RACCONTI

     
 

In questa sezione potete consultare tutti i racconti pubblicati nell'ultimo mese in ordine cronologico dall'ultimo in poi. In ogni caso se preferite è possibile visualizzare la lista dei racconti anche secondo scelte diverse, come per ordine di mese, per argomento , per autore o per gradimento.

Buona lettura

 
     



Lista Generale

     
 

La debolezza della vita

La vita è quel che è bisogna abituarsi...queste sono le parole di una delle mie canzoni preferite.
La musica è la mia unica salvezza che sa restare al mio fianco perché ancora non ha imparato a lasciarmi, è la mia unica luce perché se fosse per le persone resterei al buio per tutta la vita.
Non so dove andare non so che fare non ho un punto d arrivo, forse sto sbagliando tutto, forse sono un fallimento che non ha rimedio forse sono spenta, spenta per questa vita che mi uccide ogni giorno, ogni istante, non riesco a trovare la felicità l’ho smarrita da un pezzo, forse questo me lo merito avrò sbagliato qualcosa sì,certo sicuro sarà così, altrimenti non c’è spiegazione che tenga, non c’è giustificazione, in mezzo a tutta questa gente mi viene il vomito, in mezza a tutta questa gente vorrei scappare, perché questa gente non sa apprezzare,non sa amare.
Mi sento sola, mi sento vuota.
Forse un giorno ne uscirò, o forse no.
Spero di rialzarmi e di non crollare mai definitivamente, s... (continua)

Vincenza Mezza 28/01/2018 - 22:25
commenti 1 - Numero letture:168

Voto:
su 2 votanti


Artiom Racconto

ARTEMIO

Questa e una storia vera di un bambino di nome Artemio Nato il 08/07/2017 e muori il 01/11/2017 nel giorno dei 40 Santi. CHE DIO LO DIFFENDA NEL SUO REAME (Perché Artemio alla sua morte e diventato un Santo, il quarantunesimo Santo).

Viene narrata la sua vita, la gioia e felicita che ha portato nelle anime dei suoi cari.

Il 08/07/2018 nacque un comune ragazzino di nome Artemio, alla nascita la mamma ha sofferto 14 ore e 43 minuti per dar vita a un'anima. Quando quel bimbo usci dalla placenta della mamma non diede segno di vita, ma dopo qualche secondo il piccolo mosse le mani e apri i suoi bellissimi occhi nel primo giorno di vita sua, i medici lo messero sul torace della mamma tutta in lacrime di gioia sia sue che del papa, che diede il mignolo al suo bel figlio. Il figlio prese il mignolo di papa lo strinse forte con la sua manina e lo tirò verso di se con una potenza di un adulto. Mamma e papa non riuscivano a smettere di piangere dalla gioia che gli portò quel pic... (continua)


Radu Mereuta 28/01/2018 - 19:53
commenti 8 - Numero letture:306

Voto:
su 7 votanti




Lettera aperta a... me stessa

Ho scelto un foglio di carta rosa chiaro ed una penna dal tratto fine, nella speranza di apparirti delicata, poiché conosco la tua fragilità e voglio scriverti una lettera anima mia, a te, bambina dagli occhi scuri senza sorriso, a te, adolescente spaventata dalla vita, a te, giovane donna confusa, all’amore, unica vera necessità, l’amore che ti ha nutrito più dell’acqua, più del cibo, più del sole…quanti amori nel tuo cuore a scacciar la solitudine.
Ecco, voglio scriverti una lettera perché tu sappia che io, non ti ho sempre amata, che non ho dimenticato i tuoi errori, ti ho detestata, giudicata e condannata, ma nella mia maturità ho imparato a perdonarmi e ti perdono, poiché quando sei nata Dio ti ha fornito un pezzo di stoffa dicendoti: “Vai e nella vita fatti un abito, ma poi, torna a farmelo vedere” e credimi, non potevi farti un abito più bello di quello che hai indosso, adesso, che hai i capelli bianchi e il cuore stanco. Ricorda…ognuno secondo le sue possibilità, e tu, hai f... (continua)

Maria Carla Pellegrini 27/01/2018 - 21:09
commenti 5 - Numero letture:224

Voto:
su 3 votanti


La voce del silenzio

Son quì in religioso silenzio orchè giunge l'eco d'un grido, allora io domando" cos'è questo grido che sento?"
Il silenzio risponde...è il mare che muore per l'inquinamento
e l'uomo ascolta ma rimane in silenzio.
Ascolta, perché c'è un pianto di bimbi cos'è questo triste lamento? Il silenzio risponde...non hanno ne cibo ne acqua e stanno morendo e l'uomo ascolta ma rimane in silenzio.
Ascolta, cos'è questo cupo rumore che sento?
Il silenzio risponde...ciò che senti è il rumore di bombe e le grida sono di morte.
Ascolta, le bianche vette si vanno sciogliendo e gli animali si andranno estinguendo!
Il silenzio risponde... non sai che non si può fermare l'orologio del tempo? L'uomo sapeva, ascoltava, ma restava in silenzio l'uomo non ascoltava il pianto dei bimbi, non vedeva il pianto silenzioso della natura ed ora il Creatore dell'universo il grande artefice della natura intera ascolta!
Ascolta e osserva il suo mare, il suo cielo i suoi monti e tutto ciò che er... (continua)

giuliana marinetti 27/01/2018 - 08:47
commenti 3 - Numero letture:183

Voto:
su 2 votanti


Spotify

Era un'altra di quelle sere per lei.
Era delusa. Non se l’aspettava. Ci aveva creduto.
Lui l’aveva lasciata da sola ancora una volta, per l’ultima volta, lasciandole soltanto la sua playlist di Spotify. E lei aveva appena messo play, di nuovo.
Piangeva, lei. E non si dava pace, non doveva finire così. Aveva sbagliato qualcosa, ne era convinta, ma non sapeva cosa, non sapeva dove. La stanza era buia da ormai due giorni, il letto disfatto, solo l’orologio alla parete si muoveva ininterrottamente, sembrava non volesse fermarsi mai.
Fuori la luce era immobile, come i suoi occhi riparati dagli occhiali e da quella montatura ormai da cambiare. Il vestito blu era ancora appoggiato alla sedia. La musica andava avanti, tutti quei cantanti strani. Lei non lo sopportava quando lui metteva quelle canzoni.
Lei, era stanca di stare male. Sempre lei, non riusciva a vivere. Improvvisamente si sentiva vuota, aveva paura di rimanere da sola, aveva paura di essere da sola.
Lui, le aveva portato vi... (continua)

Antony Mandaglio 27/01/2018 - 08:42
commenti 0 - Numero letture:168

Voto:
su 1 votanti



[ Pag.1 ][ Pag.2 ][ Pag.3 ][ Pag.4 ][ Pag.5 ][ Pag.6 ][ Pag.7 ][ Pag.8 ][ Pag.9 ][ Pag.10 ][ Pag.11 ][ Pag.12 ][ Pag.13 ][ Pag.14 ][ Pag.15 ][ Pag.16 ][ Pag.17 ][ Pag.18 ][ Pag.19 ][ Pag.20 ][ Pag.21 ][ Pag.22 ][ Pag.23 ][ Pag.24 ][ Pag.25 ][ Pag.26 ][ Pag.27 ][ Pag.28 ][ Pag.29 ][ Pag.30 ][ Pag.31 ][ Pag.32 ][ Pag.33 ][ Pag.34 ][ Pag.35 ][ Pag.36][ Pag.37 ][ Pag.38 ][ Pag.39 ][ Pag.40 ][ Pag.41 ][ Pag.42 ][ Pag.43 ][ Pag.44 ][ Pag.45 ][ Pag.46 ][ Pag.47 ][ Pag.48 ][ Pag.49 ][ Pag.50 ][ Pag.51 ][ Pag.52 ][ Pag.53 ][ Pag.54 ][ Pag.55 ][ Pag.56 ][ Pag.57 ][ Pag.58 ][ Pag.59 ][ Pag.60 ][ Pag.61 ][ Pag.62 ][ Pag.63 ][ Pag.64 ][ Pag.65 ][ Pag.66 ][ Pag.67 ][ Pag.68 ][ Pag.69 ][ Pag.70 ][ Pag.71 ][ Pag.72 ][ Pag.73 ][ Pag.74 ][ Pag.75 ][ Pag.76 ][ Pag.77 ][ Pag.78 ][ Pag.79 ][ Pag.80 ][ Pag.81 ][ Pag.82 ][ Pag.83 ][ Pag.84 ][ Pag.85 ][ Pag.86 ][ Pag.87 ][ Pag.88 ][ Pag.89 ][ Pag.90 ][ Pag.91 ][ Pag.92 ][ Pag.93 ][ Pag.94 ][ Pag.95 ][ Pag.96 ][ Pag.97 ][ Pag.98 ][ Pag.99 ][ Pag.100 ][ Pag.101 ][ Pag.102 ][ Pag.103 ][ Pag.104 ][ Pag.105 ][ Pag.106 ][ Pag.107 ][ Pag.108 ][ Pag.109 ][ Pag.110 ][ Pag.111 ][ Pag.112 ][ Pag.113 ][ Pag.114 ][ Pag.115 ][ Pag.116 ][ Pag.117 ][ Pag.118 ][ Pag.119 ][ Pag.120 ][ Pag.121 ][ Pag.122 ][ Pag.123 ][ Pag.124 ][ Pag.125 ][ Pag.126 ][ Pag.127 ][ Pag.128 ][ Pag.129 ][ Pag.130 ][ Pag.131 ][ Pag.132 ][ Pag.133 ][ Pag.134 ][ Pag.135 ][ Pag.136 ][ Pag.137 ][ Pag.138 ][ Pag.139 ][ Pag.140 ][ Pag.141 ][ Pag.142 ][ Pag.143 ][ Pag.144 ][ Pag.145 ][ Pag.146 ][ Pag.147 ][ Pag.148 ][ Pag.149 ][ Pag.150 ][ Pag.151 ][ Pag.152 ][ Pag.153 ][ Pag.154 ][ Pag.155 ][ Pag.156 ][ Pag.157 ][ Pag.158 ][ Pag.159 ][ Pag.160 ][ Pag.161 ][ Pag.162 ][ Pag.163 ][ Pag.164 ][ Pag.165 ][ Pag.166 ][ Pag.167 ][ Pag.168 ][ Pag.169 ][ Pag.170 ][ Pag.171 ][ Pag.172 ][ Pag.173 ][ Pag.174 ][ Pag.175 ][ Pag.176 ][ Pag.177 ][ Pag.178 ][ Pag.179 ][ Pag.180 ][ Pag.181 ][ Pag.182 ][ Pag.183 ][ Pag.184 ][ Pag.185 ][ Pag.186 ][ Pag.187 ][ Pag.188 ][ Pag.189 ][ Pag.190 ][ Pag.191 ][ Pag.192 ][ Pag.193 ][ Pag.194 ][ Pag.195 ][ Pag.196 ][ Pag.197 ][ Pag.198 ][ Pag.199 ][ Pag.200 ][ Pag.201 ][ Pag.202 ][ Pag.203 ][ Pag.204 ][ Pag.205 ][ Pag.206 ][ Pag.207 ][ Pag.208 ][ Pag.209 ][ Pag.210 ][ Pag.211 ][ Pag.212 ][ Pag.213 ][ Pag.214 ][ Pag.215 ][ Pag.216 ][ Pag.217 ][ Pag.218 ][ Pag.219 ][ Pag.220 ][ Pag.221 ][ Pag.222 ][ Pag.223 ][ Pag.224 ][ Pag.225 ][ Pag.226 ][ Pag.227 ][ Pag.228 ][ Pag.229 ][ Pag.230 ][ Pag.231 ][ Pag.232 ][ Pag.233 ][ Pag.234 ][ Pag.235 ][ Pag.236 ][ Pag.237 ][ Pag.238 ][ Pag.239 ][ Pag.240 ][ Pag.241 ][ Pag.242 ][ Pag.243 ][ Pag.244 ][ Pag.245 ][ Pag.246 ][ Pag.247 ][ Pag.248 ][ Pag.249 ][ Pag.250 ][ Pag.251 ][ Pag.252 ][ Pag.253 ][ Pag.254 ][ Pag.255 ][ Pag.256 ][ Pag.257 ][ Pag.258 ][ Pag.259 ][ Pag.260 ][ Pag.261 ][ Pag.262 ][ Pag.263 ][ Pag.264 ][ Pag.265 ][ Pag.266 ][ Pag.267 ][ Pag.268 ][ Pag.269 ][ Pag.270 ][ Pag.271 ][ Pag.272 ][ Pag.273 ][ Pag.274 ][ Pag.275 ][ Pag.276 ][ Pag.277 ][ Pag.278 ][ Pag.279 ][ Pag.280 ][ Pag.281 ][ Pag.282 ][ Pag.283 ][ Pag.284 ][ Pag.285 ][ Pag.286 ][ Pag.287 ][ Pag.288 ][ Pag.289 ][ Pag.290 ][ Pag.291 ][ Pag.292 ][ Pag.293 ][ Pag.294 ][ Pag.295 ][ Pag.296 ][ Pag.297 ][ Pag.298 ][ Pag.299 ][ Pag.300 ][ Pag.301 ][ Pag.302 ][ Pag.303 ][ Pag.304 ][ Pag.305 ][ Pag.306 ][ Pag.307 ][ Pag.308 ][ Pag.309 ][ Pag.310 ][ Pag.311 ][ Pag.312 ][ Pag.313 ][ Pag.314 ][ Pag.315 ][ Pag.316 ][ Pag.317 ][ Pag.318 ][ Pag.319 ][ Pag.320 ][ Pag.321 ][ Pag.322 ][ Pag.323 ][ Pag.324 ][ Pag.325 ][ Pag.326 ][ Pag.327 ][ Pag.328 ][ Pag.329 ][ Pag.330 ][ Pag.331 ][ Pag.332 ][ Pag.333 ][ Pag.334 ][ Pag.335 ][ Pag.336 ][ Pag.337 ][ Pag.338 ][ Pag.339 ][ Pag.340 ][ Pag.341 ][ Pag.342 ][ Pag.343 ][ Pag.344 ][ Pag.345 ][ Pag.346 ][ Pag.347 ][ Pag.348 ][ Pag.349 ][ Pag.350 ][ Pag.351 ][ Pag.352 ][ Pag.353 ][ Pag.354 ][ Pag.355 ][ Pag.356 ][ Pag.357 ][ Pag.358 ][ Pag.359 ][ Pag.360 ][ Pag.361 ][ Pag.362 ][ Pag.363 ][ Pag.364 ][ Pag.365 ][ Pag.366 ][ Pag.367 ][ Pag.368 ][ Pag.369 ][ Pag.370 ][ Pag.371 ][ Pag.372 ][ Pag.373 ][ Pag.374 ][ Pag.375 ][ Pag.376 ][ Pag.377 ][ Pag.378 ][ Pag.379 ][ Pag.380 ][ Pag.381 ][ Pag.382 ][ Pag.383 ][ Pag.384 ][ Pag.385 ][ Pag.386 ][ Pag.387 ][ Pag.388 ][ Pag.389 ][ Pag.390 ][ Pag.391 ][ Pag.392 ][ Pag.393 ][ Pag.394 ][ Pag.395 ][ Pag.396 ][ Pag.397 ][ Pag.398 ][ Pag.399 ][ Pag.400 ][ Pag.401 ][ Pag.402 ][ Pag.403 ][ Pag.404 ][ Pag.405 ][ Pag.406 ][ Pag.407 ][ Pag.408 ][ Pag.409 ][ Pag.410 ][ Pag.411 ][ Pag.412 ][ Pag.413 ][ Pag.414 ][ Pag.415 ][ Pag.416 ][ Pag.417 ][ Pag.418 ][ Pag.419 ][ Pag.420 ][ Pag.421 ][ Pag.422 ][ Pag.423 ][ Pag.424 ][ Pag.425 ][ Pag.426 ][ Pag.427 ][ Pag.428 ][ Pag.429 ][ Pag.430 ][ Pag.431 ][ Pag.432 ][ Pag.433 ][ Pag.434 ][ Pag.435 ][ Pag.436 ][ Pag.437 ][ Pag.438 ][ Pag.439 ][ Pag.440 ][ Pag.441 ][ Pag.442 ][ Pag.443 ][ Pag.444 ][ Pag.445 ][ Pag.446 ][ Pag.447 ][ Pag.448 ][ Pag.449 ][ Pag.450 ][ Pag.451 ][ Pag.452 ][ Pag.453 ][ Pag.454 ][ Pag.455 ][ Pag.456 ][ Pag.457 ][ Pag.458 ][ Pag.459 ][ Pag.460 ][ Pag.461 ][ Pag.462 ][ Pag.463 ][ Pag.464 ][ Pag.465 ][ Pag.466 ][ Pag.467 ][ Pag.468 ][ Pag.469 ][ Pag.470 ][ Pag.471 ][ Pag.472 ][ Pag.473 ][ Pag.474 ][ Pag.475 ][ Pag.476 ][ Pag.477 ][ Pag.478 ][ Pag.479 ][ Pag.480 ][ Pag.481 ][ Pag.482 ][ Pag.483 ][ Pag.484 ][ Pag.485 ][ Pag.486 ][ Pag.487 ][ Pag.488 ][ Pag.489 ][ Pag.490 ][ Pag.491 ][ Pag.492 ][ Pag.493 ][ Pag.494 ][ Pag.495 ][ Pag.496 ][ Pag.497 ][ Pag.498 ][ Pag.499 ][ Pag.500 ][ Pag.501 ][ Pag.502 ][ Pag.503 ][ Pag.504 ][ Pag.505 ][ Pag.506 ][ Pag.507 ][ Pag.508 ][ Pag.509 ][ Pag.510 ][ Pag.511 ][ Pag.512 ][ Pag.513 ][ Pag.514 ][ Pag.515 ][ Pag.516 ][ Pag.517 ][ Pag.518 ][ Pag.519 ][ Pag.520 ][ Pag.521 ][ Pag.522 ][ Pag.523 ][ Pag.524 ][ Pag.525 ][ Pag.526 ][ Pag.527 ][ Pag.528 ][ Pag.529 ][ Pag.530 ][ Pag.531 ][ Pag.532 ][ Pag.533 ][ Pag.534 ][ Pag.535 ][ Pag.536 ][ Pag.537 ][ Pag.538 ][ Pag.539 ][ Pag.540 ][ Pag.541 ][ Pag.542 ][ Pag.543 ][ Pag.544 ][ Pag.545 ][ Pag.546 ][ Pag.547 ][ Pag.548 ][ Pag.549 ][ Pag.550 ][ Pag.551 ][ Pag.552 ][ Pag.553 ][ Pag.554 ][ Pag.555 ][ Pag.556 ][ Pag.557 ][ Pag.558 ][ Pag.559 ][ Pag.560 ][ Pag.561 ][ Pag.562 ][ Pag.563 ][ Pag.564 ][ Pag.565 ][ Pag.566 ][ Pag.567 ][ Pag.568 ][ Pag.569 ]

 
     


- oggiscrivo.it - Copyright 2009 - 2018 - Tutti i diritti sono riservati - Webmaster Mauro -