RACCONTI

     
 

In questa sezione potete consultare tutti i racconti pubblicati nell'ultimo mese in ordine cronologico dall'ultimo in poi. In ogni caso se preferite è possibile visualizzare la lista dei racconti anche secondo scelte diverse, come per ordine di mese, per argomento , per autore o per gradimento.

Buona lettura

 
     



Lista Generale

     
 

Hocus Porcus

"La fortuna aiuta gli audaci, il pigro si ostacola da solo.”
Cit. Lucio Anneo Seneca


C’era una volta, un piccolo castello, in cui era abitato da due vecchissime streghe molto pigre come due orse perennemente in letargo.
Hyra e Fedora, questi erano i loro nomi.
Per svariati motivi, litigavano spesso, tanto che, oltre gli innumerevoli insulti, a volte attraverso la magia, si cimentavano a scagliarsi le cose addosso.
Nessuna di esse osava prendere iniziative, era un continuo “Io non lo faccio! “Fallo tu!” “Sono stanca!” “Sono troppo vecchia!” “Muoviti!” “Forza dai!”…
Le faccende non mancavano e l’ordine non regnava di certo sovrano.
Ad esempio:
c’era da preparare una miriade di pozioni che anzitempo furono ordinate dietro compenso anticipato da maghi e da alchimisti (con tanto di missive di sollecito), c’era da spolverare la “StegoLibreria” oppure da eliminare le migliaia di ragnatele presenti un po’ ovunque, specie nelle antiche scale a spirale.
Le due streghe, dormiv... (continua)

Giuseppe Scilipoti 11/09/2017 - 18:16
commenti 2 - Numero letture:145

Voto:
su 2 votanti


'O spavo 'ncerato

'O spavo 'ncerato, (come si dice dalle mie parti), è quell'opportunità che si da all'altro, chiunque esso sia, di adoperare uno spago che gli scorra velocemente fra le dita: è un po' come prestare il fianco insomma. Chi nella sua vita, non ha mai offerto, almeno una volta 'nu pezzullo 'e spavo 'ncerato a qualcuno. A me è capitato in diverse occasioni. Il fatto è che si nasce ingenui e po' c'ô tiempo... s'addeventa cazzimmuse! Cos'è la cazzimma? Ci sono diverse scuole di pensiero. C'è chi considera cazzimmoso il furbo e chi invece reputa cazzimmoso il fetentone. Pulcinella(maschera napoletana) di cazzimma ne aveva da vendere. Imbrogliava, scroccava, ma quella era un'astuzia buona: 'na furbizia ca 'nun fa male. Eppure, purtroppo c'è chi l'astuzia la adopera per fa' 'e 'nfamità e 'o 'nfame se sape, 'nun guarda 'nfaccia a nisciuno: se vennesse pure 'a mamma pur di raggiungere i suoi scopi! Per cui, usiamo la cazzimma per difenderci e 'nun c'accanimmo contro 'e puverielle. È facile inveire ... (continua)

Giovanna Balsamo 11/09/2017 - 17:12
commenti 2 - Numero letture:145

Voto:
su 2 votanti




LA SERA (Aforisma Squadra ROssa)

La sera è l’amica che stuzzica la notte a organizzare il treno degli affetti per un viaggio nei vagoni dei sogni, allegro, gioviale, unico, irripetibile, senza malinconia alcuna fino alle solite torture dell’alba.... (continua)

Rocco Michele LETTINI 11/09/2017 - 08:18
commenti 16 - Numero letture:273

Voto:
su 14 votanti


BREVE STORIA DI UN AMORE TORMENTATO tratto da SENSAZIONI

Ritornavo a casa e tutte le angosce assorbite a casa di Laura andavano via, si scioglievano come neve al sole. Mi infilavo in fretta sotto la doccia e aprivo il rubinetto dell'acqua fredda, in quel momento solo un getto d'acqua fredda avrebbe portato via tutti i pensieri. E poi dal bagno, la percorrenza per la camera da letto era breve, e nudo e ancora bagnato, mi tuffavo sul letto, con tanti brividi attraversarmi la pelle. Respiravo profondamente pensando alla serata che mi attendeva, al pub, seduto al mio pianoforte, a tuffarmi sui tasti di quel fantastico strumento musicale, che mi accompagnava da quando ero un bambino di sei anni. Pensavo alle mie dita che scorrevano dolcemente sui bianchi e sui neri, e tutte quelle donne che ogni sera aspettavano le mie esibizioni. Tutto ciò mi scaldava il cuore, mi faceva passare i brividi di freddo, sensazioni che riscoprivo volentieri, dalle quali mi facevo trasportare ogni sera. Sensazioni che mi attraversavano il corpo e l'anima, riuscivano a... (continua)

Raffaele Pezzano 10/09/2017 - 20:42
commenti 0 - Numero letture:293

Voto:
su 1 votanti


Otto pensieri

Pensare poco e distrarsi placando la curiosità di cultura è un toccasana che ci permette di rigenerare corpo e anima.

Non accanirsi nei confronti delle avversità aiuta nel faticoso cammino della conoscenza del sé.

Esprimere gratitudine nei confronti dei genitori rappresenta il primo passo che conduce alla felicità.

Il mondo non è indifferente alle nostre vicissitudini ma partecipa attivamente con applausi e lacrime.

I pregiudizi allontanano le anime, la comprensione e il rispetto sono la culla dell'amicizia.

Il rancore è un'onda negativa che si propaga dai padri ai figli. L'uomo rancoroso ha nello sguardo il movimento dell'onda che non è riuscito a trattenere.

L'uomo cerca fuori dal suo corpo qualcosa che conserva al suo interno e che si agita simile alla coda di un coccodrillo.

L'ottavo pensiero arriva dalla Terra: prendersi cura di un albero sarà una gioia e una fortuna che la Terra non dimenticherà di elargire alle generazioni future.... (continua)


Vincent Corbo 10/09/2017 - 08:46
commenti 3 - Numero letture:157

Voto:
su 3 votanti



[ Pag.1 ][ Pag.2 ][ Pag.3 ][ Pag.4 ][ Pag.5 ][ Pag.6 ][ Pag.7 ][ Pag.8 ][ Pag.9 ][ Pag.10 ][ Pag.11 ][ Pag.12 ][ Pag.13 ][ Pag.14 ][ Pag.15 ][ Pag.16 ][ Pag.17 ][ Pag.18 ][ Pag.19 ][ Pag.20 ][ Pag.21 ][ Pag.22 ][ Pag.23 ][ Pag.24 ][ Pag.25 ][ Pag.26 ][ Pag.27 ][ Pag.28 ][ Pag.29 ][ Pag.30 ][ Pag.31 ][ Pag.32 ][ Pag.33 ][ Pag.34 ][ Pag.35 ][ Pag.36 ][ Pag.37 ][ Pag.38 ][ Pag.39 ][ Pag.40 ][ Pag.41 ][ Pag.42 ][ Pag.43 ][ Pag.44 ][ Pag.45 ][ Pag.46 ][ Pag.47 ][ Pag.48 ][ Pag.49 ][ Pag.50 ][ Pag.51 ][ Pag.52 ][ Pag.53 ][ Pag.54 ][ Pag.55 ][ Pag.56 ][ Pag.57 ][ Pag.58 ][ Pag.59 ][ Pag.60 ][ Pag.61 ][ Pag.62 ][ Pag.63 ][ Pag.64 ][ Pag.65 ][ Pag.66 ][ Pag.67 ][ Pag.68 ][ Pag.69 ][ Pag.70 ][ Pag.71][ Pag.72 ][ Pag.73 ][ Pag.74 ][ Pag.75 ][ Pag.76 ][ Pag.77 ][ Pag.78 ][ Pag.79 ][ Pag.80 ][ Pag.81 ][ Pag.82 ][ Pag.83 ][ Pag.84 ][ Pag.85 ][ Pag.86 ][ Pag.87 ][ Pag.88 ][ Pag.89 ][ Pag.90 ][ Pag.91 ][ Pag.92 ][ Pag.93 ][ Pag.94 ][ Pag.95 ][ Pag.96 ][ Pag.97 ][ Pag.98 ][ Pag.99 ][ Pag.100 ][ Pag.101 ][ Pag.102 ][ Pag.103 ][ Pag.104 ][ Pag.105 ][ Pag.106 ][ Pag.107 ][ Pag.108 ][ Pag.109 ][ Pag.110 ][ Pag.111 ][ Pag.112 ][ Pag.113 ][ Pag.114 ][ Pag.115 ][ Pag.116 ][ Pag.117 ][ Pag.118 ][ Pag.119 ][ Pag.120 ][ Pag.121 ][ Pag.122 ][ Pag.123 ][ Pag.124 ][ Pag.125 ][ Pag.126 ][ Pag.127 ][ Pag.128 ][ Pag.129 ][ Pag.130 ][ Pag.131 ][ Pag.132 ][ Pag.133 ][ Pag.134 ][ Pag.135 ][ Pag.136 ][ Pag.137 ][ Pag.138 ][ Pag.139 ][ Pag.140 ][ Pag.141 ][ Pag.142 ][ Pag.143 ][ Pag.144 ][ Pag.145 ][ Pag.146 ][ Pag.147 ][ Pag.148 ][ Pag.149 ][ Pag.150 ][ Pag.151 ][ Pag.152 ][ Pag.153 ][ Pag.154 ][ Pag.155 ][ Pag.156 ][ Pag.157 ][ Pag.158 ][ Pag.159 ][ Pag.160 ][ Pag.161 ][ Pag.162 ][ Pag.163 ][ Pag.164 ][ Pag.165 ][ Pag.166 ][ Pag.167 ][ Pag.168 ][ Pag.169 ][ Pag.170 ][ Pag.171 ][ Pag.172 ][ Pag.173 ][ Pag.174 ][ Pag.175 ][ Pag.176 ][ Pag.177 ][ Pag.178 ][ Pag.179 ][ Pag.180 ][ Pag.181 ][ Pag.182 ][ Pag.183 ][ Pag.184 ][ Pag.185 ][ Pag.186 ][ Pag.187 ][ Pag.188 ][ Pag.189 ][ Pag.190 ][ Pag.191 ][ Pag.192 ][ Pag.193 ][ Pag.194 ][ Pag.195 ][ Pag.196 ][ Pag.197 ][ Pag.198 ][ Pag.199 ][ Pag.200 ][ Pag.201 ][ Pag.202 ][ Pag.203 ][ Pag.204 ][ Pag.205 ][ Pag.206 ][ Pag.207 ][ Pag.208 ][ Pag.209 ][ Pag.210 ][ Pag.211 ][ Pag.212 ][ Pag.213 ][ Pag.214 ][ Pag.215 ][ Pag.216 ][ Pag.217 ][ Pag.218 ][ Pag.219 ][ Pag.220 ][ Pag.221 ][ Pag.222 ][ Pag.223 ][ Pag.224 ][ Pag.225 ][ Pag.226 ][ Pag.227 ][ Pag.228 ][ Pag.229 ][ Pag.230 ][ Pag.231 ][ Pag.232 ][ Pag.233 ][ Pag.234 ][ Pag.235 ][ Pag.236 ][ Pag.237 ][ Pag.238 ][ Pag.239 ][ Pag.240 ][ Pag.241 ][ Pag.242 ][ Pag.243 ][ Pag.244 ][ Pag.245 ][ Pag.246 ][ Pag.247 ][ Pag.248 ][ Pag.249 ][ Pag.250 ][ Pag.251 ][ Pag.252 ][ Pag.253 ][ Pag.254 ][ Pag.255 ][ Pag.256 ][ Pag.257 ][ Pag.258 ][ Pag.259 ][ Pag.260 ][ Pag.261 ][ Pag.262 ][ Pag.263 ][ Pag.264 ][ Pag.265 ][ Pag.266 ][ Pag.267 ][ Pag.268 ][ Pag.269 ][ Pag.270 ][ Pag.271 ][ Pag.272 ][ Pag.273 ][ Pag.274 ][ Pag.275 ][ Pag.276 ][ Pag.277 ][ Pag.278 ][ Pag.279 ][ Pag.280 ][ Pag.281 ][ Pag.282 ][ Pag.283 ][ Pag.284 ][ Pag.285 ][ Pag.286 ][ Pag.287 ][ Pag.288 ][ Pag.289 ][ Pag.290 ][ Pag.291 ][ Pag.292 ][ Pag.293 ][ Pag.294 ][ Pag.295 ][ Pag.296 ][ Pag.297 ][ Pag.298 ][ Pag.299 ][ Pag.300 ][ Pag.301 ][ Pag.302 ][ Pag.303 ][ Pag.304 ][ Pag.305 ][ Pag.306 ][ Pag.307 ][ Pag.308 ][ Pag.309 ][ Pag.310 ][ Pag.311 ][ Pag.312 ][ Pag.313 ][ Pag.314 ][ Pag.315 ][ Pag.316 ][ Pag.317 ][ Pag.318 ][ Pag.319 ][ Pag.320 ][ Pag.321 ][ Pag.322 ][ Pag.323 ][ Pag.324 ][ Pag.325 ][ Pag.326 ][ Pag.327 ][ Pag.328 ][ Pag.329 ][ Pag.330 ][ Pag.331 ][ Pag.332 ][ Pag.333 ][ Pag.334 ][ Pag.335 ][ Pag.336 ][ Pag.337 ][ Pag.338 ][ Pag.339 ][ Pag.340 ][ Pag.341 ][ Pag.342 ][ Pag.343 ][ Pag.344 ][ Pag.345 ][ Pag.346 ][ Pag.347 ][ Pag.348 ][ Pag.349 ][ Pag.350 ][ Pag.351 ][ Pag.352 ][ Pag.353 ][ Pag.354 ][ Pag.355 ][ Pag.356 ][ Pag.357 ][ Pag.358 ][ Pag.359 ][ Pag.360 ][ Pag.361 ][ Pag.362 ][ Pag.363 ][ Pag.364 ][ Pag.365 ][ Pag.366 ][ Pag.367 ][ Pag.368 ][ Pag.369 ][ Pag.370 ][ Pag.371 ][ Pag.372 ][ Pag.373 ][ Pag.374 ][ Pag.375 ][ Pag.376 ][ Pag.377 ][ Pag.378 ][ Pag.379 ][ Pag.380 ][ Pag.381 ][ Pag.382 ][ Pag.383 ][ Pag.384 ][ Pag.385 ][ Pag.386 ][ Pag.387 ][ Pag.388 ][ Pag.389 ][ Pag.390 ][ Pag.391 ][ Pag.392 ][ Pag.393 ][ Pag.394 ][ Pag.395 ][ Pag.396 ][ Pag.397 ][ Pag.398 ][ Pag.399 ][ Pag.400 ][ Pag.401 ][ Pag.402 ][ Pag.403 ][ Pag.404 ][ Pag.405 ][ Pag.406 ][ Pag.407 ][ Pag.408 ][ Pag.409 ][ Pag.410 ][ Pag.411 ][ Pag.412 ][ Pag.413 ][ Pag.414 ][ Pag.415 ][ Pag.416 ][ Pag.417 ][ Pag.418 ][ Pag.419 ][ Pag.420 ][ Pag.421 ][ Pag.422 ][ Pag.423 ][ Pag.424 ][ Pag.425 ][ Pag.426 ][ Pag.427 ][ Pag.428 ][ Pag.429 ][ Pag.430 ][ Pag.431 ][ Pag.432 ][ Pag.433 ][ Pag.434 ][ Pag.435 ][ Pag.436 ][ Pag.437 ][ Pag.438 ][ Pag.439 ][ Pag.440 ][ Pag.441 ][ Pag.442 ][ Pag.443 ][ Pag.444 ][ Pag.445 ][ Pag.446 ][ Pag.447 ][ Pag.448 ][ Pag.449 ][ Pag.450 ][ Pag.451 ][ Pag.452 ][ Pag.453 ][ Pag.454 ][ Pag.455 ][ Pag.456 ][ Pag.457 ][ Pag.458 ][ Pag.459 ][ Pag.460 ][ Pag.461 ][ Pag.462 ][ Pag.463 ][ Pag.464 ][ Pag.465 ][ Pag.466 ][ Pag.467 ][ Pag.468 ][ Pag.469 ][ Pag.470 ][ Pag.471 ][ Pag.472 ][ Pag.473 ][ Pag.474 ][ Pag.475 ][ Pag.476 ][ Pag.477 ][ Pag.478 ][ Pag.479 ][ Pag.480 ][ Pag.481 ][ Pag.482 ][ Pag.483 ][ Pag.484 ][ Pag.485 ][ Pag.486 ][ Pag.487 ][ Pag.488 ][ Pag.489 ][ Pag.490 ][ Pag.491 ][ Pag.492 ][ Pag.493 ][ Pag.494 ][ Pag.495 ][ Pag.496 ][ Pag.497 ][ Pag.498 ][ Pag.499 ][ Pag.500 ][ Pag.501 ][ Pag.502 ][ Pag.503 ][ Pag.504 ][ Pag.505 ][ Pag.506 ][ Pag.507 ][ Pag.508 ][ Pag.509 ][ Pag.510 ][ Pag.511 ][ Pag.512 ][ Pag.513 ][ Pag.514 ][ Pag.515 ][ Pag.516 ][ Pag.517 ][ Pag.518 ][ Pag.519 ][ Pag.520 ][ Pag.521 ][ Pag.522 ][ Pag.523 ][ Pag.524 ][ Pag.525 ][ Pag.526 ][ Pag.527 ][ Pag.528 ][ Pag.529 ][ Pag.530 ][ Pag.531 ][ Pag.532 ][ Pag.533 ][ Pag.534 ][ Pag.535 ][ Pag.536 ][ Pag.537 ][ Pag.538 ][ Pag.539 ][ Pag.540 ][ Pag.541 ][ Pag.542 ][ Pag.543 ][ Pag.544 ][ Pag.545 ][ Pag.546 ][ Pag.547 ][ Pag.548 ]

 
     


- oggiscrivo.it - Copyright 2009 - 2018 - Tutti i diritti sono riservati - Webmaster Mauro -