RACCONTI

     
 

In questa sezione potete consultare tutti i racconti pubblicati nell'ultimo mese in ordine cronologico dall'ultimo in poi. In ogni caso se preferite è possibile visualizzare la lista dei racconti anche secondo scelte diverse, come per ordine di mese, per argomento , per autore o per gradimento.

Buona lettura

 
     



Lista Generale

     
 

L'infarto

Ho 48 anni, non ho mai fumato, non bevo alcolici, non sono diabetico e non ho il colesterolo alto. Verso la metà di aprile ho avuto un innalzamento momentaneo della pressione che mi ha fatto preoccupare ma non più di tanto. Il 23 aprile scorso stavo pranzando ed ero solo in casa. Il dolore al petto si presenta all'inizio simile a un peso, un'oppressione. Dopo dieci minuti sono già pallido come un cencio. Che faccio? Chiamo o non chiamo il 118? Che figura ci faccio se non è nulla? Si metteranno a ridere, mi faranno una bella romanzina che non si chiama l'ambulanza se non è una cosa seria. L'oppressione nel frattempo aumenta e rischio di perdere i sensi. Trovo le forze di chiamare e preparo in una tasca la tessera sanitaria, le chiavi di casa e gli altri documenti. Quando i sanitari arrivano, già capiscono la situazione e mi consigliano di stendermi sulla barella. Giunti al pronto soccorso, dopo l'ECG già si parla di infarto laterale e mi preparano per l'angioplastica. La mia paura è all... (continua)

Vincent Corbo 05/05/2015 - 07:46
commenti 9 - Numero letture:840

Voto:
su 4 votanti


BUONA SERA AMICI

Mi chiedevo se aveste mai ascoltato socchiudendo le palpebre,una canzone,una melodia,un solo strumento musicale.
Credo di si,e come entrare in un mondo plasmato da te stesso,perché sono i tuoi pensieri che lo creano,mediante una musica creata da uno sconosciuto.
Ciò,è quello che io definisco interconnessione naturale,ed è fantastico,perché si da libero sfogo ad emozioni e sentimenti senza avere un costo,e il pensiero di Dio nelle nostre mani e nella nostra mente.
Lo stesso riferimento lo si può fare per un dipinto,una scultura,ecc,ecc,.
Magari personalmente ho recato emozioni negative nei confronti altrui,anche io in precedenza ancora ne avevo ricevute,culturalmente credevo fosse giusto,e nel nostro modo che ci siamo inposti di concepire le cose che è giusto la cultura e tutto anche se sbagliata.
Il nostro Ego,ci possiede oggi più che mai,il raggiungere obbiettivi materiali e'la priorità di questa generazione malandata schiavizzata senza più empatia per la sua vera Natura,quella ... (continua)

Cristian Rizzo 04/05/2015 - 19:34
commenti 1 - Numero letture:276

Voto:
su 2 votanti


Johnny il vagabondo

Il vento del Nord sibilando si disperdeva tra i vicoli polverosi del villaggio di Red Peak. Gli ultimi viandanti in cerca di un rifugio sicuro per la notte, avvolti nei lunghi mantelli, gironzolavano accecati dal terriccio sollevato. L'aspetto spettrale del luogo incuteva riverenza e i versi striduli degli avvoltoi in lontananza facevano avvertire l'esigenza di una preghiera durante il cammino.
In quel remoto sperduto angolo della Terra, circondato da aspre montagne che si tingono di rosso al tramonto, alcuni laboriosi pionieri, parecchi decenni prima vi avevano fissato la loro dimora, alla fine di un'avventurosa serie di peripezie che aveva condotto intere famiglie, a bordo di carovane, verso i territori dell'Ovest. L'alternarsi delle stagioni, incanutiva una generazione dopo l'altra senza avvenimenti di rilievo. Le uniche novità che movimentavano la vita semplice della piccola comunità, erano gli assalti alle corriere e i conseguenti arresti dei furfanti da parte dello scerif... (continua)

stella cometa 04/05/2015 - 19:07
commenti 2 - Numero letture:496

Voto:
su 3 votanti


Vita di Learco Furdenio

“Il tempo è denaro” frase immortalata a grandi lettere nella mente di Learco Furdenio dal padre, già dall’adolescenza, quando suo malgrado, restava imbambolato ad ammirare i dipinti che venivano esposti d’estate a Livorno, alla manifestazione artistica “ La Rotonda”.
Alcuni disegni e annotazioni, giunteci, ci mostrano come la sua mente spaziava in essi e fantasticava d’essere al fianco dei personaggi che vi erano raffigurati e di vivere nel mondo degli artisti dell’ottocento.
Fu un’ottimo punto di partenza per le sue aspettative scolastiche future, infatti desiderava fare studi artistici e letterari, invece suo malgrado, fu obbligato a frequentare scuole di tutt’altra specie, come rimarca nel suo diario scolastico del tempo, dove alle parole ed ai dipinti si sostituivano le formule finanziarie.
Argomento questo che cercò di portare all’attenzione dei genitori con una lettera rinvenuta postuma tra i suoi oggetti, probabilmente mai consegnata agli stessi.
Arrivato all’università d... (continua)

paolo signorini 04/05/2015 - 15:46
commenti 0 - Numero letture:427

Voto:
su 2 votanti


Libertà, 25 Aprile

Cara moglie, sono io, Balto, ti scrivo per l'ultima volta, perché ho la certezza che tra poco ci rivedremo.
Ormai è fatta, io sono felice perché vedo che dalle montagne sta uscendo un sole, ma non un sole qualunque, ma uno veramente brillante, così splendente che non vedevo da tanti anni, ma che dico, da veramente molti anni da quando ci misero le catene ai polsi. Che meraviglia, è veramente focoso, brilla, incendia e rinasce come una fenice che dalle ceneri bruciate torna in vita.
Le catene che avevamo alle mani si sono finalmente spezzate e vedo i lupi che stanno fuggendo dalle nostre campagne.
Non perdo l'occasione, amore, giocondo, io sto scendendo dalla montagna, per raggiungerti a casa, e tra poco io sarò da te, te lo giuro, saremo di nuovo felici, come prima.
Davvero, corro come un matto per rivedere il tuo viso, i tuoi occhi, le tue labbra, il nostro casale di campagna, muoio dalla voglia di baciarti e di rotolarmi nel grano.
Dall'alto, vedo la Wermacht in ritirata, che s... (continua)

Monsieur Noir 04/05/2015 - 11:25
commenti 2 - Numero letture:287

Voto:
su 3 votanti



[ Pag.1 ][ Pag.2 ][ Pag.3 ][ Pag.4 ][ Pag.5 ][ Pag.6 ][ Pag.7 ][ Pag.8 ][ Pag.9 ][ Pag.10 ][ Pag.11 ][ Pag.12 ][ Pag.13 ][ Pag.14 ][ Pag.15 ][ Pag.16 ][ Pag.17 ][ Pag.18 ][ Pag.19 ][ Pag.20 ][ Pag.21 ][ Pag.22 ][ Pag.23 ][ Pag.24 ][ Pag.25 ][ Pag.26 ][ Pag.27 ][ Pag.28 ][ Pag.29 ][ Pag.30 ][ Pag.31 ][ Pag.32 ][ Pag.33 ][ Pag.34 ][ Pag.35 ][ Pag.36 ][ Pag.37 ][ Pag.38 ][ Pag.39 ][ Pag.40 ][ Pag.41 ][ Pag.42 ][ Pag.43 ][ Pag.44 ][ Pag.45 ][ Pag.46 ][ Pag.47 ][ Pag.48 ][ Pag.49 ][ Pag.50 ][ Pag.51 ][ Pag.52 ][ Pag.53 ][ Pag.54 ][ Pag.55 ][ Pag.56 ][ Pag.57 ][ Pag.58 ][ Pag.59 ][ Pag.60 ][ Pag.61 ][ Pag.62 ][ Pag.63 ][ Pag.64 ][ Pag.65 ][ Pag.66 ][ Pag.67 ][ Pag.68 ][ Pag.69 ][ Pag.70 ][ Pag.71 ][ Pag.72 ][ Pag.73 ][ Pag.74 ][ Pag.75 ][ Pag.76 ][ Pag.77 ][ Pag.78 ][ Pag.79 ][ Pag.80 ][ Pag.81 ][ Pag.82 ][ Pag.83 ][ Pag.84 ][ Pag.85 ][ Pag.86 ][ Pag.87 ][ Pag.88 ][ Pag.89 ][ Pag.90 ][ Pag.91 ][ Pag.92 ][ Pag.93 ][ Pag.94 ][ Pag.95 ][ Pag.96 ][ Pag.97 ][ Pag.98 ][ Pag.99 ][ Pag.100 ][ Pag.101 ][ Pag.102 ][ Pag.103 ][ Pag.104 ][ Pag.105 ][ Pag.106 ][ Pag.107 ][ Pag.108 ][ Pag.109 ][ Pag.110 ][ Pag.111 ][ Pag.112 ][ Pag.113 ][ Pag.114 ][ Pag.115 ][ Pag.116 ][ Pag.117 ][ Pag.118 ][ Pag.119 ][ Pag.120 ][ Pag.121 ][ Pag.122 ][ Pag.123 ][ Pag.124 ][ Pag.125 ][ Pag.126 ][ Pag.127 ][ Pag.128 ][ Pag.129 ][ Pag.130 ][ Pag.131 ][ Pag.132 ][ Pag.133 ][ Pag.134 ][ Pag.135 ][ Pag.136 ][ Pag.137 ][ Pag.138 ][ Pag.139 ][ Pag.140 ][ Pag.141 ][ Pag.142 ][ Pag.143 ][ Pag.144 ][ Pag.145 ][ Pag.146 ][ Pag.147 ][ Pag.148 ][ Pag.149 ][ Pag.150 ][ Pag.151 ][ Pag.152 ][ Pag.153 ][ Pag.154 ][ Pag.155 ][ Pag.156 ][ Pag.157 ][ Pag.158 ][ Pag.159 ][ Pag.160 ][ Pag.161 ][ Pag.162 ][ Pag.163 ][ Pag.164 ][ Pag.165 ][ Pag.166 ][ Pag.167 ][ Pag.168 ][ Pag.169 ][ Pag.170 ][ Pag.171 ][ Pag.172 ][ Pag.173 ][ Pag.174 ][ Pag.175 ][ Pag.176 ][ Pag.177 ][ Pag.178 ][ Pag.179 ][ Pag.180 ][ Pag.181 ][ Pag.182 ][ Pag.183 ][ Pag.184 ][ Pag.185 ][ Pag.186 ][ Pag.187 ][ Pag.188 ][ Pag.189 ][ Pag.190 ][ Pag.191 ][ Pag.192 ][ Pag.193 ][ Pag.194 ][ Pag.195 ][ Pag.196 ][ Pag.197 ][ Pag.198 ][ Pag.199 ][ Pag.200 ][ Pag.201 ][ Pag.202 ][ Pag.203 ][ Pag.204 ][ Pag.205 ][ Pag.206 ][ Pag.207 ][ Pag.208 ][ Pag.209 ][ Pag.210 ][ Pag.211 ][ Pag.212 ][ Pag.213 ][ Pag.214 ][ Pag.215 ][ Pag.216 ][ Pag.217 ][ Pag.218 ][ Pag.219 ][ Pag.220 ][ Pag.221 ][ Pag.222 ][ Pag.223 ][ Pag.224 ][ Pag.225 ][ Pag.226 ][ Pag.227 ][ Pag.228 ][ Pag.229 ][ Pag.230 ][ Pag.231 ][ Pag.232 ][ Pag.233 ][ Pag.234 ][ Pag.235 ][ Pag.236 ][ Pag.237 ][ Pag.238 ][ Pag.239 ][ Pag.240 ][ Pag.241 ][ Pag.242 ][ Pag.243 ][ Pag.244 ][ Pag.245 ][ Pag.246 ][ Pag.247 ][ Pag.248 ][ Pag.249 ][ Pag.250 ][ Pag.251 ][ Pag.252 ][ Pag.253 ][ Pag.254 ][ Pag.255 ][ Pag.256 ][ Pag.257 ][ Pag.258 ][ Pag.259 ][ Pag.260 ][ Pag.261 ][ Pag.262 ][ Pag.263 ][ Pag.264 ][ Pag.265 ][ Pag.266 ][ Pag.267 ][ Pag.268 ][ Pag.269 ][ Pag.270 ][ Pag.271 ][ Pag.272 ][ Pag.273 ][ Pag.274 ][ Pag.275 ][ Pag.276 ][ Pag.277 ][ Pag.278 ][ Pag.279 ][ Pag.280 ][ Pag.281 ][ Pag.282 ][ Pag.283 ][ Pag.284 ][ Pag.285 ][ Pag.286 ][ Pag.287 ][ Pag.288 ][ Pag.289 ][ Pag.290 ][ Pag.291 ][ Pag.292 ][ Pag.293 ][ Pag.294 ][ Pag.295 ][ Pag.296 ][ Pag.297 ][ Pag.298 ][ Pag.299 ][ Pag.300 ][ Pag.301 ][ Pag.302 ][ Pag.303 ][ Pag.304 ][ Pag.305 ][ Pag.306 ][ Pag.307 ][ Pag.308 ][ Pag.309 ][ Pag.310 ][ Pag.311 ][ Pag.312 ][ Pag.313 ][ Pag.314 ][ Pag.315 ][ Pag.316 ][ Pag.317 ][ Pag.318 ][ Pag.319 ][ Pag.320 ][ Pag.321 ][ Pag.322 ][ Pag.323 ][ Pag.324 ][ Pag.325 ][ Pag.326 ][ Pag.327 ][ Pag.328 ][ Pag.329 ][ Pag.330 ][ Pag.331 ][ Pag.332 ][ Pag.333 ][ Pag.334 ][ Pag.335 ][ Pag.336 ][ Pag.337 ][ Pag.338 ][ Pag.339 ][ Pag.340 ][ Pag.341 ][ Pag.342 ][ Pag.343 ][ Pag.344 ][ Pag.345 ][ Pag.346 ][ Pag.347 ][ Pag.348 ][ Pag.349 ][ Pag.350 ][ Pag.351 ][ Pag.352 ][ Pag.353 ][ Pag.354 ][ Pag.355 ][ Pag.356 ][ Pag.357 ][ Pag.358 ][ Pag.359 ][ Pag.360 ][ Pag.361 ][ Pag.362 ][ Pag.363 ][ Pag.364 ][ Pag.365 ][ Pag.366 ][ Pag.367 ][ Pag.368 ][ Pag.369 ][ Pag.370 ][ Pag.371 ][ Pag.372 ][ Pag.373 ][ Pag.374 ][ Pag.375 ][ Pag.376 ][ Pag.377 ][ Pag.378 ][ Pag.379 ][ Pag.380 ][ Pag.381 ][ Pag.382 ][ Pag.383 ][ Pag.384 ][ Pag.385 ][ Pag.386 ][ Pag.387 ][ Pag.388 ][ Pag.389][ Pag.390 ][ Pag.391 ][ Pag.392 ][ Pag.393 ][ Pag.394 ][ Pag.395 ][ Pag.396 ][ Pag.397 ][ Pag.398 ][ Pag.399 ][ Pag.400 ][ Pag.401 ][ Pag.402 ][ Pag.403 ][ Pag.404 ][ Pag.405 ][ Pag.406 ][ Pag.407 ][ Pag.408 ][ Pag.409 ][ Pag.410 ][ Pag.411 ][ Pag.412 ][ Pag.413 ][ Pag.414 ][ Pag.415 ][ Pag.416 ][ Pag.417 ][ Pag.418 ][ Pag.419 ][ Pag.420 ][ Pag.421 ][ Pag.422 ][ Pag.423 ][ Pag.424 ][ Pag.425 ][ Pag.426 ][ Pag.427 ][ Pag.428 ][ Pag.429 ][ Pag.430 ][ Pag.431 ][ Pag.432 ][ Pag.433 ][ Pag.434 ][ Pag.435 ][ Pag.436 ][ Pag.437 ][ Pag.438 ][ Pag.439 ][ Pag.440 ][ Pag.441 ][ Pag.442 ][ Pag.443 ][ Pag.444 ][ Pag.445 ][ Pag.446 ][ Pag.447 ][ Pag.448 ][ Pag.449 ][ Pag.450 ][ Pag.451 ][ Pag.452 ][ Pag.453 ][ Pag.454 ][ Pag.455 ][ Pag.456 ][ Pag.457 ][ Pag.458 ][ Pag.459 ][ Pag.460 ][ Pag.461 ][ Pag.462 ][ Pag.463 ][ Pag.464 ][ Pag.465 ][ Pag.466 ][ Pag.467 ][ Pag.468 ][ Pag.469 ][ Pag.470 ][ Pag.471 ][ Pag.472 ][ Pag.473 ][ Pag.474 ][ Pag.475 ][ Pag.476 ][ Pag.477 ][ Pag.478 ][ Pag.479 ][ Pag.480 ][ Pag.481 ][ Pag.482 ][ Pag.483 ][ Pag.484 ][ Pag.485 ][ Pag.486 ][ Pag.487 ][ Pag.488 ][ Pag.489 ][ Pag.490 ][ Pag.491 ][ Pag.492 ][ Pag.493 ][ Pag.494 ][ Pag.495 ][ Pag.496 ][ Pag.497 ][ Pag.498 ][ Pag.499 ][ Pag.500 ][ Pag.501 ][ Pag.502 ][ Pag.503 ][ Pag.504 ][ Pag.505 ][ Pag.506 ][ Pag.507 ][ Pag.508 ][ Pag.509 ][ Pag.510 ][ Pag.511 ][ Pag.512 ][ Pag.513 ][ Pag.514 ][ Pag.515 ][ Pag.516 ][ Pag.517 ][ Pag.518 ][ Pag.519 ][ Pag.520 ][ Pag.521 ][ Pag.522 ][ Pag.523 ][ Pag.524 ][ Pag.525 ][ Pag.526 ][ Pag.527 ]

 
     


- oggiscrivo.it - Copyright 2009 - 2016 - Tutti i diritti sono riservati - Webmaster Mauro -