favola e pensare che tutto ciò non poteva più continuare gli faceva stare malissimo.
Arrivò il giorno in cui dovettero lasciarsi, Annie andò a casa di Josh rimasero abbracciati per molto tempo mentre si sussurravano frasi d'amore, ad un certo punto iniziarono a ridere:... (continua)

lidia margiotta 16/03/2011 - 21:05
commenti 0 - Numero letture:513

Voto:
su 0 votanti


Gli occhi nella luna

C'era qualcosa di antico e di strano in quella foresta di alberi altissimi, coperti di liane.
Si avvertiva un suono leggero di uccelli e un silenzio profondo, era mattina.
La luce filtrava dall'alto, tra i rami, fino alla penombra del sottobosco.
A terra, ai piedi di un albero, c'era un uomo che dormiva.
Aveva vestiti laceri, svegliandosi sembrava stupito di sé e del luogo, era molto confuso, perché per quanto si sforzasse non riusciva a ricordare niente.
Vicino a lui c'era un bastone e qualche straccio, li raccolse e si mise in cammino.
Si sentiva dentro un tormento, come di qualcosa di indistinto e di terribile, che però non riusciva a mettere a fuoco.
Non so quanta strada fece così, chiuso in se stesso, poi un pomeriggio arrivò a una radura d'erba alta.
Lontano saliva del fumo, voleva avvicinarsi, anche se non sapeva cosa avrebbe trovato.
Sul prato c'erano dei giovani, uomini e donne, che si esercitavano a combattere. Alcuni avevano delle armi, altri no. Sul limitare del ... (continua)

* Sanzi 13/03/2011 - 01:33
commenti 0 - Numero letture:557

Voto:
su 0 votanti


Anelli di plastica

Quando ero bambina mio padre, a volte, la domenica, mi portava con sé, quando doveva fare qualche riunione fuori Roma.
Una volta partimmo con altre persone, su un pullman.
Il mare della costa del Lazio salendo verso Civitavecchia migliorava sempre più.
Arrivammo a una casa grande, un edificio enorme, credo una struttura religiosa, sola di fronte al mare.
C’erano intorno delle palme, ma mi davano un senso di tristezza, non so perché.
Per molte ore mio padre non lo vidi più e mi lasciarono con i ragazzi.
La maggior parte non aveva i genitori, altri erano lì per studiare, perché le loro famiglie magari non li avrebbero potuti mantenere.
Io mi muovevo silenziosa, senza farmi né sentire né vedere, per discrezione.
C’era un ragazzo che mi aveva notato e che con il passare delle ore mi era rimasto sempre vicino, anche sulla spiaggia. Dopo pranzo mi invitò a fare una passeggiata.
Credo si trovasse bene con me, una questione di affinità, o forse gli sembravano belli i miei capelli lu... (continua)

* Sanzi 31/01/2011 - 21:11
commenti 0 - Numero letture:620

Voto:
su 0 votanti



[ Pag.1 ][ Pag.2 ][ Pag.3 ][ Pag.4 ][ Pag.5 ][ Pag.6 ][ Pag.7 ][ Pag.8 ][ Pag.9 ][ Pag.10 ][ Pag.11 ][ Pag.12 ][ Pag.13 ][ Pag.14 ][ Pag.15 ][ Pag.16 ][ Pag.17 ][ Pag.18 ][ Pag.19 ][ Pag.20 ][ Pag.21 ][ Pag.22 ][ Pag.23 ][ Pag.24 ][ Pag.25 ][ Pag.26 ][ Pag.27 ][ Pag.28 ][ Pag.29 ][ Pag.30 ][ Pag.31 ][ Pag.32 ][ Pag.33 ][ Pag.34 ][ Pag.35 ][ Pag.36 ][ Pag.37 ][ Pag.38 ][ Pag.39 ][ Pag.40 ][ Pag.41 ][ Pag.42 ][ Pag.43 ][ Pag.44 ][ Pag.45 ][ Pag.46 ][ Pag.47 ][ Pag.48 ][ Pag.49 ][ Pag.50 ][ Pag.51 ][ Pag.52 ][ Pag.53 ][ Pag.54 ][ Pag.55 ][ Pag.56 ][ Pag.57 ][ Pag.58 ][ Pag.59 ][ Pag.60 ][ Pag.61 ][ Pag.62 ][ Pag.63 ][ Pag.64 ][ Pag.65 ][ Pag.66 ][ Pag.67 ][ Pag.68 ][ Pag.69 ][ Pag.70 ][ Pag.71 ][ Pag.72 ][ Pag.73 ][ Pag.74 ][ Pag.75 ][ Pag.76 ][ Pag.77 ][ Pag.78 ][ Pag.79 ][ Pag.80 ][ Pag.81 ][ Pag.82 ][ Pag.83 ][ Pag.84 ][ Pag.85 ][ Pag.86 ][ Pag.87 ][ Pag.88 ][ Pag.89 ][ Pag.90 ][ Pag.91 ][ Pag.92 ][ Pag.93 ][ Pag.94 ][ Pag.95 ][ Pag.96 ][ Pag.97 ][ Pag.98 ][ Pag.99 ][ Pag.100 ][ Pag.101 ][ Pag.102 ][ Pag.103 ][ Pag.104 ][ Pag.105 ][ Pag.106 ][ Pag.107 ][ Pag.108 ][ Pag.109 ][ Pag.110 ][ Pag.111 ][ Pag.112 ][ Pag.113 ][ Pag.114 ][ Pag.115 ][ Pag.116 ][ Pag.117 ][ Pag.118 ][ Pag.119 ][ Pag.120 ][ Pag.121 ][ Pag.122 ][ Pag.123 ][ Pag.124 ][ Pag.125 ][ Pag.126 ][ Pag.127 ][ Pag.128 ][ Pag.129 ][ Pag.130 ][ Pag.131 ][ Pag.132 ][ Pag.133 ][ Pag.134 ][ Pag.135 ][ Pag.136 ][ Pag.137 ][ Pag.138 ][ Pag.139 ][ Pag.140 ][ Pag.141 ][ Pag.142 ][ Pag.143 ][ Pag.144 ][ Pag.145 ][ Pag.146 ][ Pag.147 ][ Pag.148 ][ Pag.149 ][ Pag.150 ][ Pag.151 ][ Pag.152 ][ Pag.153 ][ Pag.154 ][ Pag.155 ][ Pag.156 ][ Pag.157 ][ Pag.158 ][ Pag.159 ][ Pag.160 ][ Pag.161 ][ Pag.162 ][ Pag.163 ][ Pag.164 ][ Pag.165 ][ Pag.166 ][ Pag.167 ][ Pag.168 ][ Pag.169 ][ Pag.170 ][ Pag.171 ][ Pag.172 ][ Pag.173 ][ Pag.174 ][ Pag.175 ][ Pag.176 ][ Pag.177 ][ Pag.178 ][ Pag.179 ][ Pag.180 ][ Pag.181 ][ Pag.182 ][ Pag.183 ][ Pag.184 ][ Pag.185 ][ Pag.186 ][ Pag.187 ][ Pag.188 ][ Pag.189 ][ Pag.190 ][ Pag.191 ][ Pag.192 ][ Pag.193 ][ Pag.194 ][ Pag.195 ][ Pag.196 ][ Pag.197 ][ Pag.198 ][ Pag.199 ][ Pag.200 ][ Pag.201 ][ Pag.202 ][ Pag.203 ][ Pag.204 ][ Pag.205 ][ Pag.206 ][ Pag.207 ][ Pag.208 ][ Pag.209 ][ Pag.210 ][ Pag.211 ][ Pag.212 ][ Pag.213 ][ Pag.214 ][ Pag.215 ][ Pag.216 ][ Pag.217 ][ Pag.218 ][ Pag.219 ][ Pag.220 ][ Pag.221 ][ Pag.222 ][ Pag.223 ][ Pag.224 ][ Pag.225 ][ Pag.226 ][ Pag.227 ][ Pag.228 ][ Pag.229 ][ Pag.230 ][ Pag.231 ][ Pag.232 ][ Pag.233 ][ Pag.234 ][ Pag.235 ][ Pag.236 ][ Pag.237 ][ Pag.238 ][ Pag.239 ][ Pag.240 ][ Pag.241 ][ Pag.242 ][ Pag.243 ][ Pag.244 ][ Pag.245 ][ Pag.246 ][ Pag.247 ][ Pag.248 ][ Pag.249 ][ Pag.250 ][ Pag.251 ][ Pag.252 ][ Pag.253 ][ Pag.254 ][ Pag.255 ][ Pag.256 ][ Pag.257 ][ Pag.258 ][ Pag.259 ][ Pag.260 ][ Pag.261 ][ Pag.262 ][ Pag.263 ][ Pag.264 ][ Pag.265 ][ Pag.266 ][ Pag.267 ][ Pag.268 ][ Pag.269 ][ Pag.270 ][ Pag.271 ][ Pag.272 ][ Pag.273 ][ Pag.274 ][ Pag.275 ][ Pag.276 ][ Pag.277 ][ Pag.278 ][ Pag.279 ][ Pag.280 ][ Pag.281 ][ Pag.282 ][ Pag.283 ][ Pag.284 ][ Pag.285 ][ Pag.286 ][ Pag.287 ][ Pag.288 ][ Pag.289 ][ Pag.290 ][ Pag.291 ][ Pag.292 ][ Pag.293 ][ Pag.294 ][ Pag.295 ][ Pag.296 ][ Pag.297 ][ Pag.298 ][ Pag.299 ][ Pag.300 ][ Pag.301 ][ Pag.302 ][ Pag.303 ][ Pag.304 ][ Pag.305 ][ Pag.306 ][ Pag.307 ][ Pag.308 ][ Pag.309 ][ Pag.310 ][ Pag.311 ][ Pag.312 ][ Pag.313 ][ Pag.314 ][ Pag.315 ][ Pag.316 ][ Pag.317 ][ Pag.318 ][ Pag.319 ][ Pag.320 ][ Pag.321 ][ Pag.322 ][ Pag.323 ][ Pag.324 ][ Pag.325 ][ Pag.326 ][ Pag.327 ][ Pag.328 ][ Pag.329 ][ Pag.330 ][ Pag.331 ][ Pag.332 ][ Pag.333 ][ Pag.334 ][ Pag.335 ][ Pag.336 ][ Pag.337 ][ Pag.338 ][ Pag.339 ][ Pag.340 ][ Pag.341 ][ Pag.342 ][ Pag.343 ][ Pag.344 ][ Pag.345 ][ Pag.346 ][ Pag.347 ][ Pag.348 ][ Pag.349 ][ Pag.350 ][ Pag.351 ][ Pag.352 ][ Pag.353 ][ Pag.354 ][ Pag.355 ][ Pag.356 ][ Pag.357 ][ Pag.358 ][ Pag.359 ][ Pag.360 ][ Pag.361 ][ Pag.362 ][ Pag.363 ][ Pag.364 ][ Pag.365 ][ Pag.366 ][ Pag.367 ][ Pag.368 ][ Pag.369 ][ Pag.370 ][ Pag.371 ][ Pag.372 ][ Pag.373 ][ Pag.374 ][ Pag.375 ][ Pag.376 ][ Pag.377 ][ Pag.378 ][ Pag.379 ][ Pag.380 ][ Pag.381 ][ Pag.382 ][ Pag.383 ][ Pag.384 ][ Pag.385 ][ Pag.386 ][ Pag.387 ][ Pag.388 ][ Pag.389 ][ Pag.390 ][ Pag.391 ][ Pag.392 ][ Pag.393 ][ Pag.394 ][ Pag.395 ][ Pag.396 ][ Pag.397 ][ Pag.398 ][ Pag.399 ][ Pag.400 ][ Pag.401 ][ Pag.402 ][ Pag.403 ][ Pag.404 ][ Pag.405 ][ Pag.406 ][ Pag.407 ][ Pag.408 ][ Pag.409 ][ Pag.410 ][ Pag.411 ][ Pag.412 ][ Pag.413 ][ Pag.414 ][ Pag.415 ][ Pag.416 ][ Pag.417 ][ Pag.418 ][ Pag.419 ][ Pag.420 ][ Pag.421 ][ Pag.422 ][ Pag.423 ][ Pag.424 ][ Pag.425 ][ Pag.426 ][ Pag.427 ][ Pag.428 ][ Pag.429 ][ Pag.430 ][ Pag.431 ][ Pag.432 ][ Pag.433 ][ Pag.434 ][ Pag.435 ][ Pag.436 ][ Pag.437 ][ Pag.438 ][ Pag.439 ][ Pag.440 ][ Pag.441 ][ Pag.442 ][ Pag.443 ][ Pag.444 ][ Pag.445 ][ Pag.446 ][ Pag.447 ][ Pag.448 ][ Pag.449 ][ Pag.450 ][ Pag.451 ][ Pag.452 ][ Pag.453 ][ Pag.454 ][ Pag.455 ][ Pag.456 ][ Pag.457 ][ Pag.458 ][ Pag.459 ][ Pag.460 ][ Pag.461 ][ Pag.462 ][ Pag.463 ][ Pag.464 ][ Pag.465 ][ Pag.466 ][ Pag.467 ][ Pag.468 ][ Pag.469 ][ Pag.470 ][ Pag.471 ][ Pag.472 ][ Pag.473 ][ Pag.474 ][ Pag.475 ][ Pag.476 ][ Pag.477 ][ Pag.478 ][ Pag.479 ][ Pag.480 ][ Pag.481 ][ Pag.482 ][ Pag.483 ][ Pag.484 ][ Pag.485 ][ Pag.486 ][ Pag.487 ][ Pag.488 ][ Pag.489 ][ Pag.490 ][ Pag.491 ][ Pag.492 ][ Pag.493 ][ Pag.494 ][ Pag.495 ][ Pag.496 ][ Pag.497 ][ Pag.498 ][ Pag.499 ][ Pag.500 ][ Pag.501 ][ Pag.502 ][ Pag.503 ][ Pag.504 ][ Pag.505 ][ Pag.506 ][ Pag.507 ][ Pag.508 ][ Pag.509 ][ Pag.510 ][ Pag.511 ][ Pag.512 ][ Pag.513 ][ Pag.514 ][ Pag.515 ][ Pag.516 ][ Pag.517 ][ Pag.518 ][ Pag.519 ][ Pag.520 ][ Pag.521 ][ Pag.522 ][ Pag.523][ Pag.524 ][ Pag.525 ][ Pag.526 ][ Pag.527 ]

 
     


- oggiscrivo.it - Copyright 2009 - 2016 - Tutti i diritti sono riservati - Webmaster Mauro -