RACCONTI

     
 

In questa sezione potete consultare tutti i racconti pubblicati nell'ultimo mese in ordine cronologico dall'ultimo in poi. In ogni caso se preferite è possibile visualizzare la lista dei racconti anche secondo scelte diverse, come per ordine di mese, per argomento , per autore o per gradimento.

Buona lettura

 
     



Lista Generale

     
 

Sei tu che sbagli chi amare

-Ci sono solo ragazzi stronzi, quelli che prima promettono e dopo spariscono, quelli che ti feriscono,quelli che ti fanno stare male. Quelli che non ti amano davvero. I ragazzi seri, dolci, quelli che fanno di te una principessa non esistono piú.

-Ci credo, li hai messi tutti nella "friendzone", datti meno arie, nessuno ti vuole far soffrire, sei tu che cerchi il ragazzo migliore solo esteticamente e che é capace solo di atteggiarsi ,fregandotene di chi ti ama veramente. Pensaci, la prossima volta le lacrime non versarle per tristezza, ma per gioia, per la gioia di aver trovato un ragazzo migliore di tutta questa merda che c'é in giro. La bellezza esteriore svanirá con gli anni, un giorno non ti attraerá piú, ma la bellezza interiore é quella vera, quella che rileva la vera parte di una persona. Una persona puó essere bella quanto vuole, ma con un brutto carattere non andrá da nessuna parte. Non guardare, i capelli, come si veste, se fa il figo con le ragazze, guarda il su... (continua)


Emanuele Pece 09/10/2015 - 19:24
commenti 2 - Numero letture:289

Voto:
su 7 votanti


Testa o croce

Lassù sulle nuvole, che bello riposare.
Guardare in basso e vedere tutti darsi da fare.
Ma è meglio dirla tutta: sono in mezzo alla strada
e me la vedo brutta.

L’alcol fa il suo lavoro, ma non son mica rimbambito:
quello che fa il grand’uomo di tutto punto vestito
e’ proprio lui, l’amico dei tempi andati: Rudi Brambati.
Ehi Rudi, che fai non ti avvicini? Non son mica malato.
Al massimo, ma proprio se va male, puzzo di cibo avariato!

Bella la signora al tuo fianco, nuova conquista d’assalto?
Infallibile anche in questo, l’universo femminile deve farti
un monumento.

Lo, lo so, mi vedi un po’ conciato. Ma che vuoi, non siamo mica
tutti uguali:
tu sempre elegante e preciso e io come dire … un po’ fuori , per inciso.
Tu belle macchine, bella moglie, bravi amici.
Io marciapiede, bottiglie, botte, e piedi sudici.

Ma sai che allegria durante la giornata. Siii, non ci credi?
Arrivi, scegli il posto, ti guardi in giro e poi ti siedi.
Qualcuno passa e come gesto da ... (continua)


gabriele marcon 09/10/2015 - 14:26
commenti 1 - Numero letture:419

Voto:
su 1 votanti


Riflessioni sul dopo amore

Quando finisce una storia o una frequentazione il motivo non è mai troppo palese. Ci si passa la colpa, la responsabilità , la vigliaccheria , come fanno i giocatori di una squadra con la loro palla. Poi, esauste, prendono forma tangibile e tagliente quelle parole mai pronunciate, ingabbiate nello stomaco, barricate dentro. Talvolta si liberano, le parole, quando la sola attrazione fisica non completa , anzi! separa. Allora si cercano gocce che, fallaci, irrorano una complicità ormai trascinata via e fallita. Lo sforzo compiuto per far continuare l' inesistente esistenza di un amore,in realtà, procrastina spropositatamente l' epilogo di noi. Ecco, mi lascia attonito la fase successiva alla conclusione. Quella in cui quando suona il maledetto cellulare e leggi il mittente ti senti sazio, agitato, propositivo, incazzato, imbecille, felice.... (continua)

Andrea Paolo Lunardi 08/10/2015 - 21:17
commenti 1 - Numero letture:363

Voto:
su 2 votanti


L'ULTIMO DESIDERIO

Quando sentì i primi colpi di martello cominciò ad avere paura. Là fuori, proprio davanti ai suoi occhi, stavano allestendo il patibolo. Probabilmente avrebbero dovuto lavorare sodo per tutta la giornata, se volevano che fosse pronto per la mattina successiva. All’alba gli avrebbero messo una corda al collo e avrebbero fatto il vuoto sotto i suoi piedi. Jack Dester era destinato a lasciare questa valle di lacrime all’età di vent’anni.
Fino a quel momento aveva osteggiato spavalderia e disprezzo. Tuttavia il trascorrere inesorabile delle ore l’aveva in qualche modo ammorbidito. Adesso stava proprio male. Gli era tornato perfino quel dolore al petto che ogni tanto gli faceva mancare il respiro.
Da un paio d’ore il sole risplendeva sopra le case di Roswell, ma ben presto sarebbe calato dietro le basse colline, senza che nessuno potesse arrestarlo.
Lo sceriffo Guzman gli aveva chiesto se, prima di sera, avesse desiderato fare due chiacchiere con il pastore. Lui aveva ris... (continua)

Giuseppe Novellino 08/10/2015 - 19:34
commenti 2 - Numero letture:416

Voto:
su 9 votanti


I racconti del mare

Partono da lontano
dall’orizzonte cullandosi sulle onde tranquille
fino alla deriva
Quanti frasi d’amore, quante storie finite,
nostalgie lontane accarezzano le acque;
ed io seduto sul muretto ad ascoltare
mentre, intorno a me, l’alba lascia spazio ad un nuovo giorno.
Mare parlami ancora di lei, di lei che è così lontana
Porta anche lei con te insieme ai tuoi racconti
Fa che la tua limpidezza
porti la trasparenza della sua immagine riflessa, ma ancora sfocata.
Fa che lo scroscio delle tue onde
la ricomponga pezzo per pezzo
mentre le tue acque brillano ancora sotto i raggi del sole.
I racconti del mare mi spingono a guardare ancora più’ lontano ,
a sentire ancora più’ forte il tuo profumo.Quanto tempo dovrò’ ancora aspettare
Le parole del mare disegnano dentro di me
l’immagine di un amore profondo,
ma non solo per me, ma per tutti quelli che lo guardano
e lo ascoltano giorno dopo giorno
Ora questa spiaggia d’argento,
baciata dal vento d’estate si illumina sotto il ... (continua)

luigi Pirera 08/10/2015 - 19:15
commenti 1 - Numero letture:385

Voto:
su 3 votanti



[ Pag.1 ][ Pag.2 ][ Pag.3 ][ Pag.4 ][ Pag.5 ][ Pag.6 ][ Pag.7 ][ Pag.8 ][ Pag.9 ][ Pag.10 ][ Pag.11 ][ Pag.12 ][ Pag.13 ][ Pag.14 ][ Pag.15 ][ Pag.16 ][ Pag.17 ][ Pag.18 ][ Pag.19 ][ Pag.20 ][ Pag.21 ][ Pag.22 ][ Pag.23 ][ Pag.24 ][ Pag.25 ][ Pag.26 ][ Pag.27 ][ Pag.28 ][ Pag.29 ][ Pag.30 ][ Pag.31 ][ Pag.32 ][ Pag.33 ][ Pag.34 ][ Pag.35 ][ Pag.36 ][ Pag.37 ][ Pag.38 ][ Pag.39 ][ Pag.40 ][ Pag.41 ][ Pag.42 ][ Pag.43 ][ Pag.44 ][ Pag.45 ][ Pag.46 ][ Pag.47 ][ Pag.48 ][ Pag.49 ][ Pag.50 ][ Pag.51 ][ Pag.52 ][ Pag.53 ][ Pag.54 ][ Pag.55 ][ Pag.56 ][ Pag.57 ][ Pag.58 ][ Pag.59 ][ Pag.60 ][ Pag.61 ][ Pag.62 ][ Pag.63 ][ Pag.64 ][ Pag.65 ][ Pag.66 ][ Pag.67 ][ Pag.68 ][ Pag.69 ][ Pag.70 ][ Pag.71 ][ Pag.72 ][ Pag.73 ][ Pag.74 ][ Pag.75 ][ Pag.76 ][ Pag.77 ][ Pag.78 ][ Pag.79 ][ Pag.80 ][ Pag.81 ][ Pag.82 ][ Pag.83 ][ Pag.84 ][ Pag.85 ][ Pag.86 ][ Pag.87 ][ Pag.88 ][ Pag.89 ][ Pag.90 ][ Pag.91 ][ Pag.92 ][ Pag.93 ][ Pag.94 ][ Pag.95 ][ Pag.96 ][ Pag.97 ][ Pag.98 ][ Pag.99 ][ Pag.100 ][ Pag.101 ][ Pag.102 ][ Pag.103 ][ Pag.104 ][ Pag.105 ][ Pag.106 ][ Pag.107 ][ Pag.108 ][ Pag.109 ][ Pag.110 ][ Pag.111 ][ Pag.112 ][ Pag.113 ][ Pag.114 ][ Pag.115 ][ Pag.116 ][ Pag.117 ][ Pag.118 ][ Pag.119 ][ Pag.120 ][ Pag.121 ][ Pag.122 ][ Pag.123 ][ Pag.124 ][ Pag.125 ][ Pag.126 ][ Pag.127 ][ Pag.128 ][ Pag.129 ][ Pag.130 ][ Pag.131 ][ Pag.132 ][ Pag.133 ][ Pag.134 ][ Pag.135 ][ Pag.136 ][ Pag.137 ][ Pag.138 ][ Pag.139 ][ Pag.140 ][ Pag.141 ][ Pag.142 ][ Pag.143 ][ Pag.144 ][ Pag.145 ][ Pag.146 ][ Pag.147 ][ Pag.148 ][ Pag.149 ][ Pag.150 ][ Pag.151 ][ Pag.152 ][ Pag.153 ][ Pag.154 ][ Pag.155 ][ Pag.156 ][ Pag.157 ][ Pag.158 ][ Pag.159 ][ Pag.160 ][ Pag.161 ][ Pag.162 ][ Pag.163 ][ Pag.164 ][ Pag.165 ][ Pag.166 ][ Pag.167 ][ Pag.168 ][ Pag.169 ][ Pag.170 ][ Pag.171 ][ Pag.172 ][ Pag.173 ][ Pag.174 ][ Pag.175 ][ Pag.176 ][ Pag.177 ][ Pag.178 ][ Pag.179 ][ Pag.180 ][ Pag.181 ][ Pag.182 ][ Pag.183 ][ Pag.184 ][ Pag.185 ][ Pag.186 ][ Pag.187 ][ Pag.188 ][ Pag.189 ][ Pag.190 ][ Pag.191 ][ Pag.192 ][ Pag.193 ][ Pag.194 ][ Pag.195 ][ Pag.196 ][ Pag.197 ][ Pag.198 ][ Pag.199 ][ Pag.200 ][ Pag.201 ][ Pag.202 ][ Pag.203 ][ Pag.204 ][ Pag.205 ][ Pag.206 ][ Pag.207 ][ Pag.208 ][ Pag.209 ][ Pag.210 ][ Pag.211 ][ Pag.212 ][ Pag.213 ][ Pag.214 ][ Pag.215 ][ Pag.216 ][ Pag.217 ][ Pag.218 ][ Pag.219 ][ Pag.220 ][ Pag.221 ][ Pag.222 ][ Pag.223 ][ Pag.224 ][ Pag.225 ][ Pag.226 ][ Pag.227 ][ Pag.228 ][ Pag.229 ][ Pag.230 ][ Pag.231 ][ Pag.232 ][ Pag.233 ][ Pag.234 ][ Pag.235 ][ Pag.236 ][ Pag.237 ][ Pag.238 ][ Pag.239 ][ Pag.240 ][ Pag.241 ][ Pag.242 ][ Pag.243 ][ Pag.244 ][ Pag.245 ][ Pag.246 ][ Pag.247 ][ Pag.248 ][ Pag.249 ][ Pag.250 ][ Pag.251 ][ Pag.252 ][ Pag.253 ][ Pag.254 ][ Pag.255 ][ Pag.256 ][ Pag.257 ][ Pag.258 ][ Pag.259 ][ Pag.260 ][ Pag.261 ][ Pag.262 ][ Pag.263 ][ Pag.264 ][ Pag.265 ][ Pag.266 ][ Pag.267 ][ Pag.268 ][ Pag.269 ][ Pag.270 ][ Pag.271 ][ Pag.272 ][ Pag.273 ][ Pag.274 ][ Pag.275 ][ Pag.276 ][ Pag.277 ][ Pag.278 ][ Pag.279 ][ Pag.280 ][ Pag.281 ][ Pag.282 ][ Pag.283 ][ Pag.284 ][ Pag.285 ][ Pag.286 ][ Pag.287 ][ Pag.288 ][ Pag.289 ][ Pag.290 ][ Pag.291 ][ Pag.292 ][ Pag.293 ][ Pag.294 ][ Pag.295 ][ Pag.296 ][ Pag.297 ][ Pag.298 ][ Pag.299 ][ Pag.300 ][ Pag.301 ][ Pag.302 ][ Pag.303 ][ Pag.304 ][ Pag.305 ][ Pag.306 ][ Pag.307 ][ Pag.308 ][ Pag.309 ][ Pag.310 ][ Pag.311 ][ Pag.312 ][ Pag.313 ][ Pag.314 ][ Pag.315 ][ Pag.316 ][ Pag.317 ][ Pag.318 ][ Pag.319 ][ Pag.320 ][ Pag.321 ][ Pag.322 ][ Pag.323 ][ Pag.324 ][ Pag.325 ][ Pag.326 ][ Pag.327 ][ Pag.328 ][ Pag.329 ][ Pag.330 ][ Pag.331 ][ Pag.332 ][ Pag.333 ][ Pag.334 ][ Pag.335 ][ Pag.336 ][ Pag.337 ][ Pag.338 ][ Pag.339 ][ Pag.340 ][ Pag.341 ][ Pag.342 ][ Pag.343 ][ Pag.344 ][ Pag.345 ][ Pag.346 ][ Pag.347 ][ Pag.348 ][ Pag.349 ][ Pag.350 ][ Pag.351 ][ Pag.352 ][ Pag.353 ][ Pag.354 ][ Pag.355 ][ Pag.356 ][ Pag.357 ][ Pag.358 ][ Pag.359 ][ Pag.360 ][ Pag.361 ][ Pag.362 ][ Pag.363 ][ Pag.364 ][ Pag.365 ][ Pag.366 ][ Pag.367 ][ Pag.368 ][ Pag.369 ][ Pag.370 ][ Pag.371 ][ Pag.372 ][ Pag.373 ][ Pag.374 ][ Pag.375 ][ Pag.376 ][ Pag.377 ][ Pag.378 ][ Pag.379 ][ Pag.380 ][ Pag.381 ][ Pag.382 ][ Pag.383 ][ Pag.384 ][ Pag.385 ][ Pag.386 ][ Pag.387 ][ Pag.388 ][ Pag.389 ][ Pag.390 ][ Pag.391 ][ Pag.392 ][ Pag.393 ][ Pag.394 ][ Pag.395 ][ Pag.396 ][ Pag.397 ][ Pag.398 ][ Pag.399 ][ Pag.400 ][ Pag.401 ][ Pag.402 ][ Pag.403 ][ Pag.404 ][ Pag.405 ][ Pag.406 ][ Pag.407 ][ Pag.408][ Pag.409 ][ Pag.410 ][ Pag.411 ][ Pag.412 ][ Pag.413 ][ Pag.414 ][ Pag.415 ][ Pag.416 ][ Pag.417 ][ Pag.418 ][ Pag.419 ][ Pag.420 ][ Pag.421 ][ Pag.422 ][ Pag.423 ][ Pag.424 ][ Pag.425 ][ Pag.426 ][ Pag.427 ][ Pag.428 ][ Pag.429 ][ Pag.430 ][ Pag.431 ][ Pag.432 ][ Pag.433 ][ Pag.434 ][ Pag.435 ][ Pag.436 ][ Pag.437 ][ Pag.438 ][ Pag.439 ][ Pag.440 ][ Pag.441 ][ Pag.442 ][ Pag.443 ][ Pag.444 ][ Pag.445 ][ Pag.446 ][ Pag.447 ][ Pag.448 ][ Pag.449 ][ Pag.450 ][ Pag.451 ][ Pag.452 ][ Pag.453 ][ Pag.454 ][ Pag.455 ][ Pag.456 ][ Pag.457 ][ Pag.458 ][ Pag.459 ][ Pag.460 ][ Pag.461 ][ Pag.462 ][ Pag.463 ][ Pag.464 ][ Pag.465 ][ Pag.466 ][ Pag.467 ][ Pag.468 ][ Pag.469 ][ Pag.470 ][ Pag.471 ][ Pag.472 ][ Pag.473 ][ Pag.474 ][ Pag.475 ][ Pag.476 ][ Pag.477 ][ Pag.478 ][ Pag.479 ][ Pag.480 ][ Pag.481 ][ Pag.482 ][ Pag.483 ][ Pag.484 ][ Pag.485 ][ Pag.486 ][ Pag.487 ][ Pag.488 ][ Pag.489 ][ Pag.490 ][ Pag.491 ][ Pag.492 ][ Pag.493 ][ Pag.494 ][ Pag.495 ][ Pag.496 ][ Pag.497 ][ Pag.498 ][ Pag.499 ][ Pag.500 ][ Pag.501 ][ Pag.502 ][ Pag.503 ][ Pag.504 ][ Pag.505 ][ Pag.506 ][ Pag.507 ][ Pag.508 ][ Pag.509 ][ Pag.510 ][ Pag.511 ][ Pag.512 ][ Pag.513 ][ Pag.514 ][ Pag.515 ][ Pag.516 ][ Pag.517 ][ Pag.518 ][ Pag.519 ][ Pag.520 ][ Pag.521 ][ Pag.522 ][ Pag.523 ][ Pag.524 ][ Pag.525 ][ Pag.526 ][ Pag.527 ][ Pag.528 ][ Pag.529 ][ Pag.530 ][ Pag.531 ][ Pag.532 ][ Pag.533 ][ Pag.534 ][ Pag.535 ][ Pag.536 ][ Pag.537 ][ Pag.538 ][ Pag.539 ][ Pag.540 ][ Pag.541 ][ Pag.542 ][ Pag.543 ][ Pag.544 ][ Pag.545 ][ Pag.546 ][ Pag.547 ][ Pag.548 ][ Pag.549 ][ Pag.550 ][ Pag.551 ][ Pag.552 ][ Pag.553 ][ Pag.554 ][ Pag.555 ][ Pag.556 ][ Pag.557 ][ Pag.558 ][ Pag.559 ][ Pag.560 ][ Pag.561 ][ Pag.562 ][ Pag.563 ][ Pag.564 ][ Pag.565 ][ Pag.566 ][ Pag.567 ][ Pag.568 ][ Pag.569 ][ Pag.570 ][ Pag.571 ][ Pag.572 ][ Pag.573 ][ Pag.574 ][ Pag.575 ][ Pag.576 ]

 
     


- oggiscrivo.it - Copyright 2009 - 2018 - Tutti i diritti sono riservati - Webmaster Mauro -