RACCONTI

     
 

In questa sezione potete consultare tutti i racconti pubblicati nell'ultimo mese in ordine cronologico dall'ultimo in poi. In ogni caso se preferite è possibile visualizzare la lista dei racconti anche secondo scelte diverse, come per ordine di mese, per argomento , per autore o per gradimento.

Buona lettura

 
     



Lista Generale

     
 

PIA E LA COLOMBA

Alcuni anni fa, eravamo tornati da una lunga vacanza estiva trascorsa con i nostri due figli sulla Riviera Romagnola.
Arrivati a casa, dopo aver sistemato i bagagli, la Pia si è recata sul balcone della cucina per stendere alcuni indumenti appena lavati.
Con grande sorpresa e un po’ di paura, si è trovata davanti un volatile di colore grigio e nero che giaceva accovacciato immobile su un nido di paglia e foglie secche, sistemato in un angolo riparato del balcone stesso.
Il primo impulso è stato quello di scacciare l’animale che oltre ad aver fatto il nido, aveva anche creato un certo disordine sul balcone. Poiché però il volatile, pur rimanendo immobile, ha reagito con atteggiamenti un po’ strani e aggressivi, come a dire: questa ormai è casa mia e io da qui non me ne vado! La Pia, un po’ agitata e indispettita, è corsa a chiamarmi, dicendo: vieni subito sul balcone c’è un uccello molto aggressivo e pericoloso! - Sono andato di fretta e preoccupato a controllare la situazione, ma m... (continua)

Sabatino Santucci 28/05/2015 - 01:19
commenti 0 - Numero letture:519

Voto:
su 4 votanti


turno di notte

Fuori ormai era già' buio in quella sera di maggio,Umberto guardava dalla finestra il suo giardino ,sentiva il calore delle braccia della moglie che lo stavano abbracciando , cercava guardando le sue piante di scacciare i suoi pensieri ma le lucciole che lambivano con luce lampeggiante le sue piante lo fecero improvvisamente tornare alla realta' ,quelle luci intermittenti delle lucciole gli ricordarono improvvisamente il suo lavoro in quella sala al terzo piano in un'edificio poco distante da casa in cui tra poco doveva svolgere il suo turno di notte .Umberto comincio' a maledire il giorno in cui aveva messo piede in quella maledetta ditta ,lui aveva già' un lavoro precedente era un laboratorio di riparazioni elettroniche in un piccolo paesino , l'aveva realizzato come tutte le sue cose dal nulla con poche cose raccattare che agli altri non servivano ,amava quel lavoro, oltre alla soddisfazione era premiato da discreti guadagni.Mugugnando ,imprecando ,ecco dopo un'abbraccio alla moglie... (continua)

umberto cavallini 27/05/2015 - 12:51
commenti 1 - Numero letture:516

Voto:
su 7 votanti


Una giornata come tante

Rusinella voleva ritirare i BOT del valore nominale di un milione di lire che, in numero di dodici, aveva comprato trentacinque anni prima :il giovane impiegato impallidì e goccioline di sudore imperlarono la fronte dell’operatore che si accingeva a spiegare all’utente l’impossibilità di dar luogo all’operazione,trattandosi di titoli ormai scaduti per i quali bisognava rivolgersi alla sede centrale. La preoccupazione del pover’uomo fu legittimata dall’intervento di Tonin che mentre era intento a trasferire la patente di guida alla vecchia impiegata dell’Ufficio Postale,non si esentò da un’intelligentissima battuta:”Signò chist ve fann prima murì e po’ ve paven”:fu il caos! Le fazioni si formarono rapidamente, da un lato Gennaro o cuoco, Tonin 0 cammerier, Pascal o fruttaiolo e Caterina a giornalaia che probabilmente per appartenenza alla categoria, sostenevano le maleparole di Rusinella rinforzandole con varie “ave raggion povera vecchia”, “chi accumpagn a Napoli?””iamm, giuvinù faci... (continua)

Antonio Gabriele Barca 26/05/2015 - 13:36
commenti 0 - Numero letture:419

Voto:
su 3 votanti




Vita vissuta. Quando l\'emigrante ero io.

Gli anni sessanta mi videro giovane migrante allontanarmi dalla Sardegna. Partivo per la Germania dove avrei lavorato come operaio in un cantiere edile.
Prima della partenza erano d’obbligo diversi accertamenti medici. Oltre agli esami di routine: polmoni, cuore, sangue, mi esaminarono la dentatura. “Come fossi un cavallo”. Avevo detto agli amici parlando della visita dentistica e del fatto che avrei dovuto affrontare una spesa non indifferente per mettere due denti che mi mancavano. Non potevi partire se non avevi una sana e robusta costituzione fisica; tanto meno se ti mancava anche un solo dente.
“A caval donato non si guarda in bocca.” Avevano ironizzarono gli stessi sfruttando la mia esternazione, e giocando sul fatto che Donato è il mio nome. Rammento di aver accennato un sorriso, mentre pensavo a ciò che avrebbero potuto escogitare se fossero venuti a conoscenza di quello che per me era stato ben più di un’imbarazzante controllo medico. Il dottore mi aveva “esaminato” il post... (continua)

Claretta Frau 25/05/2015 - 13:59
commenti 15 - Numero letture:690

Voto:
su 6 votanti


Gli spermatozoi

A un certo punto dell’anno scolastico, ai miei tempi, c’erano le giornate a tema che facevamo in “tutte le scuole del regno”.
Lo stesso tema, sullo stesso argomento. L’INVALSI!
Una delle giornate era quella del risparmio, introdotta un anno da una poesia ad hoc che, a un certo punto, diceva:

Poiché il molto vien dal poco
La goccia d’olio tien vivo il lume,
da un filo d’acqua
comincia il fiume
e da un soldino che sai serbare
ci può nascere un libretto
e verrà un giorno ci scommetto
che tutto il mondo potrai comprare.

A parte l’idea di comprare tutto il mondo, che era comunque indicativo di un certo modo “appropriativo”, mancava l’idea di investire, eravamo nel 1970 quando ce la propinavano, e di rischiare.
L’unica cosa valida da confermare della poesia è che “ il molto vien dal poco”.

Del resto veniamo dagli spermatozoi, che molto non è.... (continua)


Glauco Ballantini 25/05/2015 - 09:55
commenti 1 - Numero letture:333

Voto:
su 3 votanti



[ Pag.1 ][ Pag.2 ][ Pag.3 ][ Pag.4 ][ Pag.5 ][ Pag.6 ][ Pag.7 ][ Pag.8 ][ Pag.9 ][ Pag.10 ][ Pag.11 ][ Pag.12 ][ Pag.13 ][ Pag.14 ][ Pag.15 ][ Pag.16 ][ Pag.17 ][ Pag.18 ][ Pag.19 ][ Pag.20 ][ Pag.21 ][ Pag.22 ][ Pag.23 ][ Pag.24 ][ Pag.25 ][ Pag.26 ][ Pag.27 ][ Pag.28 ][ Pag.29 ][ Pag.30 ][ Pag.31 ][ Pag.32 ][ Pag.33 ][ Pag.34 ][ Pag.35 ][ Pag.36 ][ Pag.37 ][ Pag.38 ][ Pag.39 ][ Pag.40 ][ Pag.41 ][ Pag.42 ][ Pag.43 ][ Pag.44 ][ Pag.45 ][ Pag.46 ][ Pag.47 ][ Pag.48 ][ Pag.49 ][ Pag.50 ][ Pag.51 ][ Pag.52 ][ Pag.53 ][ Pag.54 ][ Pag.55 ][ Pag.56 ][ Pag.57 ][ Pag.58 ][ Pag.59 ][ Pag.60 ][ Pag.61 ][ Pag.62 ][ Pag.63 ][ Pag.64 ][ Pag.65 ][ Pag.66 ][ Pag.67 ][ Pag.68 ][ Pag.69 ][ Pag.70 ][ Pag.71 ][ Pag.72 ][ Pag.73 ][ Pag.74 ][ Pag.75 ][ Pag.76 ][ Pag.77 ][ Pag.78 ][ Pag.79 ][ Pag.80 ][ Pag.81 ][ Pag.82 ][ Pag.83 ][ Pag.84 ][ Pag.85 ][ Pag.86 ][ Pag.87 ][ Pag.88 ][ Pag.89 ][ Pag.90 ][ Pag.91 ][ Pag.92 ][ Pag.93 ][ Pag.94 ][ Pag.95 ][ Pag.96 ][ Pag.97 ][ Pag.98 ][ Pag.99 ][ Pag.100 ][ Pag.101 ][ Pag.102 ][ Pag.103 ][ Pag.104 ][ Pag.105 ][ Pag.106 ][ Pag.107 ][ Pag.108 ][ Pag.109 ][ Pag.110 ][ Pag.111 ][ Pag.112 ][ Pag.113 ][ Pag.114 ][ Pag.115 ][ Pag.116 ][ Pag.117 ][ Pag.118 ][ Pag.119 ][ Pag.120 ][ Pag.121 ][ Pag.122 ][ Pag.123 ][ Pag.124 ][ Pag.125 ][ Pag.126 ][ Pag.127 ][ Pag.128 ][ Pag.129 ][ Pag.130 ][ Pag.131 ][ Pag.132 ][ Pag.133 ][ Pag.134 ][ Pag.135 ][ Pag.136 ][ Pag.137 ][ Pag.138 ][ Pag.139 ][ Pag.140 ][ Pag.141 ][ Pag.142 ][ Pag.143 ][ Pag.144 ][ Pag.145 ][ Pag.146 ][ Pag.147 ][ Pag.148 ][ Pag.149 ][ Pag.150 ][ Pag.151 ][ Pag.152 ][ Pag.153 ][ Pag.154 ][ Pag.155 ][ Pag.156 ][ Pag.157 ][ Pag.158 ][ Pag.159 ][ Pag.160 ][ Pag.161 ][ Pag.162 ][ Pag.163 ][ Pag.164 ][ Pag.165 ][ Pag.166 ][ Pag.167 ][ Pag.168 ][ Pag.169 ][ Pag.170 ][ Pag.171 ][ Pag.172 ][ Pag.173 ][ Pag.174 ][ Pag.175 ][ Pag.176 ][ Pag.177 ][ Pag.178 ][ Pag.179 ][ Pag.180 ][ Pag.181 ][ Pag.182 ][ Pag.183 ][ Pag.184 ][ Pag.185 ][ Pag.186 ][ Pag.187 ][ Pag.188 ][ Pag.189 ][ Pag.190 ][ Pag.191 ][ Pag.192 ][ Pag.193 ][ Pag.194 ][ Pag.195 ][ Pag.196 ][ Pag.197 ][ Pag.198 ][ Pag.199 ][ Pag.200 ][ Pag.201 ][ Pag.202 ][ Pag.203 ][ Pag.204 ][ Pag.205 ][ Pag.206 ][ Pag.207 ][ Pag.208 ][ Pag.209 ][ Pag.210 ][ Pag.211 ][ Pag.212 ][ Pag.213 ][ Pag.214 ][ Pag.215 ][ Pag.216 ][ Pag.217 ][ Pag.218 ][ Pag.219 ][ Pag.220 ][ Pag.221 ][ Pag.222 ][ Pag.223 ][ Pag.224 ][ Pag.225 ][ Pag.226 ][ Pag.227 ][ Pag.228 ][ Pag.229 ][ Pag.230 ][ Pag.231 ][ Pag.232 ][ Pag.233 ][ Pag.234 ][ Pag.235 ][ Pag.236 ][ Pag.237 ][ Pag.238 ][ Pag.239 ][ Pag.240 ][ Pag.241 ][ Pag.242 ][ Pag.243 ][ Pag.244 ][ Pag.245 ][ Pag.246 ][ Pag.247 ][ Pag.248 ][ Pag.249 ][ Pag.250 ][ Pag.251 ][ Pag.252 ][ Pag.253 ][ Pag.254 ][ Pag.255 ][ Pag.256 ][ Pag.257 ][ Pag.258 ][ Pag.259 ][ Pag.260 ][ Pag.261 ][ Pag.262 ][ Pag.263 ][ Pag.264 ][ Pag.265 ][ Pag.266 ][ Pag.267 ][ Pag.268 ][ Pag.269 ][ Pag.270 ][ Pag.271 ][ Pag.272 ][ Pag.273 ][ Pag.274 ][ Pag.275 ][ Pag.276 ][ Pag.277 ][ Pag.278 ][ Pag.279 ][ Pag.280 ][ Pag.281 ][ Pag.282 ][ Pag.283 ][ Pag.284 ][ Pag.285 ][ Pag.286 ][ Pag.287 ][ Pag.288 ][ Pag.289 ][ Pag.290 ][ Pag.291 ][ Pag.292 ][ Pag.293 ][ Pag.294 ][ Pag.295 ][ Pag.296 ][ Pag.297 ][ Pag.298 ][ Pag.299 ][ Pag.300 ][ Pag.301 ][ Pag.302 ][ Pag.303 ][ Pag.304 ][ Pag.305 ][ Pag.306 ][ Pag.307 ][ Pag.308 ][ Pag.309 ][ Pag.310 ][ Pag.311 ][ Pag.312 ][ Pag.313 ][ Pag.314 ][ Pag.315 ][ Pag.316 ][ Pag.317 ][ Pag.318 ][ Pag.319 ][ Pag.320 ][ Pag.321 ][ Pag.322 ][ Pag.323 ][ Pag.324 ][ Pag.325 ][ Pag.326 ][ Pag.327 ][ Pag.328 ][ Pag.329 ][ Pag.330 ][ Pag.331 ][ Pag.332 ][ Pag.333 ][ Pag.334 ][ Pag.335 ][ Pag.336 ][ Pag.337 ][ Pag.338 ][ Pag.339 ][ Pag.340 ][ Pag.341 ][ Pag.342 ][ Pag.343 ][ Pag.344 ][ Pag.345 ][ Pag.346 ][ Pag.347 ][ Pag.348 ][ Pag.349 ][ Pag.350 ][ Pag.351 ][ Pag.352 ][ Pag.353 ][ Pag.354 ][ Pag.355 ][ Pag.356 ][ Pag.357 ][ Pag.358 ][ Pag.359 ][ Pag.360 ][ Pag.361 ][ Pag.362 ][ Pag.363 ][ Pag.364 ][ Pag.365 ][ Pag.366 ][ Pag.367 ][ Pag.368 ][ Pag.369 ][ Pag.370 ][ Pag.371 ][ Pag.372 ][ Pag.373 ][ Pag.374 ][ Pag.375 ][ Pag.376 ][ Pag.377 ][ Pag.378 ][ Pag.379 ][ Pag.380 ][ Pag.381 ][ Pag.382 ][ Pag.383 ][ Pag.384 ][ Pag.385 ][ Pag.386 ][ Pag.387 ][ Pag.388 ][ Pag.389 ][ Pag.390 ][ Pag.391 ][ Pag.392 ][ Pag.393 ][ Pag.394 ][ Pag.395 ][ Pag.396 ][ Pag.397][ Pag.398 ][ Pag.399 ][ Pag.400 ][ Pag.401 ][ Pag.402 ][ Pag.403 ][ Pag.404 ][ Pag.405 ][ Pag.406 ][ Pag.407 ][ Pag.408 ][ Pag.409 ][ Pag.410 ][ Pag.411 ][ Pag.412 ][ Pag.413 ][ Pag.414 ][ Pag.415 ][ Pag.416 ][ Pag.417 ][ Pag.418 ][ Pag.419 ][ Pag.420 ][ Pag.421 ][ Pag.422 ][ Pag.423 ][ Pag.424 ][ Pag.425 ][ Pag.426 ][ Pag.427 ][ Pag.428 ][ Pag.429 ][ Pag.430 ][ Pag.431 ][ Pag.432 ][ Pag.433 ][ Pag.434 ][ Pag.435 ][ Pag.436 ][ Pag.437 ][ Pag.438 ][ Pag.439 ][ Pag.440 ][ Pag.441 ][ Pag.442 ][ Pag.443 ][ Pag.444 ][ Pag.445 ][ Pag.446 ][ Pag.447 ][ Pag.448 ][ Pag.449 ][ Pag.450 ][ Pag.451 ][ Pag.452 ][ Pag.453 ][ Pag.454 ][ Pag.455 ][ Pag.456 ][ Pag.457 ][ Pag.458 ][ Pag.459 ][ Pag.460 ][ Pag.461 ][ Pag.462 ][ Pag.463 ][ Pag.464 ][ Pag.465 ][ Pag.466 ][ Pag.467 ][ Pag.468 ][ Pag.469 ][ Pag.470 ][ Pag.471 ][ Pag.472 ][ Pag.473 ][ Pag.474 ][ Pag.475 ][ Pag.476 ][ Pag.477 ][ Pag.478 ][ Pag.479 ][ Pag.480 ][ Pag.481 ][ Pag.482 ][ Pag.483 ][ Pag.484 ][ Pag.485 ][ Pag.486 ][ Pag.487 ][ Pag.488 ][ Pag.489 ][ Pag.490 ][ Pag.491 ][ Pag.492 ][ Pag.493 ][ Pag.494 ][ Pag.495 ][ Pag.496 ][ Pag.497 ][ Pag.498 ][ Pag.499 ][ Pag.500 ][ Pag.501 ][ Pag.502 ][ Pag.503 ][ Pag.504 ][ Pag.505 ][ Pag.506 ][ Pag.507 ][ Pag.508 ][ Pag.509 ][ Pag.510 ][ Pag.511 ][ Pag.512 ][ Pag.513 ][ Pag.514 ][ Pag.515 ][ Pag.516 ][ Pag.517 ][ Pag.518 ][ Pag.519 ][ Pag.520 ][ Pag.521 ][ Pag.522 ]

 
     


- oggiscrivo.it - Copyright 2009 - 2016 - Tutti i diritti sono riservati - Webmaster Mauro -